Hypnotisøren

By

Publisher: Gyldendal

3.3
(3335)

Language: Dansk | Number of Pages: 584 | Format: idBinding_75 | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , Portuguese , Swedish , Dutch , Catalan , French , Norwegian , English , German , Chi traditional , Czech , Greek

Isbn-10: 8702082136 | Isbn-13: 9788702082135 | Publish date: 

Translator: Jesper Klint Kistorp

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Hypnotisøren ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

En hårdt såret 15-årig dreng er eneste overlevende efter en blodig familiemassakre. Kriminalkommissær Joona Linna er på sagen, og han er ivrig efter at afhøre drengen, da han har set morderens ansigt. Men der kan gå uger, før drengen kan afhøres. Da Linna finder ud af, at en søster også har overlevet massakren, bliver det tvingende nødvendigt for Linna at få et signalement af morderen. Han overtaler lægen Bark til at hypnotisere drengen i et forsøg på få et signalement. Men Bark har lovet aldrig at hypnotisere igen, og da han bryder dette løfte sættes en omfattende og skræmmende handlingskæde i gang. Og pludselig er Barks liv også i fare.

Sorting by
  • 2

    Prima di me lo ha letto la mia migliore amica della quale mi sono fidata, ma in questo caso particolare i nostri gusti non sono stati concordi! Ho faticato addirittura ad arrivare alla fine.
    La storia ...continue

    Prima di me lo ha letto la mia migliore amica della quale mi sono fidata, ma in questo caso particolare i nostri gusti non sono stati concordi! Ho faticato addirittura ad arrivare alla fine.
    La storia è ambientata in Svezia, a Stoccolma. In un'abitazione vengono rinvenuti i corpi martoriati di una famiglia: madre, figlia di pochi anni ed un ragazzo, l'unico superstite, gravemente ferito. Anche il padre è stato ucciso ad una certa distanza da lì, e della figlia maggiore si sono perse le tracce. E' proprio per trovare lei prima che possa essere troppo tardi che l'ospedale coinvolge Erik Maria Bark, che ha dei trascorsi come ipnotista ma ha abbandonato la pratica a seguito di problemi emersi nel suo gruppo di pazienti.

    Ora ci si potrebbe aspettare che la trama continui a concentrarsi su Josef Ek, che durante l'ipnosi confessa di essere il colpevole della strage; in realtà Josef scappa ben presto dall'ospedale ed il nuovo protagonista del romanzo diviene Erik, con il suo tormentato passato ed il figlio Benjamin, affetto da emofilia, che viene rapito nel bel mezzo della notte. Naturalmente gli sforzi di Erik si concentrano sul ritrovare il ragazzo, e qui l'elemento che meno ho apprezzato di tutto il romanzo: mentre ripensa a chi, nel suo passato, potrebbe essere il responsabile della sparizione di Benjamin, trova una rivista, bagnata per di più, e vede delle lettere che gli fanno venire in mente una sua ex paziente, Eva Blau, e da qui in poi la narrazione cambia nuovamente oggetto e si focalizza sul gruppo di ex pazienti di Erik. Alla faccia dell'epifania.

    Tra di loro non c'è soltanto Eva Blau, donna enigmatica e tormentata da abusi subiti nel passato, ma ci sono anche Marek, con un trascorso da torturatore nell'esercito jugoslavo, Jussi, un uomo estremamente riservato, e Lydia, che nel corso dell'ipnosi aveva rivelato di tenere prigioniero un bambino e di abusare di lui fisicamente e psicologicamente. Proprio questa confessione aveva spinto Erik ad intervenire, ma non era stata ritrovata alcuna prova e sulla sua professione si erano accesi i fari del sospetto. Questi ex pazienti però non sono destinati a rimanere un ricordo sommerso nella mente di Erik, ma dovranno essere nuovamente affrontati nell'ultima parte del romanzo, piuttosto movimentata ma che non tiene davvero col fiato sospeso, immaginandoci già senza fatica come potrà andare a finire questo tomone.

    Lars Kepler è in realtà lo pseudonimo di una coppia di coniugi svedesi, Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril. "L'ipnotista" è solo il primo romanzo di una serie con lo stesso investigatore, Joona Linna -che a dire il vero ha in questo un ruolo estremamente limitato, mentre il ruolo da protagonista spetta ad Erik. Anche quest'ultimo è presente in un altro romanzo della coppia, intitolato "Nella mente dell'ipnotista" e pubblicato qualche anno dopo: nel caso decidessi di dargli una chance, non credo che lo farò tanto presto!

    said on 

  • 3

    Un bel thriller che scava nella psicologia dei personaggi principali. Mi è piaciuta molto la storia, ritrovare l'ispettore Joona, e come i personaggi, primari e non, vengano delineati. Fin da subito h ...continue

    Un bel thriller che scava nella psicologia dei personaggi principali. Mi è piaciuta molto la storia, ritrovare l'ispettore Joona, e come i personaggi, primari e non, vengano delineati. Fin da subito ho avuto i miei preferiti e quelli che proprio non riuscivo a sopportare, come Simone, una donna fragile e troppo insicura di sé che scarica le proprie frustrazioni sugli altri.
    Ma soprattutto questa è una storia di una famiglia, con le sue crisi e con il tentativo di ritrovare un proprio equilibrio interiore. Forse è questa la parte più bella e toccante: vedere le fragilità che ognuno di noi ha in sé nonostante un buon lavoro, una famiglia alle spalle e un ruolo ben preciso. Niente va dato mai per scontato.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Mi aspettavo di meglio....

    altro giallo svedese che conferma quanto già era venuto fuori dalla trilogia Millenium di Stieg Larsson:gli Svedesi hanno dei seri problemi......riabilitiamo i popoli latini con i nostri problemi (ved ...continue

    altro giallo svedese che conferma quanto già era venuto fuori dalla trilogia Millenium di Stieg Larsson:gli Svedesi hanno dei seri problemi......riabilitiamo i popoli latini con i nostri problemi (vedi femminicidio a gogò e giustizia penosa...).
    Libro consigliatomi da un'amica che è rimasta entusiasta tanto che ha letto tutti gli altri che ne sono seguiti.al momento non so se prenderò anche gli altri.
    la trama:pazzo psicopatico che stermina la famiglia e che riesce farla franca sotto gli occhi di una polizia ridicola per essere poi ammazzato (standing ovation alla povera sorella)dopo averne fatte di cotte e di crude.
    Ipnosi di gruppo con cinque o sei squinternati a piede libero e psichiatra messo all'indice dal consiglio di amministrazione dell'ospedale e sputannato sui giornali (e poi si vede che aveva ragione lui),moglie che pensando che il marito le metta le corna pensa di ricambiare con la stessa moneta mentre il figlio è stato rapito.....mah....
    Scena finale con regolamento dei conti RIDICOLA!!!ma come si fa a farsi fregare in quella maniera da due teste di c.....come quelli!!!!
    Mi sto domandando come abbia potuto avere questo grande successo.....bellino non dico no anche se la descizione delle sedute di gruppo è piuttosto palloso.Cambiando due o tre cose sarebbe stato molto meglio.

    p.s.ma la sorella dello psicopatico non poteva raccontare ai genitori cosa le faceva e diceva il fratello????magari andare alla polizia,nooooooooooo??????.....certo,il libro poi non sarebbe stato scritto ,ma neanche mandare il cervello all'ammasso in questa maniera.

    said on 

  • 5

    Thriller molto bello, scorrevole e avvincente. Trame intrecciate tra loro, a un certo punto ho avuto difficoltà a capire che cosa avessero a che fare alcuni personaggi tra loro...lo consiglio!

    said on 

  • 3

    La storia comincia a snodarsi dal ritrovamento di un uomo accoltellato brutalmente in una scuola. La polizia, arrivata a casa della vittima per avvisare, ritrova i familiari barbaramente uccisi - fatt ...continue

    La storia comincia a snodarsi dal ritrovamento di un uomo accoltellato brutalmente in una scuola. La polizia, arrivata a casa della vittima per avvisare, ritrova i familiari barbaramente uccisi - fatta eccezione per un ragazzo, in evidente stato di shock. E' proprio per capire cosa sia potuto accadere che viene interpellato Erik Bark, famoso ipnotista che non esercita più da tempo. Joona Linna riesce a convincerlo ad esercitare, solo per una volta, il suo metodo di ipnosi sul ragazzo, in modo da poter chiarire le circostanze della strage. Ma, dopo la seduta, il figlio di Erik, Benjamin, scompare nel nulla. Thriller "nordico" intrigante ed incalzante, piacevole da leggere. Non do il massimo perché ho trovato ridondanti alcune descrizioni, che rallentano senz'altro la lettura, e fuori luogo alcuni flashback, che mi hanno fatto perdere un po' il filo e mi hanno confuso. In sostanza, un buon giallo.

    said on 

  • 1

    Delusione

    Confusionario, irrealistico, pieno di flashback inutili e intrecci che annoiano piuttosto che interessare ( sembra quasi che ad un certo punto abbiano abbandonato un'idea di trama per un'altra).
    Si ri ...continue

    Confusionario, irrealistico, pieno di flashback inutili e intrecci che annoiano piuttosto che interessare ( sembra quasi che ad un certo punto abbiano abbandonato un'idea di trama per un'altra).
    Si risolleva un po' verso la fine per riaffondare, in tutti i sensi, subito dopo con spiegoni e scene forzate.

    said on 

  • 4

    Avvincente ed intrigante

    Libro che si fa leggere tutto d'un fiato perchè ti tiene incollata alle sue pagine. Non puoi smettere di leggerlo perchè ti prende quella frenesia di conoscere quanto prima il colpevole. Ben scritto e ...continue

    Libro che si fa leggere tutto d'un fiato perchè ti tiene incollata alle sue pagine. Non puoi smettere di leggerlo perchè ti prende quella frenesia di conoscere quanto prima il colpevole. Ben scritto e scorrevole, sicuramente ne consiglio la lettura

    said on 

Sorting by