Ho sposato un comunista

Voto medio di 1212
| 195 contributi totali di cui 141 recensioni , 54 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 12/08/17
Non amo Roth. È uno yankee orgoglioso della sua patria, cosa che trapela nei suoi libri, cosa che non sopporto (invidia? Io stento a riconoscermi in questa Italia). E poi è uno scrittore di successo e anche questo fatico a digerirlo (ancora ...Continua
  • 4 mi piace
Ha scritto il 16/03/17
Roth è sempre una garanzia. Qui appare un Nathan Zucherman ragazzino che grazie al suo professore di letteratura inglese riesce a conoscere Ira. Ira l'orfano, Ira, l'adolescente complicato, Ira il minatore, Ira il soldato, Ira il comunista. ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 02/02/17
Dopo un pò, Roth smette di sorprendere. Cionondimeno, resta grande. Nella sua semplicità, sa costruire i personaggi e le storie (non è questo libro l'unico caso) con un processo per così dire esterno al personaggio, come per cumulazione a ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 25/10/16
https://antoniodileta.wordpress.com/2016/10/25/ho-sposato-un-comunista-philip-roth/“- C’erano delle notti in cui non riuscivo a dormire. Dicevo a Doris: < < Perché non la lascia? Perché non è capace di lasciarla?> E sai cosa rispondeva Doris? < < Perché è come tutti gli altri: ti rendi conto di una cosa solo quando è passata. Perché tu non lasci me? Tutte le cose che impediscono alla gente di andare d’accordo: forse che non le abbiamo anche noi? Abbiamo delle discussioni. Abbiamo delle divergenze. Abbiamo quello che hanno tutti: un pizzico di questo e un pizzico di quello, le piccole offese che si accumulano, le piccole tentazioni che si accumulano. Credi che non sappia che ci sono delle donne che si sentono attratte da te? Insegnanti a scuola, donne del sindacato, che provano una forte attrazione per mio marito? Credi che non sappia che c’è stato un anno, dopo il tuo ritorno dalla guerra, in cui non sapevi perché stavi ancora con me, in cui ogni giorno ti chiedevi: < < Perché non la lascio?> Eppure non l’hai fatto. Perché in genere la gente non lo ...Continua
  • 6 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 18/09/16
Non il miglior Roth probabilmente ma comunque da leggere.
  • 1 mi piace

Ha scritto il Sep 04, 2015, 13:45
Patirei i tormenti di mille diavoli, se dovessi prostituire la mia anima
Ha scritto il Aug 30, 2015, 13:49
-Ma appena desideri appassionatamente una cosa sulla quale non puoi esercitare alcun controllo,sei alla vigilia di una grossa delusione:ti stai preparando a farti mettere in ginocchio.
Pag. 93
Ha scritto il Aug 30, 2015, 13:47
Tutto era stato sopportabile,anche disprezzando,senza remissione,il disprezzabile.
Pag. 87
Ha scritto il Mar 06, 2015, 15:03
(...) per trasgredire non occorre essere Al Capone: basta pensare. - Nella società umana, la trasgressione più grande di tutte è pensare. - Il pen-sie-ro cri-ti-co, - diceva il professor Ringold, battendo le nocche sul piano della cattedra per ...Continua
Pag. 5
Ha scritto il Feb 15, 2015, 23:25
Non è questo il piacere del tradimento? Il piacere di ingannare qualcuno. E' un modo per ripagare la gente per il senso di inferiorità che ti fanno provare, per l'impressione che hai di essere sminuito, per le frustrazioni che senti nei rapporti ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi