Ho sognato la cioccolata per anni

Voto medio di 898
| 144 contributi totali di cui 115 recensioni , 25 citazioni , 0 immagini , 4 note , 0 video
Trudi ha solo sedici anni quando viene deportata con la mamma nel campo diconcentramento di Stutthof. Questa è la sua storia, raccontata in primapersona: una storia di sofferenza, ma anche di coraggio, di incrollabilesperanza e di libertà.Età di ... Continua
Ha scritto il 13/07/17
In questo libro l’autrice ci racconta la proprie tragiche esperienze negli anni del nazismo.Il libro si apre con l’arrivo al lager e con lo smistamento approssimativo da parte dei medici nazisti. A quel tempo Trudi è una ragazzina in salute, ..." Continua...
Ha scritto il 17/05/17
L'autrice,sopravvisuta agli orrori dell' olocausto,alla fine della guerra si è trasferita a Gerusalemme dove ha vissuto con la sua numerosa famiglia. Derubata della giovinezza, ha scelto di dedicarsi con tutte le sue forze ai bambini più poveri, ..." Continua...
Ha scritto il 24/03/17
RECENSIONE POSITIVA.
Breve e pieno di significato. Lo consiglio a chi ama il genere. Davvero molto toccante.
Ha scritto il 19/02/17
Ho sognato la cioccolata per anniTrudi BirgerTrudi è soltanto una bambina quando viene deportata nel ghetto Lontano da tutto quello che era la sua precedente vita, fatta di comodità e agiatezza.Questa situazione la mette a dura prova, deve ..." Continua...
Ha scritto il 08/02/17
Leggetelo!
E' solo uno dei libri più belli che abbia mai letto...sempre che si possa definire "bello" un libro che parla di Olocausto. E' la stessa Trudi a raccontarci la sua storia da quando da bambina viveva ancora con la famiglia a Francoforte, fino al ..." Continua...

Ha scritto il Jul 14, 2012, 15:47
Nessuno deve dimenticare le crudeltà dei campi. Non erano solo fabbriche impersonali di morte. Erano luoghi dove sadici, brutali criminali potevano mettere in atto le loro fantasie più perverse su delle vittime innocenti.
Pag. 121
Ha scritto il Mar 03, 2012, 23:39
Malgrado le condizioni disumane della vita nel campo di lavoro, malgrado la paura e la degradazione, la sofferenza fisica e la fame, ero ostinatamente attaccata alla vita. Lottavo per tenere alto il morale di mia madre, e non lasciavo mai morire la ... Continua...
Pag. 118
Ha scritto il Mar 03, 2012, 23:39
A volte mi chiedo perché si prendessero la briga di mantenere quel simulacro di ospedale. Lo scopo del campo di concentramento era quello di uccidere gli ebrei, perché allora fare qualcosa per tenerli in vita? Sono convinta che fosse solo per ... Continua...
Pag. 148
Ha scritto il Jan 02, 2012, 16:20
Quando si è sofferto e perduto tanto, si finisce per provare degli inspiegabili sensi di colpa come se la mente si rifiutasse di accettare che una sofferenza così grande non sia determinata da qualche ignoto peccato. Ma noi non eravamo colpevoli ... Continua...
Pag. 35
Ha scritto il Aug 29, 2011, 23:04
Durante il giorno me la cavavo bene, ma di notte soffrivo di incubi. La notte è sempre il momento peggiore per un sopravvissuto. I ricordi ritornano, e niente li contrasta. Una volta, durante la guerra di Indipendenza, rimasi a dormire ... Continua...
Pag. 206

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Mar 01, 2017, 12:22
lettura nelle classi 3A/3B/ 2A /3C secondaria 1° grado per dibattito che si terrà con la DS nella settimana 18-25 aprile 2017
Ha scritto il Oct 12, 2016, 16:22
Pagina 69
http://www.liberolibro.it/ho-sognato-la-cioccolata-per-anni-di-trudi-birger/
Ha scritto il Jul 01, 2016, 16:32
SR.940.5318092
BIR 11288
Sezione Ragazzi
Ha scritto il Dec 11, 2015, 07:47
Collocazione : NR 288 (4 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi