Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Heart-Shaped Box

By Joe Hill

(64)

| Hardcover | 9780061147937

Like Heart-Shaped Box ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Judas Coyne is a collector of the macabre: a cookbook for cannibals . . . a used hangman's noose . . . a snuff film. An aging death-metal rock god, his taste for the unnatural is as widely known to his legions of fans as the notorious excesses of Continue

Judas Coyne is a collector of the macabre: a cookbook for cannibals . . . a used hangman's noose . . . a snuff film. An aging death-metal rock god, his taste for the unnatural is as widely known to his legions of fans as the notorious excesses of his youth. But nothing he possesses is as unlikely or as dreadful as his latest discovery, an item for sale on the Internet, a thing so terribly strange, Jude can't help but reach for his wallet.

I will "sell" my stepfather's ghost to the highest bidder. . . .

For a thousand dollars, Jude will become the proud owner of a dead man's suit, said to be haunted by a restless spirit. He isn't afraid. He has spent a lifetime coping with ghosts—of an abusive father, of the lovers he callously abandoned, of the bandmates he betrayed. What's one more?

But what UPS delivers to his door in a black heart-shaped box is no imaginary or metaphorical ghost, no benign conversation piece. It's the real thing.

And suddenly the suit's previous owner is everywhere: behind the bedroom door . . . seated in Jude's restored vintage Mustang . . . standing outside his window . . . staring out from his widescreen TV. Waiting—with a gleaming razor blade on a chain dangling from one bony hand. . . .

A multiple-award winner for his short fiction, author Joe Hill immediately vaults into the top echelon of dark fantasists with a blood-chilling roller-coaster ride of a novel, a masterwork brimming with relentless thrills and acid terror.

175 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    libro horror che convince più nello slancio iniziale che nel finale… Metal e Goth ben rappresentati nei due protagonisti e nei numerosi riferimenti musicali (a partire dal titolo)

    Is this helpful?

    Mariagrazia said on Jul 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un discreto debutto

    Non male questo primo romanzo per Joe Hill , anche se tuttavia il risultato poteva essere ancora migliore.
    Il libro parte da uno spunto interessante ed è proprio la parte iniziale della storia quella migliore , quella più horror e che riesce a trasme ...(continue)

    Non male questo primo romanzo per Joe Hill , anche se tuttavia il risultato poteva essere ancora migliore.
    Il libro parte da uno spunto interessante ed è proprio la parte iniziale della storia quella migliore , quella più horror e che riesce a trasmettere qualche brivido. La scatola a forma di cuore , l'abitazione del protagonista invasa da questa forza misteriosa e lo stile senza fronzoli di Hill rendono la fase iniziale del romanzo avvincente e accattivante , con una componente horror molto marcata e che riesce nell'intento di suggestionare.
    Purtroppo il buon spunto di partenza non viene sviluppato (a mio parere) adeguatamente e fra trovate poco indovinate (i cani-difensori,la comunicazione con Anna), un passaggio dall'orrore al thriller on the road che non ho digerito ed un nemico che si vede fin troppo la vicenda perde mordente trascinandosi verso un finale prevedibile e poco incisivo.
    Fortunatamente alle carenze dello sviluppo Hill affianca uno stile fluido e scorrevole che rende la lettura piacevole e mai noiosa. Inoltre salvo anche i personaggi principali , due anti-eroi ben caratterizzati malgrado qualche stereotipo qua e la.
    Nel complesso il figlio di King da prova di saperci fare e di avere delle buone idee , ma allo stesso tempo dimostra di essere ancora un po acerbo sotto alcuni punti di vista.

    Is this helpful?

    Polarpenter said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Judas Coyne (prendetevi un secondo per ammirare la genialità di questo pseudonimo) è un metallaro di 54 anni che ha fatto fortuna con la sua musica e vive con una fidanzata dal look dark, di trent'anni più giovane di lui. Jude colleziona oggetti stra ...(continue)

    Judas Coyne (prendetevi un secondo per ammirare la genialità di questo pseudonimo) è un metallaro di 54 anni che ha fatto fortuna con la sua musica e vive con una fidanzata dal look dark, di trent'anni più giovane di lui. Jude colleziona oggetti strani - libri di stregoneria, reperti dell'occulto e così via; quello che non si aspetta è che, acquistando su un sito di aste il fantasma di un uomo recentemente defunto, si troverà ad affrontare la persecuzione di uno spettro deciso a uccidere lui e chiunque vorrà aiutarlo. Il motivo? Vendetta, poiché il fantasma è in realtà legato al passato di Jude. E i segreti da svelare saranno molti, alla disperata ricerca di un modo per salvarsi.

    Libro ormai di qualche anno fa, che mi è stato caldamente consigliato e che si è rivelato una lettura piacevolissima. Se amate l'horror e le atmosfere Kinghiane, potreste tranquillamente apprezzare anche voi La scatola a forma di cuore (sì, Heart-shaped box come il pezzo dei Nirvana). E il paragone con Stephen King è tanto scontato quanto inevitabile, poiché Joe Hill non è altro che uno dei figli del Re. Ma, una volta citato per dovere di cronaca, preferisco passare oltre, perché il romanzo non merita di essere guardato con sufficienza solo per gli illustri natali del suo autore.
    Certo, non mancano momenti splatterosi con abbondanza di sangue e mutilazioni, né visioni allucinate ricche di dettagli disturbanti (degni di King, ok, l'ho detto), ma non ci sono le lungaggini e la coralità dei tanti personaggi che affollano spesso i romanzi di King (con tutto che, se si parla di It o dell'Ombra dello scorpione, io apprezzo ogni singola lungaggine e ogni figura) e il ritmo regge dall'inizio alla fine. Ma la forza del libro sta nei personaggi, soprattutto i due protagonisti, Jude e la fidanzata Georgia/Marybeth, entrambi vividi e ben caratterizzati. Non capita spesso di incontrare metallari e goth tra i protagonisti di una storia, o di vederli resi al di là dei facili (e fastidiosi) stereotipi, e anche se non sempre nel romanzo si sfugge ai cliché, Jude e Georgia restano personaggi per i quali si riesce a empatizzare, non privi di difetti - soprattutto per come vengono presentati all'inizio - ma presto messi a nudo in tutta la loro umanità e nei loro incubi.
    Non dico nulla, ovviamente, dell'intrigo alla base della persecuzione del fantasma, ma la rappresentazione degli spettri con gli occhi cancellati e la gelida malvagità di Craddock, lo spettro, strappano più di un brivido. E, una volta iniziato il viaggio insieme a Jude e Georgia, si corre volentieri per restare al passo e per vedere come andrà a finire.
    Unica nota dolente: traduzione che lascia a desiderare, tra punteggiatura che ricalca l'inglese e suona a mio parere stonata nella prosa italiana, ripetizioni e tutta una serie di imperfezioni.

    Recensione postata in origine su http://aislinndreams.blogspot.it/2014/06/joe-hill-la-sc…

    Is this helpful?

    Aislinn said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    I morti vincono quando lasci che ti portino via...

    Dopo aver assaggiato, per ovvi motivi, Joe Hill in lingua originale con la sua raccolta di racconti 20th Century Ghosts, raccolta che mi aveva favorevolmente impressionato, non mi sono lasciato scappare l'occasione di leggere il suo primo roma ...(continue)

    Dopo aver assaggiato, per ovvi motivi, Joe Hill in lingua originale con la sua raccolta di racconti 20th Century Ghosts, raccolta che mi aveva favorevolmente impressionato, non mi sono lasciato scappare l'occasione di leggere il suo primo romanzo, trovato a 5 euro, in italiano (non si può avere tutto dalla vita, no?), su una bancarella a Bologna!

    Jude, rockstar cinquantenne con una carriera solista davanti e una band di successo ormai alle spalle, colleziona "cimeli" macabri e non può quindi esimersi dal rispondere all'inserzione di una ragazza che intende vendere il fantasma del padre: dopo pochi giorni riceve a casa una scatola a forma di cuore, contenente un abito scuro appartenuto al defunto e qui iniziano i suoi problemi, problemi che prendono la forma di un vecchio che porta con sè un piccolo pendolo con una lama di rasoio all'estremità...

    Niente male questo romanzo, specie considerando che si tratta del primo romanzo di questo autore!

    Un horror adrenalinico (più di una volta mi sono venuti alla mente svariati film horror degli anni '80-'90) ma anche, almeno in parte, "di riflessione", con un'ottima dose di thrilling che, a parte qualche lieve calo qua e là, è sempre ben presente bilanciata dal giusto spazio lasciato alle riflessioni dei protagonisti sulla vita. Qualche cliché "di genere" è presente (il "cattivone" e il rapporto Georgia/Anna su tutti) ma è anche ovvio (e doveroso) che così sia se no che horror sarebbe senza?

    Lo stile è pulito, descrittivo al punto giusto ma senza troppo scendere nei particolari, specie nei momenti in cui l'azione la fa da padrona, con una buona attenzione allo sviluppo dei personaggi, al loro lato psicologico e a quello più immediato e di "primo impatto".

    La morte e, soprattutto, la sensazione di morte pervadono questo romanzo sin dalle primissime pagine e non mollano fino al finale che, pur essendo forse un pochino troppo "positivo", ben si adatta alla storia lasciando anche "quel che" di sospeso che ci sta sempre bene: questa caratteristica, unita alla tensione sempre costante (di cui sopra), è, secondo me, il vero punto di forza del romanzo!

    Dopo una raccolta e un romanzo non si possono/devono trarre conclusioni affrettate, magari alimentate da "particolari esterni" che poco c'entrano nella realtà con lo scrittore di turno, ma il talento c'è e si vede... alla prossima dunque! :)

    ps. da eterno ascoltatore di rock e metal, ho apprezzato i molteplici riferimenti a questo mondo, in particolar modo l'omaggio doveroso (ha "fregato" loro il titolo) ai Nirvana!

    Is this helpful?

    Gio said on May 27, 2014 | 6 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book