Hitler e l'enigma del consenso

Voto medio di 148
| 30 contributi totali di cui 22 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Perché proprio Hitler? In che modo è stato possibile che un individuo così mediocre, un signor nessuno, sia arrivato ad esercitare un influsso tanto drammatico sui destini di uomini e nazioni, a scatenare un secondo conflitto mondiale e istigare il p ...Continua
Sendo
Ha scritto il 27/08/14
Dobbiamo conoscere il nostro passato per cercare di evitare gli errori già commessi ed inficiare il nostro futuro. Sembra invece che sempre meno persone siano consapevoli di questa situazione e l'ignoranza del passato porta a ripetere azioni e idee g...Continua
Elisa Catani1
Ha scritto il 13/03/14

Non racconta solo la vita di Adolf Hitler, ma anche tutti i contesti e i lati meno considerati del periodo e delle persone che lo circondavano.

danielajap ( il...
Ha scritto il 15/03/13

Un saggio chiaro e molto equilibrato, che non è poco visto l'argomento trattato.

  • 1 mi piace
Raperîn
Ha scritto il 15/01/13

Odio prendere i libri dalla biblioteca solo perché qualcun'altro si è dato alla pazza sottolineatura. Un po' di contegno, perdiana!

  • 3 mi piace
  • 1 commento
Luca Mazzei
Ha scritto il 03/09/12
Saggio ragionato sul consenso che hitler riuscì ad ottenere in germania: le cause e le motivazioni di tale consenso furono tante e Kershaw è molto bravo nel ricercarle ed analizzarle. Spesso la storia ci insegna che le dittature ed i dittatori riesco...Continua

Fla
Ha scritto il May 06, 2008, 19:24
...ma sempre continueremo a stupirci per la rapidità con cui una democrazia progedita potè soccombere di fronte alla politica hitleriana di rinascita nazionale e lasciare spazio alla negazione totaledei valori della civiltà e a una guerra di stermini...Continua
Pag. 261
Fla
Ha scritto il May 06, 2008, 19:19
L'impossibilità di cambiare le sorti del conflitto trovò riflesso in un'irrazionalità sempre piùselvaggia, che esercitò un impatto catastrofico sulla struttura e sulla condotta del governo, mentre l'incapacità di concludere la guerra con una vittoria...Continua
Pag. 205
Fla
Ha scritto il May 06, 2008, 19:12
Sbaglia, dunque chi pensa che il genocidio fu una conseguenza secondaria della guerra, perchè esso, ne costituì la premessa logica.
Pag. 234
Fla
Ha scritto il May 06, 2008, 19:05
Possiamo, quindi concluere che il genocidio perpetrato nella Germania nazista fu tutt'altro che la decisione di un singolo uomo, ma piuttosto il prodotto dell'imediata disponibilità, da parte di ampi e vari settori della società tedesca, a "lavorare"...Continua
Pag. 201
Fla
Ha scritto il May 04, 2008, 18:51
I rapporti di potere nel Terzo Reich sono stati paragonati a quelli di un sistema terdo-feudale, fondato sullo scambio tra lealtà personale verso il capo e libertà d'azione dei suoi seguaci all'interno dei loro feudi privati.
Pag. 150

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Andrea Carnevale
Ha scritto il Dec 09, 2016, 10:29
L'ascesa e la caduta non solo di un dittatore, ma di una dittatura atipica nel mondo occidentale e non solo. Il libro si sofferma sul modo in cui Hitler riuscì a tenere in ostaggio e ad ipnotizzare una intera nazione. Cosa ha permesso l'esistenza di...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi