Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I Luigi di Francia

Di

Editore: Garzanti

4.0
(35)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 129 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8811667097 | Isbn-13: 9788811667094 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace I Luigi di Francia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel 1964, un anno dopo la pubblicazione della "Cognizione del dolore", ecco apparire "I Luigi di Francia", in cui Gadda sembra distrarsi in un beato cammino all'indietro, lungo le pagine dei memorialisti, fino ai secoli fausti della monarchia francese. Con modernissima ironia demoniaca e con il suo implacabile colpo d'occhio, lo scrittore segue e giudica le regolarità e le irregolarità delle passioni di re e popolani, borghesi e marchesi. Spensieratezza? No. Bastano poche righe ed ecco, tra un brivido e una risata, il Gadda di sempre che, con amore ma senza riguardi, si aggira tra le figure di una storia libresca, immobile, facendo talora il verso agli antichi cronisti, talora aggiungendo - ma quasi distrattamente - quella parola, quell'osservazione che subito rigettano nel caos della storia, nel suo straziante enigma, nella sua grottesca vanità.
Ordina per
  • 4

    Il libro racconta la vita a corte dei tre grandi re della Francia accomunati dal nome (Luigi XIII, Luigi XIV e Luigi XV) nel periodo compreso tra la fine del sedicesimo secolo e quella del diciottesimo, chiusosi con l’ avvento della borghesia e il conseguente declino della nobiltà.Di ogni Luigi ...continua

    Il libro racconta la vita a corte dei tre grandi re della Francia accomunati dal nome (Luigi XIII, Luigi XIV e Luigi XV) nel periodo compreso tra la fine del sedicesimo secolo e quella del diciottesimo, chiusosi con l’ avvento della borghesia e il conseguente declino della nobiltà.Di ogni Luigi c’e’ il racconto della sua storia, affidata di volta in volta alle persone piu’ vicine agli eventi (ed esempio la nascita del delfino narrata con pezzi tratti dal diario del medico di corte ) come a dimostrare la fedeltà della ricostruzione storica . Ma Gadda rivede e interpreta I testi originali producendo immagini bellissime come “ ….La madre di Giovanna Antonietta fu Maddalena de La Motte, una purosangue del sobborgo Sant’Antonio, figlia di un macellarone di quelli col portafoglio a fisarmonica, fornitore di viveri all’Istituto Mutilati… aux Invalides. La figlia del fornitore di ciccia si era unita al fornitore di granaglie, per calcolo, per interesse…” . Pura ironia gaddiana. Da leggere divertendosi

    ha scritto il 

  • 3

    Ri-ri-letto.
    Il risultato dell'intreccio che c'è nel libro tra il testo di Gadda con brani tratti dalla memorialistica francese è roba gustosissima.
    Ancora una volta, mi sono goduta molto questa galleria di ritratti che viene fuori non solo dei vari Luigi ma dei personaggi più in v ...continua

    Ri-ri-letto.
    Il risultato dell'intreccio che c'è nel libro tra il testo di Gadda con brani tratti dalla memorialistica francese è roba gustosissima.
    Ancora una volta, mi sono goduta molto questa galleria di ritratti che viene fuori non solo dei vari Luigi ma dei personaggi più in vista della corte dei re di Francia

    ha scritto il