Heat Wave

By

Publisher: Hyperion

3.5
(749)

Language: English | Number of Pages: 208 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , French , German

Isbn-10: 1401323820 | Isbn-13: 9781401323820 | Publish date: 

Also available as: Audio CD , eBook , Paperback , Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Heat Wave ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

A New York real estate tycoon plunges to his death on a Manhattan sidewalk. A trophy wife with a past survives a narrow escape from a brazen attack. Mobsters and moguls with no shortage of reasons to kill trot out their alibis. And then, in the suffocating grip of a record heat wave, comes another shocking murder and a sharp turn in a tense journey into the dirty little secrets of the wealthy. Secrets that prove to be fatal. Secrets that lay hidden in the dark until one NYPD detective shines a light.

Mystery sensation Richard Castle, blockbuster author of the wildly best-selling Derrick Storm novels, introduces his newest character, NYPD Homicide Detective Nikki Heat. Tough, sexy, professional, Nikki Heat carries a passion for justice as she leads one of New York City's top homicide squads. She's hit with an unexpected challenge when the commissioner assigns superstar magazine journalist Jameson Rook to ride along with her to research an article on New York's Finest. PulitzerPrize-winning Rook is as much a handful as he is handsome. His wise-cracking and meddling aren't her only problems. As she works to unravel the secrets of the murdered real estate tycoon, she must also confront the spark between them. The one called heat.

Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Molto carina e piacevole questa lettura. Certo, se si conosce già la serie non si trova nulla di nuovo ma probabilmente è proprio per questo che ho apprezzato questo libro, sapere già cosa avrei trova ...continue

    Molto carina e piacevole questa lettura. Certo, se si conosce già la serie non si trova nulla di nuovo ma probabilmente è proprio per questo che ho apprezzato questo libro, sapere già cosa avrei trovato.

    Una cosa diversa dalla serie l'ho trovata però, qui per fortuna non ci hanno fatto aspettare delle stagioni per vedere un bacio tra Kate e Castle, Nikki e Jamie ci hanno impiegato decisamente meno.

    Ambientato in una New York particolarmente afosa, sono morta dal ridere quando uno dei detective che lavora con Nikki, non ricordo quale, forse Ochoa, ha ricevuto da non ricordo da chi, la frase "Sei così sudato che sembra di strizzare il culo a SpongeBob"

    said on 

  • 2

    L'equilibrio di Biancaneve - 08 gen 17

    Molti di voi sanno che, non avendo televisione in casa, non seguo in modo particolare nessun fremito che esce dal tubo catodico. Pur tuttavia, spesso con Alessandra, mi capita di vedere alcuni episodi ...continue

    Molti di voi sanno che, non avendo televisione in casa, non seguo in modo particolare nessun fremito che esce dal tubo catodico. Pur tuttavia, spesso con Alessandra, mi capita di vedere alcuni episodi di qualche serial. In quest’ambito, uno dei due che tuttavia non disdegno (pur nella sua semplicità rispetto ad altri che mi dicono meglio realizzati) è la serie TV “Castle” (inciso, l’altro, di maggior interesse culturale, almeno per me, è “Elementary”, blandamente basato su una modernizzazione del vecchio caro Sherlock Holmes). In “Castle” c’è uno scrittore di gialli, Richard Castle, che si accoda ad un gruppo investigativo del NYPD per seguire dal vivo le indagini poliziesche e trarne spunti per i suoi libri. Castle è uno scrittore, e durante gli otto anni della serie scrive anche libri, e capita (nella fiction) che se ne parli, magari per farne promozione. Gli autori della serie, allora, per sfruttare la pubblicità indotta, ecco che riescono a produrre un divertente spin-off. Prendono un medio autore americano (pare che sia Tom Straw, anche se non ci sono notizie certe) e gli fanno scrivere dei libri che hanno il titolo di quelli che Castle cita in TV. Poiché poi Castle televisivo fa anche accenni di trama, ecco che una buona parte del libro risulta già scritta prima di cominciare. Come succede in questo “Heat Wave”, cioè “Ondata di calore”, riferita all’afa di un’estate newyorchese. Come sanno poi coloro che seguono la TV, nel libro sono riversati sotto altro nome i personaggi televisivi. Il personaggio principale si sposta sul detective Nikki Heat, basato sul personaggio di Kate Beckett, che si innamora di Castle (e poi lo sposerà) e qui ovviamente si incontra-scontra con l’avatar dello scrittore, il giornalista Jameson Rook. Tra i maggiori altri co-protagonisti abbiamo Margaret Rook (la madre di Castle Martha Rodgers) ed i due detective Miguel Ochoa (cioè Javier Esposito in TV) e Sean Raley (cioè Kevin Ryan in TV). Ma se la serie TV ha un suo piccolo fascino, questo libro indotto ne ha veramente meno. La trama è orecchiata da spunti diversi degli episodi, e, come detto, i personaggi fanno le mosse che ci si aspetta da chi conosce la serie. Da sottolineare però che questo è il primo libro della serie di Nikki Heat, quindi serve al Castle scrittore per mettere “in bella luce” la poliziotta di cui sappiamo essere innamorato. Ed ovviamente, forzando il passo, l’autore del libro farà in modo, ad un certo punto, anche senza troppi preliminari, che Nikki e Jameson finiscano a letto. Quasi che lo scrittore tenti di mandare messaggi al polizotto del film. Insomma, sarebbe carino se l’autore, cioè Tom Straw, sapesse barcamenarsi tra le varie strutture (film che rimanda al libro che rimanda al film). Purtroppo non ne ha le capacità, ed il libro in sé non ha un particolare interesse. Tanto che la quasi sufficienza mi viene solo perché mi sono piaciuti gli episodi televisivi. Mentre qui, entrando nel merito, c’è la morte violenta per defenestrazione (come direbbero i comunisti ungheresi del ’56) di un immobiliarista, Matthew Starr. Nikki, indagando sulla persona, scopre ben presto che: la giovane moglie Kimberly lo tradiva da tempo (e più di una volta), il suo segretario Noah cercava di coprirne gli ammanchi finanziari con magie contabili (coprendo anche qualche buco che lui stesso creava), e lo stesso Matthew era in una situazione disperata. A corto di soldi, perseguitato da allibratori cui doveva cifre ragguardevoli, con un’unica arma a suo vantaggio: la sua collezione artistica, eterogena ma di valore. Sarà proprio questa però che lo porta alla rovina. Avendo necessità di contenti vuole venderla e la fa valutare da Sotheby’s. Ma la collezione è un falso, i quadri veri sono spariti da tempo. Per questo, viene prima ucciso l’esperto della casa d’aste, poi Matthew stesso, poi il sicario che avrebbe dovuto uccidere Matthew. C’è qualche momento d’azione (come nel film), c’è sempre Jameson-Richard che si mette nei guai ed è salvato da Nikki. C’è la soluzione del caso, che arriva nelle ultime pagine per chi voglia leggerlo tutto, ma che è già pronta sin dalla metà del libro stesso. Tutto il resto è contorno, che serve per far comprare il libro a chi vede la televisione. Insomma, la domanda reale è perché si sia voluto inserire questo episodio-libro in una collana di Noir. Non ne ha l’altezza, con quella scrittura un po’ stiracchiata, quegli ammiccamenti che vanno bene sul piccolo schermo, ma qui sono deludenti. Un esempio? Nelle prime pagine, quando Matthew cade dal cielo, Ochoa e Raley cominciano a cantare “It’s raining man” di Geri Halliwell (e già questo fa penare), per poi imbarcarsi con Rook sulla ricerca degli autori del brano. Per poi, alla fine, dimenticare di dirci la soluzione (per chi fosse curioso gli autori sono Paul Jabara e Paul Shaffer, e quella di Geri è una cover, che il brano fu lanciato da un gruppo denominato “Weather Girls”). Passiamo velocemente oltre, please.

    said on 

  • 4

    Como en la serie

    Muy recomendable para aquellos que veían la serie Castle. Los personajes del libro me los imagino tal y como eran en la seria televisiva. Un 8

    said on 

  • 3

    Il romanzo di Castle

    Questo romanzo poliziesco piacerà sicuramente a chi segue le mitiche investigazioni dello scrittore Richard Castle e della detective Kate Beckett nel telefilm Castle. Questo è il primo best seller che ...continue

    Questo romanzo poliziesco piacerà sicuramente a chi segue le mitiche investigazioni dello scrittore Richard Castle e della detective Kate Beckett nel telefilm Castle. Questo è il primo best seller che scrive Castle dopo aver conosciuto la detective Kate, e della quale (si capisce subito) si è perdutamente innamorato! Guarda caso in Heat Wave i protagonisti sono due: lo scrittore premio Pulitzer Jameson Rook e la detective Nikki Heat che indagano su un caso di omicidio (il cadavere gli piove quasi in testa!). Castle riesce a scrivere questo thriller traendo ispirazione dalle investigazioni che compie assieme (anzi, aiutando) il detective Kate, e spesso, come accade nella storia narrata, ci sono molti riferimenti autobiografici di Castle. Il ritmo è lo stello del telefilm: serrato, pieno di colpi di scena, quando sembra di aver capito chi sia stato l'assassino, ti accorgi che forse si sta sbagliando e bisogna ricominciare ad indagare daccapo! Chi leggerà questo libro sarà coinvolto in prima persona nelle indagini, e non si smetterà di leggerlo fino a quando non troverete l'assassino... Godibile, consigliabile per passare un paio di giorni come assistenti di Castle e amici!!! La simpatia di Castle vi catturerà, ne sono certo, così come ha fatto con me la prima volta che ho visto il telefilm (che vi consiglio di seguire, è troppo forte!).

    said on 

  • 3

    Senza infamia e senza lode. Forse sono stato influenzato dalla serie TV che non m piace per niente. Meglio comunque della serie. Scritto bene, un po' di humor, una spruzzata di sesso. La trama in sost ...continue

    Senza infamia e senza lode. Forse sono stato influenzato dalla serie TV che non m piace per niente. Meglio comunque della serie. Scritto bene, un po' di humor, una spruzzata di sesso. La trama in sostanza regge e il finale non è forzato. Magari non è necessario leggere gli altri.....

    said on 

  • 4

    Me ha resultado curioso este libro porque según lo leia era como ver un episodio de la serie. Ha tenido un poco de todo y la verdad es que es muy entretenido y me ha sorprendido al final

    un 8 para est ...continue

    Me ha resultado curioso este libro porque según lo leia era como ver un episodio de la serie. Ha tenido un poco de todo y la verdad es que es muy entretenido y me ha sorprendido al final

    un 8 para este libro

    said on 

  • 4

    Oggi ho scoperto che si chiamano pseudobiblum. Hai presente quando in un libro o in un film compare un altro libro che non è mai stato scritto ma che è funzionale alla trama? Ecco, quello è uno pseudo ...continue

    Oggi ho scoperto che si chiamano pseudobiblum. Hai presente quando in un libro o in un film compare un altro libro che non è mai stato scritto ma che è funzionale alla trama? Ecco, quello è uno pseudobiblum.

    Quindi oggi ho letto uno pseudobiblum. Ci sono un paio di motivi per i quali non sto andando in giro tronfio come un pavone nella stagione dell’amore ripetendo a tutti “Ehi, io oggi ho letto uno pseudobiblum”.

    Primo motivo: sono allegramente spiaggiato su un lettino croato e – nonostante l’evidente italianità delle terre istriane – ci sono buone probabilità che non mi capiscono in molti. Il che, è evidente, limiterebbe di molto il senso della mia passeggiata regale.

    Secondo motivo: lo pseudobiblum che ho affrontato non è un capolavoro della letteratura mondiale e ha persino tratto origine – udite udite – da una di quelle serie TV per le quali io e la mia signora viviamo brevi e infuocate passioni.

    La serie TV in questione è “Castle” ed è incentrata sulla storia di uno scrittore di thriller che viene affiancato ad una squadra di detective newyorkesi tra i quali spicca la meravigliosa Kate Beckett. Quale migliora musa di una conturbante e molto capace poliziotta della Grande Mela? Negli episodi della serie, Castle (lo scrittore) darà quindi vita a un personaggio letterario ispirato alle gesta della Beckett, ed è qui che scatta lo pseudobiblum.

    Nikki Heat diventa davvero la protagonista di un libro, un libro vero. Se lo leggete senza aver mai visto la serie televisiva, lo troverete probabilmente un po’ debole, anche se la trama, ruotando intorno a un furto d’arte e a un paio di omicidi – si segue volentieri. Il vero divertimento scatta però nel leggerlo dopo (o durante) la visione del telefilm: il romanzo riprende pienamente i protagonisti della serie, cambiandone i nomi ma non le caratteristiche, così come uno scrittore embedded nelle forze di polizia sarebbe di sicuro portato a fare. E funziona, con il giusto mix di divertimento e tensione che si abbevera nella letteratura di genere più venduta (leggi Patterson, per esempio).

    Talmente da spiaggia che sto per iniziare il secondo. In mezzo agli schizzi d’acqua e allodole di crema solare, ci sta benissimo.

    said on 

  • 1

    Dovete sapere che i romanzi che vengono nominati o presentati durante gli episodi di Castle vengono effettivamente pubblicati da ghostwriter sotto lo peseudonimo di Richard Castle. Questo è il primo i ...continue

    Dovete sapere che i romanzi che vengono nominati o presentati durante gli episodi di Castle vengono effettivamente pubblicati da ghostwriter sotto lo peseudonimo di Richard Castle. Questo è il primo in cui la bella detective Nikki Heat viene suo malgrado affiancata dal giornalista Jameson Rook.Vi ricorda qualcosa? tralasciando i nomi, le dinamiche sono molto simili a quelle del telefilm, con tutto il cast riprodotto. Come thriller\gialli sono debolini se abituati a questo genere, ma comunque godibili, soprattutto per i fans del Castle televisivo

    said on 

  • 3

    Come gli episodi

    Se vi piace la serie di Castle, probabilmente vi piacerá anche questo libro. I personaggi sono praticamente gli stessi, la maniera in cui si svolge l'indagine, le dinamiche tra buoni e cattivi... Lett ...continue

    Se vi piace la serie di Castle, probabilmente vi piacerá anche questo libro. I personaggi sono praticamente gli stessi, la maniera in cui si svolge l'indagine, le dinamiche tra buoni e cattivi... Lettura rapida, mi ha incuriosita, divertita, a volte mi ha lasciata un po' perplessa. Scrittura non fenomenale, non so se giá nell'originale o dovuto alla traduzione.

    said on 

Sorting by