Ho servito il re d'Inghilterra

Voto medio di 1481
| 148 contributi totali di cui 132 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 1 video
MargheBia
Ha scritto il 29/03/18

un flusso di pensieri senza respiro. mi spiace, forse per me non è il momento ideale per una lettura di questo tipo, ma non sono proprio riuscita ad andare oltre le prime trenta pagine

Lucy ebbasta
Ha scritto il 21/11/17
Faticoso
...e vedevo quelle bandiere rosse con le croci uncinate degustate dal fuoco, le bandiere e gli stendardi bruciavano crepitando, come se al fuoco piacessero in maniera particolare, al fuoco che saliva su per la stoffa rossa e per l'estremità nera che...Continua
Lamù
Ha scritto il 03/09/17

Librino originale che forse non ho apprezzato abbastanza a causa della tecnica narrativa utilizzata. Un flusso di coscienza con pochissime interruzioni, nel quale è facile perdere i particolari della storia.

Marcella
Ha scritto il 04/08/17
SPOILER ALERT
Non sono un'appassionata di letteratura ceca e, dopo la lettura di questo libro, non lo diventerò. Ho faticato a metabolizzare questa prosa costruita per asindeti. Mi restano alcune meravigliose suggestioni, alcune immagini di scene dal forte potere...Continua
Renato Fianco
Ha scritto il 07/04/17
SPOILER ALERT
L'incredibile diventa realtà
Incipit: "State attenti a quello che adesso vi dico. Quando arrivai all’hôtel Praga, il capo mi prese per l’orecchia sinistra e tirandomela dice: «Qui tu sei piccolo di sala, perciò ricordati! Non hai visto niente, non hai sentito niente! Ripeti!»....Continua

Kobayashi
Ha scritto il Apr 27, 2013, 16:26
E poi ritornavo con la spesa a casa, riflettevo lungo la strada, per tutta la strada chiacchieravo, raccontavo di nuovo tutto quello che avevo detto e fatto quel giorno, e domandavo se l'avevo detto e fatto nel modo giusto, e io consideravo giuste so...Continua
Pag. 209
Kobayashi
Ha scritto il Apr 27, 2013, 09:18
Tuttavia nel Cestino tutto era ben diverso, a gusto mio, e anche per questo qui non c'era allegria ma tristezza malinconica, una specie di atmosfera sognante che non mi sarei mai aspettato dai soldati, quasi tutti i nostri clienti erano come i poeti...Continua
Pag. 138
Kobayashi
Ha scritto il Apr 27, 2013, 08:07
E accettavano che ero capace di alcuni giochi particolari e di veemenze, sicché sospiravano dolcemente e rivoltavano gli occhi e si mettevano a conversare con me, e io, sebbene confondessi der, die, das, parlavo e quelle donne che in quel loro orribi...Continua
Pag. 134
Kobayashi
Ha scritto il Apr 27, 2013, 08:00
ma ero io e solo io quello che l'aveva fatta incantare, probabilmente questi soldati non riescono a far altro che saltare con gli stivali su una donna nel letto e solo sulla loro, per difendere il sangue e l'onore senza neppure pensare che a letto c'...Continua
Pag. 132
Kobayashi
Ha scritto il Apr 27, 2013, 07:55
ora stava correndo per il giardino inondato dalla luce della luna, e giusto quel pomeriggio avevamo portato i covoni di fieno già secco, e vedevo come il vestito bianco di quella bellezza e lo sparato bianco inamidato del signor presidente e i suoi p...Continua
Pag. 71

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Simurgh
Ha scritto il Apr 21, 2015, 08:47
Hrabal
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi