I Cariolanti

di | Editore: Elliot
Voto medio di 198
| 80 contributi totali di cui 78 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
1918, campagna toscana. Per non partire soldato nella Prima guerra mondiale, un uomo nasconde suo figlio di nove anni e sua moglie in un buco scavato nel bosco. Lì dentro la famiglia passa quasi tutto il tempo, il padre esce solo per prendere l’acqua ...Continua
Timoria...
Ha scritto il 31/01/18
I Cariolanti è un romanzo che non può lasciare indefferenti. Potrà non piacere, potrà provocare reazioni forti ma di sicuro non può lasciare indifferenti. Io ne sono rimasto magneticamente intrappolato, come attratto da un buco nero di disperazione e...Continua
Francesca
Ha scritto il 10/05/16
I CARIOLANTI di Sacha Naspini
Il romanzo suddiviso in tredici capitoli, in cui viene narrata la vita di Bastiano, ha la particolarità che all’apertura del primo e alla chiusura dell’ultimo ci troviamo a condividere la stessa ambientazione: una buca scavata nel terreno. La partenz...Continua
Veruska Latini
Ha scritto il 16/04/15

AVVISO: non a adatto a stomaci sensibili!
Che botta! Comincia con un aggrovigliamento di intestini, così continua e così finisce. A confronto Trilogia della città di K è delicato. Però se lo inizi non riesci a staccarti.

Tyler Durden
Ha scritto il 14/07/14

Autore non molto conosciuto ma di innegabile talento. Questo è forse il suo libro migliore, un romanzo composto da più racconti feroci e affascinanti che vanno a comporre un ritratto umano tanto disperato quanto crudamente reale.

Antonellamontesanti
Ha scritto il 27/03/12
Questo è uno di quei libri che non vorresti mai aver letto ma per il modo in cui è scritto gli do cinque stelline. E’ un racconto che va dritto al cuore,come un martello pneumatico quando buca il cemento. Narra il male in tutte le sue forme,il male i...Continua

Timoria...
Ha scritto il Jan 31, 2018, 16:08
Mi piacevano i libri con le avventure, ci passavo delle giornate sopra. E mi immaginavo che a fare quei viaggi tipo di fantasia fossi io. Era proprio così che facevo: leggevo con un dito seguendo ogni rigo e intanto mi immaginavo che a fare tutte qu...Continua
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 12, 2010, 12:19
Sai, c'è un punto oltre il quale non si può andare. Forse, dopo aver pianto tante lacrime, un po' ci stanchiamo del dolore. E' come un'ombra che ormai ti ha gelato l'anima, ti accadono le cose e tu ne resti sempre un po' fuori, le guardi da lontano,...Continua
Pag. 140

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi