Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Homos

Di

Editore: Pratiche

3.0
(4)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8873806155 | Isbn-13: 9788873806158 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: L. Vitali

Genere: Gay & Lesbian

Ti piace Homos?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La fine degli anni sessanta, con la rivolta di Stonewall, segna la nascita del movimento per i diritti gay. Dichiarare apertamente la propria omosessualità, in quegli anni, equivaleva a una rivendicazione di esistenza e di riconoscimento davanti a una società rigorosamente ordinata e ostile. Trent'anni dopo, l'identità omosessuale conosce una nuova fase di profonda crisi. Di fronte a una sempre maggiore accettazione generale, possono i gay rivelarsi senza rimanere intrappolati in quell'idea che la società costruisce attorno a loro?
Leo Bersani, noto negli Stati Uniti per le sue complesse e spesso controverse esplorazioni psicoanalitiche dell'arte e della letteratura, considera qui la dibattuta questione dell'identità sessuale. Gettare la maschera, ovvero mostrarsi al mondo, significa in realtà, secondo l'autore, indossarne un'altra: diventare socialmente riconoscibili e omologati, definiti e limitati da una classificazione che guarda esclusivamente a un comportamento sessuale.
L'unica via percorribile sembra allora l'inserimento in quella stessa cultura oppressiva, rigidamente eterosessuale che si vorrebbe contestare. Per sottrarsi a tale costrizione, omosessuali uomini e donne scelgono invece sempre più spesso l'invisibilità, l'anominato contro una falsa identità imposta.
Da questa tesi provocatoria muove la considerazione per temi quali l'impatto dell'AIDS, l'accettazione dei gay nelle strutture ecclesiastiche e militari, i dubbi benefici della tolleranza e dell'assimilazione. Un'inedita rivisitazione, infine, di alcune opere di Proust, Gide e Genet, da parte del Bersani francesista, chiude questa appassionata analisi sociologica, culturale e letteraria che offre infiniti