Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare

Di

Editore: Edizioni Simple

3.0
(39)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 107 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 886259111X | Isbn-13: 9788862591119 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Rosa

Ti piace Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Veramente toccante...i sentimenti e la passione di un uomo

    Poche volte ho trovato la capacità di descrivere i sentimenti umani dal punto di vista maschile...la cpacità di descrivere emozioni così toccanti....emozioni del protagonista che é capace di esprimere ...continua

    Poche volte ho trovato la capacità di descrivere i sentimenti umani dal punto di vista maschile...la cpacità di descrivere emozioni così toccanti....emozioni del protagonista che é capace di esprimere la propria passione della vita ma soprattutto verso un altra donna! deicato a chi ama esprimere i propri sentimenti senza schemi e senza paure: Grande Frenda

    ha scritto il 

  • 1

    Guazzabuglio improponibile

    Eppure l'idea di partenza è buona: un incontro casuale e magico, capace di scatenare uno tzunami nella vita del protagonista. Peccato, poi, che il resto è talmente "kitsch" da far inorridire anche un' ...continua

    Eppure l'idea di partenza è buona: un incontro casuale e magico, capace di scatenare uno tzunami nella vita del protagonista. Peccato, poi, che il resto è talmente "kitsch" da far inorridire anche un'adolescente smielata.

    ha scritto il 

  • 2

    Che fatica!

    Sono arrivata alla fine distrutta, non tanto dalla storia d’amore (che comunque ho trovato troppo superficiale), ma dallo stile…
    A parte l’uso inappropriato della punteggiatura, della grammatica e del ...continua

    Sono arrivata alla fine distrutta, non tanto dalla storia d’amore (che comunque ho trovato troppo superficiale), ma dallo stile…
    A parte l’uso inappropriato della punteggiatura, della grammatica e della sintassi, il libro contiene troppe ripetizioni! Io amo le ripetizioni, ma solo se usate nel modo giusto! Non mi lamento del ricorrere di frasi strutturate in maniera simile, ma dell’uso eccessivo di aggettivi come “bello” e suoi derivati! Possibile che nella storia fosse tutto bellissimo? E non parlo solo di personaggi, ma di pensieri, idee, situazioni, messaggi e ristoranti… Davvero eccessivo!
    Due stelline perché due sono le note positive: l’inizio e una frase che porto nel cuore e che voglio condividere con voi.
    che strana la nostra mente, pensiamo tutta la vita ai nostri sogni e poi quando siamo vicini alla loro realizzazione, non bastano più o peggio ancora pensiamo che ci sia qualche trucco sotto. Credo che la ragione di tutto questo sia che abbiamo paura di essere felici, abbiamo paura di doverci impegnare e di essere poi i responsabili della nostra felicità o infelicità. Molto meglio pensare di essere sfortunati, pensare di non aver avuto la possibilità?

    ha scritto il 

  • 4

    Ieri sera alle 11,30 l'ho preso in mano perchè volevo leggere qualche pagina prima di dormire, alle 2 di notte ho chiuso il libro con gli occhi che mi si chiudevano, ma solo perchè lo avevo finito. Mi ...continua

    Ieri sera alle 11,30 l'ho preso in mano perchè volevo leggere qualche pagina prima di dormire, alle 2 di notte ho chiuso il libro con gli occhi che mi si chiudevano, ma solo perchè lo avevo finito. Mi è piaciuto, la storia mi ha preso come se fossi stata seduta anche io su quell'aereo ad ascoltare Luca ed ad un certo punto avrei voluto avere tra le mani Laura e darle anche un fracasso di botte per aver trattato così male Luca!

    ha scritto il 

  • 2

    Libro scadente e secondo me poco ben scritto, ripetizioni continue del termine "tranquillo/a" e "serena/o". L'idea di un rapporto nato casualmente tramite sms può essere carina ma viene sviluppata mal ...continua

    Libro scadente e secondo me poco ben scritto, ripetizioni continue del termine "tranquillo/a" e "serena/o". L'idea di un rapporto nato casualmente tramite sms può essere carina ma viene sviluppata male e muore sul nascere; tutti quei continui sms rallentano la storia (molto spesso il contenuto degli sms risulta banale e poco credibile) che comunque sembra abbozzata e poi tirata via in conclusione.
    Risultano poco credibili i personaggi: Luca è troppo sincero, troppo velocemente innamorato, coinvolto, sconvolto risulta morboso e in alcuni tratti addirittura ridicolo; Laura se all'inizio può risultare reale con il semi-sviluppo della storia perde credibilità e alla fine il lettore è costretto a definire il suo comportamento assurdo quasi al limite del paradossale; e non so neanche bene come definire la strana/assurda figura di Silvia?

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ho letto questo libricino in un paio d'ore.
    Mi ha subito rapita la storia di questo amore nato casualmente per un errato invio di messaggio, ma hai me finito per la grossa mancanza di fiducia.
    Mi è pi ...continua

    Ho letto questo libricino in un paio d'ore.
    Mi ha subito rapita la storia di questo amore nato casualmente per un errato invio di messaggio, ma hai me finito per la grossa mancanza di fiducia.
    Mi è piaciuto molto, peccato solo il ripetersi di un unico solo aggettivo, forse usare qualche sinonimo sarebbe stato più appropriato.

    ha scritto il 

  • 2

    Storia di un amore nato per caso tramite un sms inviato alla persona sbagliata, ma che non ha abbastanza forza e passione per crescere, e rinasce in altri amori forse più duraturi.
    La trama potrebbe e ...continua

    Storia di un amore nato per caso tramite un sms inviato alla persona sbagliata, ma che non ha abbastanza forza e passione per crescere, e rinasce in altri amori forse più duraturi.
    La trama potrebbe essere interessante e offrire vari spunti di riflessione, ma i due protagonisti sono poco tratteggiati rimanendo così ad un livello adolescenziale. La scrittura è un po’ piatta nelle descrizioni e nei dialoghi, forse adeguandosi ai due personaggi, ma in tal modo risulta ripetitiva.

    ha scritto il 

Ordina per