Hotel Bosforo

I grandi autori di Noir, 7

Di

Editore: Gruppo Editoriale l'Espresso

3.1
(550)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Emanuela Cervini

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Viaggi

Ti piace Hotel Bosforo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Kati Hirschel - Volume 1

    Di questo libro ho letto molte recensioni massacranti e mi chiedo perché?
    Non ha certo la pretesa di essere un'Agatha Christie dei giorni nostri, ma sinceramente non l'ho trovato così orribile come mo ...continua

    Di questo libro ho letto molte recensioni massacranti e mi chiedo perché?
    Non ha certo la pretesa di essere un'Agatha Christie dei giorni nostri, ma sinceramente non l'ho trovato così orribile come molti, anzi tutt'altro.
    Mi ha un po' ricordato il telefilm Castle - Detective tra le righe, c'è un omicidio, qualche indizio, la curiosità di questa libraia mezza tedesca e mezza turca, qualche scena divertente e ironica, qualche commento diretto al lettore, qualche pensiero ad alta voce, et voilà!
    Tra l'altro camminare per le vie di Istanbul, e conoscere un po' di più sia questa città meravigliosa sia i suoi eccentrici abitanti, mi ha riempito di buon umore... è tanto che sogno di andare ad Istanbul e sembra sempre che la situazione non sia delle migliori per affrontare questo viaggio. Così mi sono consolata un po' con questa lettura leggera, scorrevole e divertente... se volete potete annotarvi questo libretto per l'estate se preferite, oppure potete saltarlo e leggere solo cose impegnate così da fare bella figura :)
    Io ammetto che di tanto in tanto ho bisogno di qualcosa che mi lasci il sorriso sulle labbra quando lo chiudo prima di dormire, il sonno ne giova e i sogni sono più colorati, che di tristezza ce n'è già abbastanza...

    ha scritto il 

  • 3

    16 set 2015 - La protagonista del libro, tedesca-turca, ama Istanbul, per questa sua stratificazione di gente diversa che convive e comunica in modo eccellente. Kati ha vissuto metà della sua vita in ...continua

    16 set 2015 - La protagonista del libro, tedesca-turca, ama Istanbul, per questa sua stratificazione di gente diversa che convive e comunica in modo eccellente. Kati ha vissuto metà della sua vita in questa città che ti fa conoscere attraverso i suoi occhi e ti fa scoprire abitudini. ambienti, ritrovi caratteristici. Questo è quello che a mio parere emerge maggiormente dal romanzo al di là della storia che viene raccontata

    ha scritto il 

  • 3

    Non ho cominciato la serie dall'inizio e quindi ho fatto un passo indietro per partire dall'origine e conoscere i vari personaggi. È stato bello assistere al primo incontro tra Kati e Batuhan prima e ...continua

    Non ho cominciato la serie dall'inizio e quindi ho fatto un passo indietro per partire dall'origine e conoscere i vari personaggi. È stato bello assistere al primo incontro tra Kati e Batuhan prima e tra Kati e Selim poi. Non capisco tutte le critiche negative e spietate nei confronti di questi gialletti perché è ovvio che non stiamo parlando di capolavori ma di gialli leggeri, adatti all'estate, con un'ambientazione affascinante e capaci di inserire qua e là delle curiosità interessanti sia su Istanbul che su Berlino, due città che ho visitato e in cui mi piace ritrovarmi grazie alle pagine di un libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Felice scoperta di questa scrittrice tedesco-turca e della libraia protagonista dei suoi gialli. Storia appassionante, arricchita da efficaci descrizioni dell'incantevole Istanbul.

    ha scritto il 

  • 4

    "Hotel Bosforo" non si può considerare un vero e proprio giallo se paragonato alle esperte della categoria (A.Christie,in primis etc...) ma mi è piaciuto molto il personaggio di Kati Kirschel, librai ...continua

    "Hotel Bosforo" non si può considerare un vero e proprio giallo se paragonato alle esperte della categoria (A.Christie,in primis etc...) ma mi è piaciuto molto il personaggio di Kati Kirschel, libraia di gialli che si improvvisa detective. Una donna ironica, goffa e sfacciata che ti travolge e ti conduce, pagina dopo pagina, attraverso la città di Istanbul, considerata la porta tra oriente e occidente. Lo scontro delle abitudini e dei pregiudizi di due culture diametralmente opposte ma nello stesso tempo un abbraccio a una metropoli carica di storia europea.

    ha scritto il 

  • 2

    Sopravvalutato come giallo o noir

    Avevo letto critiche positive su questo libro. Se ne decantava l'ambientazione affascinante e la protagonista brillante. Purtroppo, invece, a me non è piaciuto affatto. E' noioso, l'ambientazione turc ...continua

    Avevo letto critiche positive su questo libro. Se ne decantava l'ambientazione affascinante e la protagonista brillante. Purtroppo, invece, a me non è piaciuto affatto. E' noioso, l'ambientazione turca è appena accennata, la presunta indagine insufficientemente approfondita. La protagonista è l'ennesima detective dilettante, che si mette ad indagare su un delitto e magicamente riesce a farsi rivelare tutte le verità e a risolvere il caso meglio della polizia. Però alla fine non si capisce nemmeno bene come abbia fatto a fare certi collegamenti. Decisamente deludente.

    ha scritto il 

  • 1

    Di gialli mediocri ne leggo tanti, ma brutti come questo è difficile. Sconnesso, confuso, noioso, pieno di personaggi inutili. Mi stupisce che sia stato pubblicato da un editore come Sellerio.

    ha scritto il 

  • 2

    E' scritto bene, ma non mi è piaciuto. Del noir ha solo una vaga idea.
    Di tutto il romanzo mi resta solo l'aver imparato qualche abitudine turca.
    L'ho trovato un po' noioso, ho saltato molte pagine, c ...continua

    E' scritto bene, ma non mi è piaciuto. Del noir ha solo una vaga idea.
    Di tutto il romanzo mi resta solo l'aver imparato qualche abitudine turca.
    L'ho trovato un po' noioso, ho saltato molte pagine, che trovao inutili alla sroria.

    ha scritto il 

Ordina per