I Brusaz

Di

Editore: Il Poligrafo

4.3
(10)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8871154894 | Isbn-13: 9788871154893 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace I Brusaz?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Storia di donne.

    Non è mai troppo tardi: la scrittura e la solida presenza letteraria di Giovanna Zangrandi è stata per me una scoperta, una gran bella scoperta. La storia della famiglia Brusaz è pretesto per tracciar ...continua

    Non è mai troppo tardi: la scrittura e la solida presenza letteraria di Giovanna Zangrandi è stata per me una scoperta, una gran bella scoperta. La storia della famiglia Brusaz è pretesto per tracciare figure di donne archetipiche, donne solide, forti, che la vita e il fato (spesso avverso) incalzano ma non travolgono, né piegano. Il tutto tracciato con una scrittura che è osso di seppia, scarno ma dalla forma mirabile.
    Mirabile è pure la prefazione di Antonia Arslan.
    Assolutamente da leggere, ammesso che troviate i libri, dato che l'oblio di una memoria prevalentemente maschile o effimera ha già avvolto la figura di questa grande e sfortunata scrittrice, nonostante gli sforzi di qualche bravo studioso.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo primo romanzo di Giovanna Zangrandi - pseudonimo di Alma Bevilacqua - fu pubblicato nel 1954 con discreto successo (vinse anche il premio Deledda); negli anni successivi fu riproposto con delle ...continua

    Questo primo romanzo di Giovanna Zangrandi - pseudonimo di Alma Bevilacqua - fu pubblicato nel 1954 con discreto successo (vinse anche il premio Deledda); negli anni successivi fu riproposto con delle revisioni; comunque poco conosciuto e ritenuto meritevole di nuova valorizzazione, è stato ripubblicato in versione originale nel 2006. L'intensa storia si colloca nei primi decenni del novecento, in un ambiente povero di montagna, ed ha per protagonista la dolce e forte Sabina che, catapultata giovanissima in casa Brusaz, matura e vive indomita dentro le molte, pesanti avversità che si succedono: è stata proprio questa grande figura femminile, prioritariamente, a suggerire la riproposizione del romanzo - a cura di Antonia Arslan e con il contributo della Regione Veneto e dell'Università di Padova, "nell'ambito del Forum di Ateneo per le problematiche di genere e le pari opportunità". Eccellente per gran parte, fin dove conserva unitarietà, il romanzo appare un po' meno convincente nel finale, laddove c'è una dispersione temporale degli eventi narrati, con relativo calo di tensione. In ogni caso, la Zangrandi meritava senz'altro questa "riscoperta", che ha poi favorito, nel 2010, la pubblicazione postuma dell'ottimo "Silenzio sotto l'erba".

    ha scritto il 

Ordina per