His Dark Materials Gift Set 'Northern Lights', 'the Subtle Knife', 'the Amber Spyglass

By

Publisher: Scholastic Point

4.2
(1430)

Language: English | Number of Pages: 224 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , French , Italian , Spanish

Isbn-10: 0439994799 | Isbn-13: 9780439994798 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Audio CD , Library Binding , eBook

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like His Dark Materials Gift Set 'Northern Lights', 'the Subtle Knife', 'the Amber Spyglass ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A gift set of all three books in the acclaimed "Dark Materials" trilogy in one slipcase.
Sorting by
  • 5

    Da leggere

    Bellissima trilogia che avevo iniziato (solo il primo libro) prima che tutti e tre i libri fossero pubblicati.
    Sicuramente l'audiolibro con la narrazione di Philip Pullman è una chicca.

    said on 

  • 5

    La miglior trilogia mai letta

    Adoro questa trilogia.
    Lyra, Will e molti altri personaggi si sono guadagnati un angolino del mio cuore!
    Stupefacente è il modo in cui Pullman descrive la chiesa del mondo di Lyra, utilizzando tutti q ...continue

    Adoro questa trilogia.
    Lyra, Will e molti altri personaggi si sono guadagnati un angolino del mio cuore!
    Stupefacente è il modo in cui Pullman descrive la chiesa del mondo di Lyra, utilizzando tutti quegli avvenimenti del passato o i dubbi sull'esistenza di un'autorità per far sembrare la chiesa cattiva e manipolatrice.
    A coloro che si fanno condizionare dal film per leggere i libri: se avete un CD del film, bruciatelo. Non rende nemmeno un quarto della storia, manca di particolari, personalità dei personaggi, citazioni...

    said on 

  • 3

    Parzialmente deludente

    Il libro è molto lungo e, pur piacendo, non mi ha coinvolto a sufficienza per leggerlo di continuo.
    Sicuramente posso dire che è uno dei classici fantasy a più livelli di lettura, si comprende chiaram ...continue

    Il libro è molto lungo e, pur piacendo, non mi ha coinvolto a sufficienza per leggerlo di continuo.
    Sicuramente posso dire che è uno dei classici fantasy a più livelli di lettura, si comprende chiaramente la volontà dell'autore di esplorare nuove ipotesi e contrastare la mentalità cattolica dell'epoca a in aperto contrasto con l'opera di Lewis: "Le cronache di Narnia " L' autore ci presenta un mondo con una chiesa predominante che imponeva il suo modus operandi a tutte le nazioni e la presenza costante di un braccio armato ecclesiastico che incombe sui vari regni.
    Tutto inizia con i discorsi ascoltati da Lyra in una Stanza del college ove abita come serva, è stata affidata alle cure degli studiosi da lord Asriel, che poi si scoprirà essere suo padre.
    Durante la narrazione scopriremo l'importanza di Lyra nella storia, della signora Coulter a di molti altri personaggi tutti molto ben caratterizzati. Le scopo della ricerca di Lyra e di altri personaggi e antagonisti sarà intorno alla "polvere" una sostanza quasi invisibile che aleggia nei Mondi. L'autore ipotizza la possibilità di altre realtà alle quali è possibile accedere in diversi modi, il coinvolgimento di angeli a altri personaggi mitici per spiegare che al comando delle schiere dei cieli non vi è più l'Autorità come professa la chiesa ma vi è Enoch nipote di Adamo che aveva spodestato l'Autorità.
    I personaggi sono molto ben caratterizzati ma e lo stile di scrittura è troppo lento e pesante nel procedere, in conclusione non mi ha coinvolto. Avendone sentito parlare molto bene a aver da anche letto molti pareri positivi ci sono rimasto male ma: "Non si può piacere a tutti."

    Questo libro ha comunque tutta la caratteristiche di una grande opera, semplicemente io non l'ho apprezzata.

    said on 

  • 5

    1 La bussola d'oro

    Ho visto il film anni fa e devo dire che il libro è molto più ricco di particolari,la storia fantasy è abbastanza trascinante,anche se lo stile è un po' lento,l'unico mio problema s ...continue

    1 La bussola d'oro

    Ho visto il film anni fa e devo dire che il libro è molto più ricco di particolari,la storia fantasy è abbastanza trascinante,anche se lo stile è un po' lento,l'unico mio problema sono i nomi dei personaggi che mi sembrano un po' complicati da ricordare.
    Interessante la spiegazione di cosa è un daimon e il forte legame che ha con il suo umano,però bisogna attendere quasi la fine del libro,ma tante cose sono ancora confuse,ad esempio l'aletiometro non mi è ben chiaro,non vedo l'ora di leggermi il secondo.
    Lyra,la protagonista principale,l'ho amata fin da subito: è una bimba di 11 anni che non si perde davanti alle difficoltà,è molto curiosa e sa distinguere perfettamente il bene dal male e raramente, ha paura.
    Il suo mondo potrebbe essere come il nostro,ma ci sono sostanziali differenze nei suoi abitanti che sono sia umani che fantastici e poi c'è questa misteriosa Polvere che mi ha incuriosito molto e che fa da ponte per il secondo volume. Il finale è completamente diverso dal film.

    2 La lama sottile

    Ho solo un aggettivo per questo secondo volume: SPLENDIDO.
    Il ritmo si fa più incalzante e la rivelazione finale è davvero sorprendente.
    Se ho amato Lyra nel primo volume,in questo ho adorato Will,una bambino che vive nel nostro mondo con una madre con grandi problemi mentali,ma lui riesce a proteggerla da tutto e da tutti,anche se questo vuol dire condurre una vita completamente solo. Fino a quando,una gattina,gli fa scoprire un portale su un altro mondo,ed è qui che si incontrerà con Lyra e vivranno avventure fantastiche. Lui è alla ricerca del padre e scoprirà quale sarà veramente il suo destino ,mentre lei è alla ricerca di un Accademico,da noi scienziato,che l'aiuti a capire qualcosa in più sulla misteriosa Polvere. Il finale è davvero sorprendente: mi aspettavo di tutto ma non che Lyra fosse...
    A muovere i fili,una sempre più cattiva signora Coulter.
    Ora,che la grande guerra abbia inizio!

    3 Il cannocchiale d'ambra

    Capitolo finale di questa trilogia fantasy che ha saputo tenermi completamente incollata alla storia.
    Comincia lentamente,tutti i personaggi si sono separati,chi per iniziare la battaglia,chi per cercare Lyra,chi per saperne di più su questa misteriosa Polvere.
    Nuovi mondi vengono esplorati e grandi problemi sono affrontati,strani aiuti andranno incontro ai protagonisti,sottoforma di popoli ed esseri davvero fantasiosi.
    Lyra e Will stanno crescendo,avvicinandosi all'età adulta e ad una grandissima responsabilità che li porterà ad un finale davvero degno di nota e che mi ha soddisfatto completamente.

    Ho letto questa trilogia veramente tutta in un fiato e non mi succedeva da tempo per libri fantasy. Non ritengo affatto che sia solo per bambini, i temi trattati in sottofondo e con un linguaggio per nulla pesante,sono molto interessanti.
    Lo scrittore ha saputo creare dalla realtà che ci circonda,mondi paralleli,tutti con una loro perfetta logica; alcuni personaggi sono ben caratterizzati fin da subito,altri più ambigui, destano sospetto fino alla fine creando un accattivante mistero,sempre all'interno dell'eterna lotta tra bene e male.
    Sicuramente è una trilogia che consiglio di leggere a chi ama volare con la fantasia.

    said on 

  • 3

    Devo ammettere che questo libro mi è piaciuto più di quanto mi aspettassi. Non solo si legge molto bene, ma anche i temi trattati sono curiosi e interessanti. Naturalmente il tutto è avvolto da una fa ...continue

    Devo ammettere che questo libro mi è piaciuto più di quanto mi aspettassi. Non solo si legge molto bene, ma anche i temi trattati sono curiosi e interessanti. Naturalmente il tutto è avvolto da una fantastica avventura.
    Il primo libro LA BUSSOL D'ORO mi è piaciuto molto, mi ha tenuta attaccata alle pagine fino alla fine e nonostante avessi visto il film (come quasi tutti) è come se imparassi la storia in quel momento; non perché come spesso succede il libro e il film sono due cose completamente diverse, ma semplicemente perché il libro è di gran lunga più completo e coinvolgente, si capiscono molte più cose e di conseguenza ci si pone molte più domande e si è subito spinti a leggere il continuo.
    Il secondo libro LA LAMA SOTTILE è quello che mi è piaciuto di più. Innanzitutto fa la camparsa quello che sarà il coprotagonista insieme a Lyra fino alla fine della storia. Mi è piaciuto molto, è un bel personaggio a mio parare e la cosa più bella è che si impara a conoscerlo man mano che ci si addentra nella lettura e, sebben all'inizio possa risultare un po' antipatico, presto si impara ad amarlo. Anche qui la storia procede molto bene, nonostante un inizio un po' lentino, prende nel giro di qualche capitolo una buona andatura e si arriva alla fine pieni di aspettative.
    Ed è qui che "casca l'asino"... Il terzo libro IL CANNOCCHIALE D'AMBRA è quello che mi ha preso di meno, nonostante da dopo la metà inizi ad essere più scorrevole e sicuramente più interessante. Qui ci sono un sacco di novità, ma soprattutto tutte le risposte alle domande che hanno accompagnato tutta la lettura (e meno male!) . Anche il finale non è niente male, non è uno da "e vissero tutti felici e contenti" ma per quanto possibile ci si avvicina parecchio.
    Nel complesso devo dire che il libro è molto bello, mi è piaciuto e fra tutti il personaggio che più mi ha stretto il cuore è stato quello di Lee Scoresby ;)

    said on 

  • 4

    Be' se avete visto il film La bussola d'oro, dimenticatelo. Il libro è infinite volte più bello. Stile diretto schietto e in qualche caso impertinente, se considerate chi è la protagonista, prende e d ...continue

    Be' se avete visto il film La bussola d'oro, dimenticatelo. Il libro è infinite volte più bello. Stile diretto schietto e in qualche caso impertinente, se considerate chi è la protagonista, prende e di brutto. Mi fa smettere di leggere solo l'allarme che mi lanciano i miei occhi malandati. È da regalare ai bambini/e un po' pestiferi e avventurieri. inoltre il tema principale del libro, è un tema che almeno la mia generazione sente molto, quando si parla di chiesa (in generale). eh si, perchè la trilogia ruota intorno ad una profonda critica sulla chiesa, intesa come strumento di controllo brutale e spietato, incapace di ascoltare pareri discordi dal proprio... vi ricorda per caso qualcosa? in più c'è la sempre presente e mai banale contrapposizione scienza chiesa. l'uomo insieme a Dio ha sempre avuto una scienza che tentasse di limitarne il potere. dalla metafisica, alla fantascientifica alchimia, fino alla fisica. è un fantasy molto intrigante. non credo che si debba limitarne la lettura da un età all'altra. funziona e si può leggere senza troppo dispendio di energie per la comprensione. Unico difetto è il terzo libro. Si dilunga un po' nei capitoli, per me, morti su Mary Malone. Ma niente di più.

    said on 

  • 5

    Un libro matriosca che fa sognare e pensare !

    Una narrazione serrata e appassionate, scrigno di intense riflessioni e rimandi filosofici. Un libro-matriosca con diversi livelli di lettura , apprezzabile massimamente a tutte le età.

    said on 

  • 3

    Il voto finale è dato dalla trilogia totale che, a parer mio, è andata un po' scemando.
    Singolarmente i voti sono
    5/5 la bussola d'oro
    4/5 la lama sottile
    2,5/5 il cannocchiale d'ambra.

    Nel primo libr ...continue

    Il voto finale è dato dalla trilogia totale che, a parer mio, è andata un po' scemando.
    Singolarmente i voti sono
    5/5 la bussola d'oro
    4/5 la lama sottile
    2,5/5 il cannocchiale d'ambra.

    Nel primo libro sei davvero invogliato a continuare per vedere come proseguiranno le vicende di Lyra. L'ambientazione è ben costruita e intrigante, con personaggi, razze, e così via che ti lasciano il segno e sono costruiti con attenzione e profondità.
    Il secondo libro prosegue su questa scia, sebbene non abbia trovato del tutto convincente la parte di Will. L'idea delle finestre sui vari mondi è notevole, ma è mancato qualcosa a parer mio, o comunque non è stata sviluppata bene.
    Il terzo libro invece mi ha parecchio delusa, specie dopo i primi due. In genere uno spera che in una trilogia ci sia una parabola ascendente o almeno costante, invece il voto si è nettamente abbassato. Troppe cose messe assieme ed in un modo confusionario in cui vanno a perdersi anche personaggi interessanti come i Gallivespiani che avrebbero meritato più attenzione.La parte della dottoressa Malone poi non mi ha intrigato per niente.

    In conclusione è una discreta trilogia che poteva essere condotta meglio considerata l'indubbia bellezza dei primi due libri. Il terzo purtroppo abbassa nettamente il mio voto finale.
    I miei personaggi preferiti sono senza dubbio Lee Scoresby e Lord Asriel, sebbene quest'ultimo non abbia tutta l'attenzione che meriterebbe: ho tanto atteso il terzo libro per poter leggere ancora di lui ma le mie aspettative sono state solo in parte rispettate.
    Completamente rovinata nel terzo libro è invece Marisa Culter: era partita come un personaggio odioso e proprio per questo perfetto... questa "redenzione" a madre amorevole e preoccupata per il destino della figlia proprio non mi ha assolutamente convinto.

    Quanto alla protagonista, capisco che l'intera trilogia sia anche un viaggio verso la maturità, ma la freschezza e la profondità della Lyra de La bussola d'oro vengono a mancare specie nel terzo libro. E questo è difficile da digerire dopo che nel primo e nel secondo aveva fatto faville.

    Insomma, troppe trame mischiate (e non sempre necessarie) hanno in parte rovinato un buon lavoro.
    Peccato

    said on 

  • 3

    Carino

    LA BUSSOLA D'ORO: 4/5 7/10
    Era da anni che volevo leggere questo libro, infatti fino ad adesso non ho mai visto il film perchè non volevo rovinarmi la lettura.
    All'inizio il libro è partito molto lent ...continue

    LA BUSSOLA D'ORO: 4/5 7/10
    Era da anni che volevo leggere questo libro, infatti fino ad adesso non ho mai visto il film perchè non volevo rovinarmi la lettura.
    All'inizio il libro è partito molto lento e anche un po' noioso, in quanto non si capiva cosa fossero i daimon e lo scopri solo a metà libro, la Polvere è un mistero e te lo porti sino alla fine di questo primo libro.
    Mi è piaciuta però l'idea che ogni umano e strega avesse il suo daimon, sarebbe una cosa bellissima, la furbizia di Lyra e il suo coraggio, l'aiuto degli orsi e delle streghe con i vari scontri che si sono venuti a creare, molto carino, non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà nel secondo libro.

    LA LAMA SOTTILE: 3/5 6/10
    Il secondo capitolo della saga è stato un po' una delusione, perchè non ci sono stati colpi di scena, battaglie significative ed emozioni forti.
    In questo capitolo appare al fianco della protagonista Will che viene da un mondo diverso da quello di Lyra, in qualche modo i due diventano amici e anche se hanno scopi differenti continuano la loro "avventura" insieme. E' stato solo un susseguirsi di ricerche, Will che cerca il padre, Lyra che cerca di capire il significato della Polvere, Lee che cerca vari personaggi per riuscire ad aiutare Lyra, tutto per poi arrivare alla parte finale e capire che scoprirai tutto nel capitolo finale della saga. Speriamo che questi dubbi vengano dissipati ne "Il cannocchiale d'ambra".

    IL CANNOCCHIALE D'AMBRA: 3/5 6/10

    Ultimo capitolo della saga, è stato molto difficile terminarlo, in quanto in molti punti si dilungava troppo in particolari che secondo me potevano essere anche evitati. Si sono rivalutati dei personaggi e conosciuti altri, che hanno completato la storia. Il finale mi è piaciuto molto, in quanto alla fine si è fatto ciò che era giusto e non quello che l'istinto, l'orgoglio e l'egoismo molte volte l'autore spinge a far prevalere sui protagonisti. Nel complesso un trilogia carina, anche se mi aspettavo di meglio.
    Nel complesso do 3 stelline e mezzo alla trilogia che si tramuta in un 6 e mezzo su 10.

    said on 

Sorting by