Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Holidays on Ice

By David Sedaris

(72)

| Paperback | 9780316779234

Like Holidays on Ice ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Holidays on Ice collects six of David Sedaris's most profound Christmas stories into one slender volume perfect for use as a last-minute coaster or ice scraper. This drinking man's companion can be enjoyed by the warmth of a raging fire, the glow of Continue

Holidays on Ice collects six of David Sedaris's most profound Christmas stories into one slender volume perfect for use as a last-minute coaster or ice scraper. This drinking man's companion can be enjoyed by the warmth of a raging fire, the glow of a brilliantly decorated tree, or even in the backseat of a van or police car. It should be read with your eyes, felt with your heart, and heard only when spoken to. It should, in short, behave much like a book. And, oh, what a book it is!

60 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una gustosa pietanza sarcarstica

    Holidays on ice
    Preparazione: 2/3 ore
    Difficoltà: 6,5
    Costo: nella media
    Ingredienti: sarcasmo, ironia, humor nero, politically scorrect Q.B., icone sacre, consumismo natalizio, redenzione Q.B., follie moderne, buoni propositi, sentimentalismo tipo C ...(continue)

    Holidays on ice
    Preparazione: 2/3 ore
    Difficoltà: 6,5
    Costo: nella media
    Ingredienti: sarcasmo, ironia, humor nero, politically scorrect Q.B., icone sacre, consumismo natalizio, redenzione Q.B., follie moderne, buoni propositi, sentimentalismo tipo Canto di Natale.
    Prendete gli ingredienti suggeriti mischiateli e avrete un libello dissacrante da servire prima della visione di Babbo Bastardo e dopo Il nostro Natale. O viceversa.
    Un breve, ma lauto pasto genuino, senza turpiloqui o volgarità gratuite a cui ci hanno abituato ultimamente.
    Come digestivo un nostrano L'ultimo capodanno.
    Alla prossima!

    Is this helpful?

    angeldust1979 said on May 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho letto parecchio ormai di Sedars. Trovo sempre amabile il suo senso dell'umorismo. In questa raccolta ci sono alcuni racconti che rappresentano la "vetta" della sua produzione (anche se è uno dei primi lavori). Ho finito da poco Let's explore diab ...(continue)

    Ho letto parecchio ormai di Sedars. Trovo sempre amabile il suo senso dell'umorismo. In questa raccolta ci sono alcuni racconti che rappresentano la "vetta" della sua produzione (anche se è uno dei primi lavori). Ho finito da poco Let's explore diabetes with owls (di recente pubblicazione) e mi rendo conto come il suo stile sia (anche se poco) evoluto nel tempo, ma non trovo in nessuno dei suoi lavori spunti di profondità di riflessione che avrebbero dato alla sua scrittura tutto un altro spessore. Anzi, con il tempo mi sembra si sia accartocciato sempre più sulla semplice autobiografia. Nonostante ciò alcune sue cose come "six to eight black men" e "SantaLand diaries" contenuti in questo Holidays on Ice hanno momenti quasi geniali.

    Is this helpful?

    LauraCio said on Apr 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Graffiante

    Libricino breve, ma in tutto e per tutto Sedaris, graffiante e feroce

    Is this helpful?

    Roberto said on Aug 22, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Totalmente d’accordo con il commento di uno dei miei anobiiani preferiti (che però ho letto solo a cose fatte), soprattutto quando dice: “difetta nel rendere grottesche situazioni che grottesche lo sono già. E' come se raccontasse una storia diverten ...(continue)

    Totalmente d’accordo con il commento di uno dei miei anobiiani preferiti (che però ho letto solo a cose fatte), soprattutto quando dice: “difetta nel rendere grottesche situazioni che grottesche lo sono già. E' come se raccontasse una storia divertente, facendo l'occhiolino ad ogni battuta”, cogliendo esattamente quello che mi ha dato fastidio di questi racconti, che comunque qualche risata la strappano.

    Is this helpful?

    Bakshi said on Dec 17, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quattro racconti che si leggono in meno di un'ora e che hanno come tema comune il (luogo comune del) Natale.

    Sedaris è abile nel massacrare renne e sentimenti grazie ad una buona scrittura e al grande sarcasmo di cui pare dotato, ma difetta nel rend ...(continue)

    Quattro racconti che si leggono in meno di un'ora e che hanno come tema comune il (luogo comune del) Natale.

    Sedaris è abile nel massacrare renne e sentimenti grazie ad una buona scrittura e al grande sarcasmo di cui pare dotato, ma difetta nel rendere grottesche situazioni che grottesche lo sono già.

    E' come se raccontasse una storia divertente, facendo l'occhiolino ad ogni battuta.

    Indulge, strafà, diverte e lo si dimentica in fretta.

    Is this helpful?

    Giovanni Linke Casalucci said on Nov 29, 2012 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    - Ciao Babbo Natale!

    - Ciao David..

    - Come ti chiami in realtà?

    - Lou

    - Ciao Lou!

    - Ciao David..

    - Cos’è quella faccia sofferente Lou?!?

    - Mah sai, a forza di stare seduto con i bambini sulle ginocchia mi sono venute le emorroidi ...(continue)

    - Ciao Babbo Natale!

    - Ciao David..

    - Come ti chiami in realtà?

    - Lou

    - Ciao Lou!

    - Ciao David..

    - Cos’è quella faccia sofferente Lou?!?

    - Mah sai, a forza di stare seduto con i bambini sulle ginocchia mi sono venute le emorroidi…

    - Ossignore e come fai?

    - Preparazione H e cuscino con buco, ma finchè lavoro va anche bene, poi torno a casa e succede quello che succede..

    - Ah già…stai con il nano che fa il folletto, vero?

    - Ecco, bravo, e oltre a sembrare un asino da quelle parti non è mai sazio! hai voglia a dirgli che mi fa male, lui se ne frega, mi dice che sono la sua puttanella vuole che tenga la barba mentre lo facciamo..un incubo!

    - Si certo, senti…come si chiama il nano?

    - Si chiama Dudley, ma perché lo scrivi sul bloc notes?

    - Come? Ah, niente, metti che lo incontro in giro, non vorrei far la figura di quello che non si ricorda i nomi..

    - Ah...fossero tutti attenti e delicati come te…

    Is this helpful?

    odradek SM said on Oct 19, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection