Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

His Dark Materials Trilogy

(The Golden Compass; The Subtle Knife; The Amber Spyglass) (His Dark Materials)

By

Publisher: Knopf Books for Young Readers

4.2
(1386)

Language:English | Number of Pages: 1312 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , French , Italian , Spanish

Isbn-10: 0375842381 | Isbn-13: 9780375842382 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Audio CD , Library Binding , eBook

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like His Dark Materials Trilogy ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
FOR THE FIRST time, the hardcover editions of Philip Pullman's awardwinning His Dark Materials trilogy (The Golden Compass, The Subtle Knife, and The Amber Spyglass) with the original, classic covers by Eric Rohmann, will be available in a boxed set.
Sorting by
  • 4

    Be' se avete visto il film La bussola d'oro, dimenticatelo. Il libro è infinite volte più bello. Stile diretto schietto e in qualche caso impertinente, se considerate chi è la protagonista, prende e d ...continue

    Be' se avete visto il film La bussola d'oro, dimenticatelo. Il libro è infinite volte più bello. Stile diretto schietto e in qualche caso impertinente, se considerate chi è la protagonista, prende e di brutto. Mi fa smettere di leggere solo l'allarme che mi lanciano i miei occhi malandati. È da regalare ai bambini/e un po' pestiferi e avventurieri.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Il libro-matriosca che fa sognare e riflettere!

    Una narrazione stilisticamente apprezzabile e appassionante, scrigno di intense riflessioni e rimandi filosofici. Un libro matriosca a diversi livelli di lettuta , pienamente apprezzabile per questo ...continue

    Una narrazione stilisticamente apprezzabile e appassionante, scrigno di intense riflessioni e rimandi filosofici. Un libro matriosca a diversi livelli di lettuta , pienamente apprezzabile per questo a tutte le età.

    said on 

  • 5

    Un libro matriosca che fa sognare e pensare !

    Una narrazione serrata e appassionate, scrigno di intense riflessioni e rimandi filosofici. Un libro-matriosca con diversi livelli di lettura , apprezzabile massimamente a tutte le età.

    said on 

  • 3

    Il voto finale è dato dalla trilogia totale che, a parer mio, è andata un po' scemando.
    Singolarmente i voti sono
    5/5 la bussola d'oro
    4/5 la lama sottile
    2,5/5 il cannocchiale d'ambra.

    Nel primo libr ...continue

    Il voto finale è dato dalla trilogia totale che, a parer mio, è andata un po' scemando.
    Singolarmente i voti sono
    5/5 la bussola d'oro
    4/5 la lama sottile
    2,5/5 il cannocchiale d'ambra.

    Nel primo libro sei davvero invogliato a continuare per vedere come proseguiranno le vicende di Lyra. L'ambientazione è ben costruita e intrigante, con personaggi, razze, e così via che ti lasciano il segno e sono costruiti con attenzione e profondità.
    Il secondo libro prosegue su questa scia, sebbene non abbia trovato del tutto convincente la parte di Will. L'idea delle finestre sui vari mondi è notevole, ma è mancato qualcosa a parer mio, o comunque non è stata sviluppata bene.
    Il terzo libro invece mi ha parecchio delusa, specie dopo i primi due. In genere uno spera che in una trilogia ci sia una parabola ascendente o almeno costante, invece il voto si è nettamente abbassato. Troppe cose messe assieme ed in un modo confusionario in cui vanno a perdersi anche personaggi interessanti come i Gallivespiani che avrebbero meritato più attenzione.La parte della dottoressa Malone poi non mi ha intrigato per niente.

    In conclusione è una discreta trilogia che poteva essere condotta meglio considerata l'indubbia bellezza dei primi due libri. Il terzo purtroppo abbassa nettamente il mio voto finale.
    I miei personaggi preferiti sono senza dubbio Lee Scoresby e Lord Asriel, sebbene quest'ultimo non abbia tutta l'attenzione che meriterebbe: ho tanto atteso il terzo libro per poter leggere ancora di lui ma le mie aspettative sono state solo in parte rispettate.
    Completamente rovinata nel terzo libro è invece Marisa Culter: era partita come un personaggio odioso e proprio per questo perfetto... questa "redenzione" a madre amorevole e preoccupata per il destino della figlia proprio non mi ha assolutamente convinto.

    Quanto alla protagonista, capisco che l'intera trilogia sia anche un viaggio verso la maturità, ma la freschezza e la profondità della Lyra de La bussola d'oro vengono a mancare specie nel terzo libro. E questo è difficile da digerire dopo che nel primo e nel secondo aveva fatto faville.

    Insomma, troppe trame mischiate (e non sempre necessarie) hanno in parte rovinato un buon lavoro.
    Peccato

    said on 

  • 3

    Carino

    LA BUSSOLA D'ORO: 4/5 7/10
    Era da anni che volevo leggere questo libro, infatti fino ad adesso non ho mai visto il film perchè non volevo rovinarmi la lettura.
    All'inizio il libro è partito molto lent ...continue

    LA BUSSOLA D'ORO: 4/5 7/10
    Era da anni che volevo leggere questo libro, infatti fino ad adesso non ho mai visto il film perchè non volevo rovinarmi la lettura.
    All'inizio il libro è partito molto lento e anche un po' noioso, in quanto non si capiva cosa fossero i daimon e lo scopri solo a metà libro, la Polvere è un mistero e te lo porti sino alla fine di questo primo libro.
    Mi è piaciuta però l'idea che ogni umano e strega avesse il suo daimon, sarebbe una cosa bellissima, la furbizia di Lyra e il suo coraggio, l'aiuto degli orsi e delle streghe con i vari scontri che si sono venuti a creare, molto carino, non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà nel secondo libro.

    LA LAMA SOTTILE: 3/5 6/10
    Il secondo capitolo della saga è stato un po' una delusione, perchè non ci sono stati colpi di scena, battaglie significative ed emozioni forti.
    In questo capitolo appare al fianco della protagonista Will che viene da un mondo diverso da quello di Lyra, in qualche modo i due diventano amici e anche se hanno scopi differenti continuano la loro "avventura" insieme. E' stato solo un susseguirsi di ricerche, Will che cerca il padre, Lyra che cerca di capire il significato della Polvere, Lee che cerca vari personaggi per riuscire ad aiutare Lyra, tutto per poi arrivare alla parte finale e capire che scoprirai tutto nel capitolo finale della saga. Speriamo che questi dubbi vengano dissipati ne "Il cannocchiale d'ambra".

    IL CANNOCCHIALE D'AMBRA: 3/5 6/10

    Ultimo capitolo della saga, è stato molto difficile terminarlo, in quanto in molti punti si dilungava troppo in particolari che secondo me potevano essere anche evitati. Si sono rivalutati dei personaggi e conosciuti altri, che hanno completato la storia. Il finale mi è piaciuto molto, in quanto alla fine si è fatto ciò che era giusto e non quello che l'istinto, l'orgoglio e l'egoismo molte volte l'autore spinge a far prevalere sui protagonisti. Nel complesso un trilogia carina, anche se mi aspettavo di meglio.
    Nel complesso do 3 stelline e mezzo alla trilogia che si tramuta in un 6 e mezzo su 10.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Tolgo una stella per

    SPOILER

    il finale in cui sboccia l'amore, cosa che secondo me si poteva evitare.. il messaggio finale però mi è piaciuto molto.. avere delle storie da raccontare =) ...continue

    Tolgo una stella per

    SPOILER

    il finale in cui sboccia l'amore, cosa che secondo me si poteva evitare.. il messaggio finale però mi è piaciuto molto.. avere delle storie da raccontare =)

    said on 

  • 1

    Abbandonato dopo aver terminato il primo volume della trilogia, "La bussola d'oro".
    Non riesco a comprendere l'origine del successo di questa serie.

    said on 

  • 5

    Lavoriamo insieme per costruire la Repubblica dei Cieli

    Devo premettere che non condivido in toto il modo di vedere dell'autore, mi sono ritrovata ad essere polemica e in disaccordo in vari punti.
    Mi ha invece commosso tantissimo quello che ho interpretato ...continue

    Devo premettere che non condivido in toto il modo di vedere dell'autore, mi sono ritrovata ad essere polemica e in disaccordo in vari punti.
    Mi ha invece commosso tantissimo quello che ho interpretato come il messaggio finale del libro: la vita è un dono, in ogni sua forma. Tutti noi, sia buoni che cattivi (ma chi è veramente buono? Chi è veramente cattivo?) abbiamo uno scopo da raggiungere. Lo scegliamo noi? Vi siamo destinati? Non lo so.
    So che comunque c'è e non dobbiamo scordarlo. Dobbiamo vivere, sbagliare, imparare, perché il tempo non aspetta nessuno.
    Una vita vuota, fatta solo per noi stessi, per il nostro egoismo, non suscita interesse... Possiamo ingannare gli altri, ma non la morte.
    Le AZIONI hanno peso e significato; le BUGIE e le PAROLE VUOTE sono solo suoni inarticolati che si perdono nel vento e si dimenticano.
    Dobbiamo stare attenti a quello che seminiamo: i tagli bruschi, la cattiveria e l'ignoranza generano spettri che, a poco a poco, rubano la nostra anima e ci lasciano come gusci vuoti, automi senza vita che non valgono nulla.
    Dobbiamo essere curiosi, affamati di verità, di luce, di saggezza. Dobbiamo essere aperti verso gli altri, non chiuderci nella nostra superbia, nella nostra presunzione di essere meglio.
    Dobbiamo fare in modo che la nostra storia abbia un significato e sia bella da raccontare, una volta finita.

    said on 

  • 5

    Una trilogia bellissima. Se avete visto il film de "La bussola d'oro" non avete neanche colto l'1% dell'essenza di questo libro.
    Un viaggio appassionante, coinvolgente, ma anche meditativo.
    E' proprio ...continue

    Una trilogia bellissima. Se avete visto il film de "La bussola d'oro" non avete neanche colto l'1% dell'essenza di questo libro.
    Un viaggio appassionante, coinvolgente, ma anche meditativo.
    E' proprio il mix perfetto tra le strane creature, i personaggi indimenticabili e il toccare temi profondi che rendono il tutto, se possibile, ancora più magico.

    Una fantastica storia dove la concezione di buono o cattivo viene superata e lasciata parecchio alle spalle. I continui spunti sulla religione e sui poteri che la "governano" elevano in qualche modo la trama ad un livello superiore, portandola, a mio avviso, abbastanza lontana dall'idea piuttosto diffusa che: "è un libro con personaggi fantastici, quindi è un libro da bambini".

    said on 

Sorting by