Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I Commitments

Di

Editore: TEA

3.9
(504)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Olandese

Isbn-10: 8878187216 | Isbn-13: 9788878187214 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Zeuli

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Ti piace I Commitments?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A Barrytown, il quartiere popolare di Dublino, un gruppo di ragazzi decide difondare un complesso di soul e rhytm and blues, ispirandosi ai grandi delgenere. La squadra è composta, tra gli altri, da Jimmy Rabbitte, il managerdel gruppo; Joey The Lips, il mitico trombettista che ha suonato con tutti igrandi del rock; Deco, il cantante che geme come Otis, le tre coriste sexi cheancheggiano al suono di Sex machine. La loro sarà una vicenda di successi edisastri, di amicizie e litigi, di amori imprevisti e abbandoni clamorosi.
Ordina per
  • 4

    I favolosi libri di Evania

    Ospite della mia amica Evania, ho divorato questo libro di Roddy Doyle che ho trovato nella sua libreria. Ne è stato tratto un film divertente, che però non rende neanche un decimo del suono di queste pagine. Roddy è un vero music man della mia generazione - siamo coetanei - e come molti di noi h ...continua

    Ospite della mia amica Evania, ho divorato questo libro di Roddy Doyle che ho trovato nella sua libreria. Ne è stato tratto un film divertente, che però non rende neanche un decimo del suono di queste pagine. Roddy è un vero music man della mia generazione - siamo coetanei - e come molti di noi ha inseguito il sogno di suonare sanche scrivendo. Favoloso!

    ha scritto il 

  • 3

    Dublino ha il soul

    Jimmy ha la passione per la musica e decide con un paio di amici di formare una band che riporti il soul a Dublino (ma credo che sarebbe carino leggerlo in lingua originale dove immagino si giochi sul doppio significato di soul come genere musicale e come "anima"). Ovviamente sono al verde, ratto ...continua

    Jimmy ha la passione per la musica e decide con un paio di amici di formare una band che riporti il soul a Dublino (ma credo che sarebbe carino leggerlo in lingua originale dove immagino si giochi sul doppio significato di soul come genere musicale e come "anima"). Ovviamente sono al verde, rattoppati, ma pieni di entusiasmo e anche di talento così le cose cominciano a girare per il verso giusto, ma… come in tutti gli ambienti artistici (e non solo) bisogna fare i conti con le esigenze individuali, i sogni, le aspirazioni, le ambizioni, le gelosie. Il libro è gradevole, non un capolavoro, ma si fa leggere. E’ un po’ amaro, ma realistico.

    ha scritto il 

  • 4

    Non ho visto il film (e rimedierò a breve) ma non trovo per nulla strano che ne abbiamo tratto uno (e a quanto pare piuttosto carino) da un libro come questo, pieno di dialoghi, a volte davvero folgoranti. Una lettura veloce e divertente.

    ha scritto il 

  • 3

    Ride, Sally, Ride

    Il libro è bello, il film è formidabile!

    Un gruppo di ragazzi del sobborgo immaginario di Barrytown, il più negro di Dublino, decide di portare il soul in città.

    http://www.youtube.com/watch?v=U7CHPM0AUfw

    ha scritto il 

  • 4

    un libro con il ritmo nelle pagine

    Premetto che non ho visto il film: questo libro l'ho letto perchè sto un pò mettendo a posto la libreria ;-)) e avevo un bel ricordo di Padduy Clark ah ah. Quindi cercavo qualcosa di leggero e divertente.
    La scelta è stata proprio azzeccata: si legge con piacere perchè sembra di essere sul palco ...continua

    Premetto che non ho visto il film: questo libro l'ho letto perchè sto un pò mettendo a posto la libreria ;-)) e avevo un bel ricordo di Padduy Clark ah ah. Quindi cercavo qualcosa di leggero e divertente. La scelta è stata proprio azzeccata: si legge con piacere perchè sembra di essere sul palco e di suonare il soul con questi personaggi. E la musica sgorga dalla mente assieme al sorriso ..... Anche se non erano vestiti in smoking, un pò mi hanno fatto venire in mente i Dexys midnight runners

    ha scritto il 

  • 3

    Dublino

    Ostico e' la prima parola che mi viene in mente, piu' che altro perche' e; scritto in slang irlandese che e' un po' pesante da leggere per i miei gusti. Libro carino ma insomma, immagino che avesse fatto scalpore quando usci' ma ora e' un po' datato

    ha scritto il 

  • 3

    Un gruppo di ragazzotti di Dublino si mette insieme per fondare una band soul, The Committments, con cui fare musica proletaria per l’Irlanda: amori, litigi, dita consumate sugli strumenti, e un linguaggio nuovo per dare sfogo all’esigenza di comunicare e di darsi uno scopo.
    Il libro è semplice ...continua

    Un gruppo di ragazzotti di Dublino si mette insieme per fondare una band soul, The Committments, con cui fare musica proletaria per l’Irlanda: amori, litigi, dita consumate sugli strumenti, e un linguaggio nuovo per dare sfogo all’esigenza di comunicare e di darsi uno scopo. Il libro è semplice e diretto, senza approfondimenti psicologici, e racconta una realtà dura ma semplice, che è il suo bello: si fa leggere tranquillamente anche da non musicofili, anche se conoscere un po’ di soul te lo fa apprezzare di più. Un bel libro, da leggere con un disco di James Brown in sottofondo.

    ha scritto il 

  • 4

    Fresco, dissacrante, si legge facilmente.Riesce a fare entrare nel racconto il lettore come un osservatore silenzioso. Pur non caratterizzando nessuno dei personaggi, dopo un po' si riesce tranquillamente ad immaginarseli. Chissà quanti si sono rivisti nell'entusiasmo che solo la formazione di un ...continua

    Fresco, dissacrante, si legge facilmente.Riesce a fare entrare nel racconto il lettore come un osservatore silenzioso. Pur non caratterizzando nessuno dei personaggi, dopo un po' si riesce tranquillamente ad immaginarseli. Chissà quanti si sono rivisti nell'entusiasmo che solo la formazione di una band può dare. L'uso del turpiloquio de l'insulto gratuito e ripetuto è marchio di fabbrica di una certa cultura britannica e di un certo tessuto sociale. Ma è usato con sapienza, con divertimento e per fare divertire. Un piccolo capolavoro di un grande scrittore. Lo consiglio.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per