Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Hey Nostradamus!

By

Publisher: Bloomsbury Publishing

4.0
(205)

Language:English | Number of Pages: 256 | Format: eBook | In other languages: (other languages) Italian , French

Isbn-13: 9781596917545 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Audio Cassette , Audio CD

Category: Crime , Fiction & Literature

Do you like Hey Nostradamus! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Pregnant and secretly married, Cheryl Anway scribbles what becomes her last will and testament on a school binder shortly before a rampaging trio of misfit classmates gun her down in a high school cafeteria. Overrun with paranoia, teenage angst, and religious zeal in the massacre's wake, this sleepy suburban neighborhood declares its saints, brands its demons, and moves on. But for a handful of people still reeling from that horrific day, life remains permanently derailed. Four dramatically different characters tell their stories: Cheryl, who calmly narrates her own death; Jason, the boy no one knew was her husband, still marooned ten years later by his loss; Heather, the woman trying to love the shattered Jason; and Jason's father, Reg, whose rigid religiosity has separated him from nearly everyone he loves. Hey Nostradamus! is an unforgettable portrait of people wrestling with spirituality and with sorrow and its acceptance.

Sorting by
  • 3

    Diciamoci la verità: Coupland è un genio, ma si trova più a sua agio di fronte ad un altro tipo di tematiche, rispetto a quelle che si possono trovare in questo libro. Può essere serio, ma solo se gioca a esserlo; se lo fa senza intermediazione, in modo diretto, rischia di perdere la sua peculiar ...continue

    Diciamoci la verità: Coupland è un genio, ma si trova più a sua agio di fronte ad un altro tipo di tematiche, rispetto a quelle che si possono trovare in questo libro. Può essere serio, ma solo se gioca a esserlo; se lo fa senza intermediazione, in modo diretto, rischia di perdere la sua peculiare magia.

    said on 

  • 5

    Douglas de Notre-Dame

    Che cosa succede quando degli eventi troppo tragici e violenti ci travolgono?
    Coupland usa quattro diferenti lenti di un prisma, ma tutte puntano al medesimo fuoco.
    Dopo un vano tentativo di arrabbiarsi con un dio incomprensibilmente cattivo, ad ognuno dei quattro protagonisti non rim ...continue

    Che cosa succede quando degli eventi troppo tragici e violenti ci travolgono?
    Coupland usa quattro diferenti lenti di un prisma, ma tutte puntano al medesimo fuoco.
    Dopo un vano tentativo di arrabbiarsi con un dio incomprensibilmente cattivo, ad ognuno dei quattro protagonisti non rimane che governare la vita che resta, loro soli artefici della loro non infelicita´.

    said on 

  • 3

    Coupland affronta un romanzo meno facile, rinunciando soprattutto al facile meccanismo dell'identificazione generazionale con quella massa di giovani geek attratti dai videogiochi, dall'informatica e con gran poca voglia di lavorare.


    Qui siamo alle prese con la strage in una scuola, con la ...continue

    Coupland affronta un romanzo meno facile, rinunciando soprattutto al facile meccanismo dell'identificazione generazionale con quella massa di giovani geek attratti dai videogiochi, dall'informatica e con gran poca voglia di lavorare.

    Qui siamo alle prese con la strage in una scuola, con la malinconia, col rapporto genitori-figli, con gli istinti repressi e con la religione. Il genere umano viene analizzato nella sua dimensione più oscura, intima e solitaria, ma che forse è anche la più vera.

    Quattro parti, raccontate tutte con la forma del diario: la ragazza della porta accanto assassinata in quella strage, il fidanzato Jason sopravissuto e che porterà sempre i segni di quell'esperienza, la convivente del ragazzo diventato ormai adulto, per quanto disadattato e infine suo padre.

    La quarta di copertina richiama l'humour dell'autore, ma forse è un copia & incolla da altre recensioni.

    Convince di più la prima metà del libro, poi i cerchi faticano a chiudersi.

    said on 

  • 4

    Religione e Violenza.

    Un libro strano di Coupland, più cupo rispetto alle altre sue opere, più duro, più triste. Un massacro ispirato a quello delle Columbine, raccontato da quattro diversi angoli e anche da altrettanti momenti temporali. L'elaborazione del dolore viene analizzata in un modo che oscilla tra il delicat ...continue

    Un libro strano di Coupland, più cupo rispetto alle altre sue opere, più duro, più triste. Un massacro ispirato a quello delle Columbine, raccontato da quattro diversi angoli e anche da altrettanti momenti temporali. L'elaborazione del dolore viene analizzata in un modo che oscilla tra il delicato e il crudele. Il vero protagonista è Jason, fulcro narrativo su cui si basano i racconti dello spirito della sua ragazza uccisa nella scuola, lui stesso dieci anni dopo, dalla sua nuova compagna e infine dal padre. Tutto visto attraverso una finestra che si affaccia su nostri tempi. Temi come la devozione al limite del parossistico, gli inganni celati dietro le credenze, la moralità, il fallimento vengono descritti in modo davvero efficace. Un bellissimo libro, davvero.

    said on 

  • 3

    Psicopatologia della vita quotidiana

    Premessa doverosa: l'ho letto svogliatamente e non è che il libro abbia contribuito a migliorare la situazione.


    E' il "solito" libro di Coupland su speranza, abbandono, deriva, religione e psicopatologia della vita quotidiana. Scritto alla sua maniera leggera ma intelligente e raccontato a ...continue

    Premessa doverosa: l'ho letto svogliatamente e non è che il libro abbia contribuito a migliorare la situazione.

    E' il "solito" libro di Coupland su speranza, abbandono, deriva, religione e psicopatologia della vita quotidiana. Scritto alla sua maniera leggera ma intelligente e raccontato a quattro voci dai protagonisti Cheryl, Jason, Heather e Reg.
    La parte che ritengo migliore è quella riguardante Jason, mentre le altre le ho trovate poco convincenti, sebbene non prive di spunti interessanti.

    Nota di colore: in seconda di copertina nella sinossi uno dei protagonisti è erroneamente chiamato Greg invece di Reg.

    said on 

  • 3

    " i believe that what separates humanity from everything else in this world -spaghetti, binder paper, deep-sea creatures, edelweiss and mount mckinley - is that humanity alone has the capacity at any given moment to committ all possible sins. "

    said on 

  • 0

    a me è piaciuto parecchio, ma per motivi strettamente personali.
    quindi mi limiterò a dire che è tornato il vecchio coupland ma ha conservato la nuova passione per i colpi di scena (che a me, francamente, non piace. è una questione di linearità di trama, occhei?).
    quindi se normalment ...continue

    a me è piaciuto parecchio, ma per motivi strettamente personali.
    quindi mi limiterò a dire che è tornato il vecchio coupland ma ha conservato la nuova passione per i colpi di scena (che a me, francamente, non piace. è una questione di linearità di trama, occhei?).
    quindi se normalmente vi piace coupland (quello di "la vita dopo dio", tipo, beh, suppongo vi piacerà pure questo).
    se invece non avete mai letto coupland, magari iniziate da microservi, o da generazione x.
    ah, questo è un libro tristissimo, che ve lo dico a fare

    said on