Ho sognato la cioccolata per anni

Di ,

Editore: Piemme

4.0
(856)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 210 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838432856 | Isbn-13: 9788838432859 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Cesa Bianchi M. L.

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Paperback

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Ho sognato la cioccolata per anni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Trudi ha solo sedici anni quando viene deportata con la mamma nel campo diconcentramento di Stutthof. Questa è la sua storia, raccontata in primapersona: una storia di sofferenza, ma anche di coraggio, di incrollabilesperanza e di libertà.Età di lettura: da 10 anni.
Ordina per
  • 5

    "Comunque sia, anche dopo che il lettore avrà chiuso e riposto questo libro, io resterò con la mia pena. Quando accade qualcosa a qualcun altro, è terribile. Ma quando accade a te, il dolore non ti abbandona. Tu sei solo con la tua sofferenza."

    Una storia incredibile. L'autrice e sua madre si sono salvate dagli orrori del nazismo in modo miracoloso. Per tante volte si sono trovate faccia a faccia con la morte riuscendo a sfuggirle grazie ad ...continua

    Una storia incredibile. L'autrice e sua madre si sono salvate dagli orrori del nazismo in modo miracoloso. Per tante volte si sono trovate faccia a faccia con la morte riuscendo a sfuggirle grazie ad un misto di coraggio, speranza, forza d'animo e fortuna.
    Leggere questa testimonianza è stato tanto doloroso quanto necessario.

    ha scritto il 

  • 4

    La verità che Trudi racchiude in questo libro è amara e tragica: solo chi ha vissuto la Shoah può sapere, può capire, può immaginare. Gli altri no. http://bit.ly/1QCL86d

    ha scritto il 

  • 5

    Una breve storia ,intensa. Una storia di coraggio. Il coraggio e la forza di una bambina che ha dovuto diventare grande per proteggersi e proteggere sua madre. La forza di una bambina che si è vista c ...continua

    Una breve storia ,intensa. Una storia di coraggio. Il coraggio e la forza di una bambina che ha dovuto diventare grande per proteggersi e proteggere sua madre. La forza di una bambina che si è vista cancellare anni di innocenza che nessuno al mondo avrebbe potuto restituirle. Ricordi orribili che solo chi li ha vissuti può veramente capire. Noi possiamo leggere e soffrire per ciò che accadde in quei mostruosi campi, ma non potremo mai capire fino in fondo quel dolore. Quello che possiamo fare , che DOBBIAMO fare è ricordare ...... "Ho sempre cercato di controllare il mio destino e, se qualcosa di tanto impalpabile quanto un sorriso o uno scintillio degli occhi poteva salvarmi la vita e aiutare la mia famiglia,valeva la pena di farlo.""Mi facevano male le braccia,mi pulsava la gamba,avevo fame e sete,ed ero preoccupata per mia madre,che pareva sfinita dal lungo sforzo. Allungai la mano ruvida e strinsi la sua. Lei mi restituì la stretta, ma non ebbe il coraggio di alzare gli sguardo su di me. Almeno provavamo ancora dei sentimenti."

    ha scritto il 

  • 4

    Un racconto toccante ed intenso della vita di una giovane ebrea ai tempi dell'Olocausto, corredato anche da qualche accenno interessante del pre e post.
    Una scrittura semplice e diretta che reputo ada ...continua

    Un racconto toccante ed intenso della vita di una giovane ebrea ai tempi dell'Olocausto, corredato anche da qualche accenno interessante del pre e post.
    Una scrittura semplice e diretta che reputo adatta anche a ragazzi in età scolare.
    Per non dimenticare...

    ha scritto il 

  • 3

    Biografia di madre e figlia sopravvissute all'Olocausto, scritta da quest'ultima.
    Narrazione senza fronzoli che si legge in poco tempo.
    Lo stile è asciutto, in parte perché l'autrice non è una scrittr ...continua

    Biografia di madre e figlia sopravvissute all'Olocausto, scritta da quest'ultima.
    Narrazione senza fronzoli che si legge in poco tempo.
    Lo stile è asciutto, in parte perché l'autrice non è una scrittrice professionista, in parte perché rievocare certi ricordi è angosciante, ma soprattutto perché in questo genere di vicende qualunque artificio retorico otterrebbe meno effetto della mera descrizione dei fatti.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho sognato la cioccolata per anni

    Questo libro della Birger l'ho trovato fortunatamente su BM, l'ho letto nella giornata della memoria ed è stata una bella lettura per ricordare a me stessa quello che è successo, le crudeltà che l'uom ...continua

    Questo libro della Birger l'ho trovato fortunatamente su BM, l'ho letto nella giornata della memoria ed è stata una bella lettura per ricordare a me stessa quello che è successo, le crudeltà che l'uomo è capace di commettere; cosa che purtroppo ancora oggi resta invariata.
    E' semplicemente la testimonianza di Trudi, una bambina che, ironia della sorte, parlava tedesco; che ha sempre frequentato scuole tedesche; che pur avendo un'educazione ebraica non è mai stata sionista etc. Una bambina innocente, come tante altre in quel periodo, che con l'avvento della guerra si vede strappata dalla sua città, poi alla successiva abitazione ancora, per ritrovarsi all'interno di un ghetto. Parlerà delle sue vicende, della sua forza d'animo per mantenere in vita la madre che è rimasta sempre con lei e che se non fosse stato per la presenza della figlia si sarebbe lasciata morire. Parla di tutto questo, di disavventure, fino alla liberazione. Mi sono piaciute particolarmente le ultime parole scritte dall'autrice che più o meno sottendono questo messaggio: alla fine, tu lettore, chiuderai questo libro ma il dolore rimarrà in me intatto. Solo chi ha vissuto questa esperienza potrà capire, portandosi la sua croce giorno per giorno.
    Se vi va passate dal mio blog letterario :-) https://ladamagrigia.wordpress.com/

    ha scritto il 

  • 5

    Lezione di coraggio

    La protagonista Trudi Birger è solamente una ragazzina quando i nazisti le ammazzano il padre e lei si ritrova da sola con la madre nel ghetto di Kovno.
    Da un momento all’altro viene trasferita nel la ...continua

    La protagonista Trudi Birger è solamente una ragazzina quando i nazisti le ammazzano il padre e lei si ritrova da sola con la madre nel ghetto di Kovno.
    Da un momento all’altro viene trasferita nel lager di Stutthof tra gli orrori dell’eliminazione del popolo ebraico.
    Proprio in questo luogo di disperazione Trudi porta con sé un dolce ricordo, il profumo della cioccolata.
    Le varie selezioni risparmiano questa giovincella dal forno crematorio e le danno la forza di trasformare questo “miracolo” in energia per andare avanti ed aiutare la madre che stava per fare la sua stessa fine.
    All’interno del campo riesce perfino a trovare un tedesco più gentile degli altri che le regala un orologio d’oro.
    Quando Trudi tornerà alla normalità si trasferirà con il marito in Israele dove vivrà la sua vita tranquillamente senza dimenticare le crudeltà vissute nel passato.

    Da grande appassionata del genere non posso che consigliare la lettura di questo fantastico libro.
    È una lezione di coraggio da parte di una ragazzina che ha vissuto l’inferno dei lager in prima persona.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per