Jónas ha quarantanove anni e un talento speciale per riparare le cose. La sua vita, però, non è facile da sistemare: ha appena divorziato, la sua ex moglie gli ha rivelato che la loro amatissima figlia in realtà non è sua, e sua madre è smarrita nell ...Continua
Georgiana1792
Ha scritto il 03/07/18
Come gli altri romanzi di Olafsdottir, anche Hotel Silence è un romanzo di formazione, anche se il suo protagonista ha 49 anni. Sì, perché Jonas è stato travolto dalla vita e non ha avuto modo di maturare affettivamente come avrebbe dovuto. È evident...Continua
Serena
Ha scritto il 02/07/18
"Non domando chi altro pensavano che fossi, né gli dico che è davvero possibile che io sia qualcun'altro e non quello che sono. Che non so dove finisco e dove comincio". Romanzo delicato nella forma e potente nei contenuti...scritto con rara tenerezz...Continua
Lake's Meadow
Ha scritto il 27/06/18
Un tema abbastanza comune nella narrativa, ma trattato con eleganza e personalità. Un'atmosfera malinconica, che solo sul finale lascia passare qualche raggio di sole. Una scrittura originale, con diverse citazioni più o meno palesi, che riesce ad es...Continua
kaina
Ha scritto il 29/05/18
poetico
Triste della tristezza nordica , dove il sole non riesce sempre a illuminare i volti anche se sembra provarci con impegno. Un signore di mezza età decide che di partire, ma il perché non lo spoilero, e sceglie un Paese in guerra. Poi la guerra in re...Continua
Kuki
Ha scritto il 24/05/18

Angosciante all'inizio, in linea con lo stato d'animo del protagonista. Poi, pian piano una lama di luce si fa strada e riappare timida la speranza. Magistralmente ben scritto affronta con apparente noncuranza temi profondi. Consigliato.


beba
Ha scritto il Jul 02, 2018, 20:18
Non posso dire a questa giovane donna che non possiede altro che la vita che io sono perso. O che la vita è diversa da come mi aspettavo. Se dicessi che io sono come tutti gli altri,amo,piango e soffro,allora probabilmente mi capirebbe e risponderebb...Continua
Pag. 143

Rosetta
Ha scritto il Feb 28, 2018, 17:17
maestrale
maestrale
Dall'erta solitaria che nel mare / precipita -che verde oggi e schiumoso percuote obliquo la città...

beba
Ha scritto il Jul 02, 2018, 20:39
Mi piace l’Islanda,ma questo libro di autrice islandese,a parte l’inizio,è ambientato in un paese appena uscito dalla guerra (Balcani?). Ha comunque la malinconia e un po’ la tragicità islandese descritte sempe però con molto garbo dall’autrice. Jona...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi