Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Heidi

Di

Editore: Biblioteca Universale Rizzoli

4.0
(416)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 328 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Polacco , Olandese , Danese

Isbn-10: A000042801 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Children , Fiction & Literature , Foreign Language Study

Ti piace Heidi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
BUR 324

Questo libro in questa edizione non ha ISBN
Ordina per
  • 5

    Ce l'avevo lì dall'infanzia, in attesa di essere letto. Ho sempre adorato Heidi, ma proprio perché la adoravo non ho mai voluto leggere il libro per "risparmiarmelo". Adesso ho deciso di smetterla con queste pazzie (ci sono molti libri che ho custodito per anni perché mi dispiaceva leggerli, perc ...continua

    Ce l'avevo lì dall'infanzia, in attesa di essere letto. Ho sempre adorato Heidi, ma proprio perché la adoravo non ho mai voluto leggere il libro per "risparmiarmelo". Adesso ho deciso di smetterla con queste pazzie (ci sono molti libri che ho custodito per anni perché mi dispiaceva leggerli, perché poi li avevo finiti...come se non esistesse la possibilità di rileggerli ancora!) e ho deciso di farmi un regalo: che meraviglia!

    Ci sono tantissime cose stupende in Heidi: l'amore per la montagna rude ma dove la vita è semplice e felice, la disponibilità e l'amicizia che trovi in chi meno ti aspetti, l'innocenza e la bontà dell'infanzia, l'allegria e la facilità a vedere il bello in ogni piccola cosa, la gioia che viene nell'occuparsi spontaneamente degli altri, non ultima la fede che ci fortifica e ci tiene in piedi e con la testa alta quando non abbiamo nient'altro.

    Soprattutto poi, è il libro della nostalgia di casa che ci fa venire un groppo in gola, e dei nonni...! Per me Heidi è come prima cosa un libro sull'amore per e dei nonni, mi ricorda i miei soggiorni in montagna da loro, da cui la vita non poteva che essere fantastica.

    ha scritto il 

  • 4

    Si tratta di un'edizione per ragazzi perché la versione integrale ed originale fu scritta nel 1880 e quindi lo stile di narrazione sarebbe stato troppo complesso e macchinoso per i giovani lettori di oggi. Di certo è una buona traduzione, però secondo me ancora troppo lontana dalla narrazione jun ...continua

    Si tratta di un'edizione per ragazzi perché la versione integrale ed originale fu scritta nel 1880 e quindi lo stile di narrazione sarebbe stato troppo complesso e macchinoso per i giovani lettori di oggi. Di certo è una buona traduzione, però secondo me ancora troppo lontana dalla narrazione junior. Ci sono ancora formulazioni letterarie non più usate ai giorni nostri che non avvicinano il lettore al libro. A dispetto di ciò la storia narrata va oltre al suo essere un libro di narrativa, vuole lasciare un segno ai giovani, un insegnamento alla religione, all'aiuto del prossimo, all'amore e all'amicizia, alla cura dell'anima e degli affetti. Un libro che sicuramente bisogna far leggere ai nostri ragazzi, se pur dovendoli incitare più volte a terminarlo, perché lo stile letterario non è quello coinvolgente dei loro tempi, stile "Harry Potter", ma almeno sa andare al di là di una lettura per passatempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Tra le montagne della Svizzera, dove la natura è incontaminata, sorge una piccola baita abitata da un uomo anziano incupito dal dolore per la perdita del figlio.
    Un giorno, però, ecco arrivare alla baita Heidi, la piccola nipotina!
    Heidi è sempre allegra, felice di vivere in mezzo all ...continua

    Tra le montagne della Svizzera, dove la natura è incontaminata, sorge una piccola baita abitata da un uomo anziano incupito dal dolore per la perdita del figlio.
    Un giorno, però, ecco arrivare alla baita Heidi, la piccola nipotina!
    Heidi è sempre allegra, felice di vivere in mezzo alla natura con il nonno e le caprette e, con il suo modo di essere e di fare, riscalda il cuore del vecchio nonno.
    Ma la serenità non dura tanto. Per Heidi si presenta l’opportunità di recarsi a Francoforte, presso una famiglia benestante, per diventare la compagna di giochi di Clara, bambina cagionevole di salute e affidata alle cure della signorina Rottenmeier, severa governante di casa Seaseman.
    Ma Heidi non è abituata a rimanere chiusa tra i confini ristretti di una casa di città e pian pianino, nonostante la tenera amicizia che la lega a Clara, diventa malinconica. E’ essenziale che ritorni presto a casa…

    Si tratta di una bellissima favola in cui prevalgono i buoni sentimenti e l’amore per la natura.
    E mentre si legge non si può non associare a Heidi il bel faccino dei cartoons che l’ha resa famosa! I cartoons della mia infanzia, quelli istruttivi e privi di violenza che guardavo per ore intere.

    ha scritto il 

  • 1

    Troppo, troppo buonista per i miei gusti.
    Heidi è troppo "perfetta" nel libro e l'unica nota negativa è come tiranneggia Peter... e anche questo sembra essere una cosa positiva.
    La religiosità della seconda parte del libro è un po' difficile da digerire.

    ha scritto il 

  • 4

    35 anni dopo aver visto il mitico cartone animato affronto la lettura di questo classico per bambini cercando di non avere troppe aspettative. Sono rimasto molto ma molto deluso dall'assenza di Nebbia, il gran sanbernardo che fa compagnia al vecchio dell'alpe e quasi irritato dalla signorina Rott ...continua

    35 anni dopo aver visto il mitico cartone animato affronto la lettura di questo classico per bambini cercando di non avere troppe aspettative. Sono rimasto molto ma molto deluso dall'assenza di Nebbia, il gran sanbernardo che fa compagnia al vecchio dell'alpe e quasi irritato dalla signorina Rottenmeier che pur essendoci non si fa quasi notare (nemmeno con i suoi mitici misericordia!!!).
    Fatto il confronto passiamo al libro in se, molto scorrevole e soprattutto molto veloce tanto che ho il dubbio che non si tratti della versione integrale ma di una versione alleggerita sia pure ottimamente tradotta. Pur non essendo un romanzo di avventure non ci sono momenti di pausa o passaggi lenti, tutto scorre e continua a scorrere, la parte che personalmente ho trovato indigesta è quella che fa riferimento alla religione, credo che l'autrice avesse questo scopo nello scrivere il libro trasmettere un messaggio evangelico.
    A parte questo lettura sicuramente consigliata.

    ha scritto il 

  • 3

    Leggo "Heidi" di Johann Spyri e le mura di casa si dissolvono...
    Tutto a un tratto mi par di sentire la frescura dei monti e le soffici zolle erbose che frusciano al vento...

    ha scritto il 

  • 4

    Todo un clásico de la literatura infantil y juvenil.
    Fue una de mis primeras lecturas.
    Narrada con mucho encanto y sensibilidad, hace una descripción idílica y hermosa de los bellos parajes de los Alpes suizos.
    Está plagada de excelentes personajes, de amor por la naturaleza, y ...continua

    Todo un clásico de la literatura infantil y juvenil.
    Fue una de mis primeras lecturas.
    Narrada con mucho encanto y sensibilidad, hace una descripción idílica y hermosa de los bellos parajes de los Alpes suizos.
    Está plagada de excelentes personajes, de amor por la naturaleza, y de otros buenos valores.
    Han pasado ya muchos años. Tantos, que muchos la encontrarán desfasada y cursi. Pero yo todavía guardo de ella un grato y fabuloso recuerdo.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico

    Purtroppo ho letto un'altra versione prima di regalarla ad una zia, poi mi sono accorto all'ultimo che mancava tutta l'ultima parte, compreso l'arrivo di Clara in montagna e la guarigione. Poi ho comprato questa edizione ma l'ho prestata e così mi manca il finale.
    La grazia del racconto è a ...continua

    Purtroppo ho letto un'altra versione prima di regalarla ad una zia, poi mi sono accorto all'ultimo che mancava tutta l'ultima parte, compreso l'arrivo di Clara in montagna e la guarigione. Poi ho comprato questa edizione ma l'ho prestata e così mi manca il finale.
    La grazia del racconto è anche maggiore di quella del cartone animato, ma le facce ed i luoghi, per chi ha 30-40 anni, sono legate indiscutibilmente a ciò che abbiamo visto in tv.
    Apprezzo particolarmente ciò che i giapponesi per differenza culturale non potevano far risaltare, cioè il senso religioso che, con l'aiuto della nonna Saesemann, pare sorgere naturale in Heidi, la conversione del nonno grazie al candore della bambina e il senso di comunità dei paesani, che possono essere visti come ipocriti o anche in grado di cambiare.
    Si possono fare mille osservazioni sull'ingenuità, sull'inverosimiglianza, ecc., ma non hanno molto significato, è una favola... stupenda invero...

    ha scritto il 

Ordina per