Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Hey Nostradamus!

By Douglas Coupland

(0)

| eBook | 9781596917545

Like Hey Nostradamus! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Pregnant and secretly married, Cheryl Anway scribbles what becomes her last will and testament on a school binder shortly before a rampaging trio of misfit classmates gun her down in a high school cafeteria. Overrun with paranoia, teenage angst, Continue

Pregnant and secretly married, Cheryl Anway scribbles what becomes her last will and testament on a school binder shortly before a rampaging trio of misfit classmates gun her down in a high school cafeteria. Overrun with paranoia, teenage angst, and religious zeal in the massacre's wake, this sleepy suburban neighborhood declares its saints, brands its demons, and moves on. But for a handful of people still reeling from that horrific day, life remains permanently derailed. Four dramatically different characters tell their stories: Cheryl, who calmly narrates her own death; Jason, the boy no one knew was her husband, still marooned ten years later by his loss; Heather, the woman trying to love the shattered Jason; and Jason's father, Reg, whose rigid religiosity has separated him from nearly everyone he loves. Hey Nostradamus! is an unforgettable portrait of people wrestling with spirituality and with sorrow and its acceptance.

41 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Diciamoci la verità: Coupland è un genio, ma si trova più a sua agio di fronte ad un altro tipo di tematiche, rispetto a quelle che si possono trovare in questo libro. Può essere serio, ma solo se gioca a esserlo; se lo fa senza intermediazione, in m ...(continue)

    Diciamoci la verità: Coupland è un genio, ma si trova più a sua agio di fronte ad un altro tipo di tematiche, rispetto a quelle che si possono trovare in questo libro. Può essere serio, ma solo se gioca a esserlo; se lo fa senza intermediazione, in modo diretto, rischia di perdere la sua peculiare magia.

    Is this helpful?

    Little Icelander said on Jan 3, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Douglas de Notre-Dame

    Che cosa succede quando degli eventi troppo tragici e violenti ci travolgono?
    Coupland usa quattro diferenti lenti di un prisma, ma tutte puntano al medesimo fuoco.
    Dopo un vano tentativo di arrabbiarsi con un dio incomprensibilmente cattivo, ad og ...(continue)

    Che cosa succede quando degli eventi troppo tragici e violenti ci travolgono?
    Coupland usa quattro diferenti lenti di un prisma, ma tutte puntano al medesimo fuoco.
    Dopo un vano tentativo di arrabbiarsi con un dio incomprensibilmente cattivo, ad ognuno dei quattro protagonisti non rimane che governare la vita che resta, loro soli artefici della loro non infelicita´.

    Is this helpful?

    mr zorina said on Aug 19, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Coupland affronta un romanzo meno facile, rinunciando soprattutto al facile meccanismo dell'identificazione generazionale con quella massa di giovani geek attratti dai videogiochi, dall'informatica e con gran poca voglia di lavorare.

    Qui siamo alle ...(continue)

    Coupland affronta un romanzo meno facile, rinunciando soprattutto al facile meccanismo dell'identificazione generazionale con quella massa di giovani geek attratti dai videogiochi, dall'informatica e con gran poca voglia di lavorare.

    Qui siamo alle prese con la strage in una scuola, con la malinconia, col rapporto genitori-figli, con gli istinti repressi e con la religione. Il genere umano viene analizzato nella sua dimensione più oscura, intima e solitaria, ma che forse è anche la più vera.

    Quattro parti, raccontate tutte con la forma del diario: la ragazza della porta accanto assassinata in quella strage, il fidanzato Jason sopravissuto e che porterà sempre i segni di quell'esperienza, la convivente del ragazzo diventato ormai adulto, per quanto disadattato e infine suo padre.

    La quarta di copertina richiama l'humour dell'autore, ma forse è un copia & incolla da altre recensioni.

    Convince di più la prima metà del libro, poi i cerchi faticano a chiudersi.

    Is this helpful?

    Andrea Sartorati said on May 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    buon vecchio doug, se tu fossi un cavallo da corsa non avrei dubbi a puntare ogni volta su di te.

    Is this helpful?

    Nick Molise said on May 11, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book