Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I Persiani

Di

Editore: Bonacci

3.9
(74)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 202 | Formato: Altri

Isbn-10: 887573027X | Isbn-13: 9788875730277 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: History

Ti piace I Persiani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    L' inizio di tutte le storie

    Ha ancora dei tratti della cultura greca arcaica ma leggendo Eschilo si può veramente tastare con mano la realtà della Polis. Assoluta pietra miliare nella storia della tragedia, "I Persiani", è per certi versi il manifesto dell' identità greca che si oppone allo straniero, al barbaro, co ...continua

    Ha ancora dei tratti della cultura greca arcaica ma leggendo Eschilo si può veramente tastare con mano la realtà della Polis. Assoluta pietra miliare nella storia della tragedia, "I Persiani", è per certi versi il manifesto dell' identità greca che si oppone allo straniero, al barbaro, con gli occhi del quale è descritta la straordinaria resistenza delle truppe elleniche di fronte al travolgente esercito di Serse.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Persiani, tragedia datata 472 a.C. La regina Atossa attende accanto alla tomba del coniuge Dario buone nuove dal fronte di guerra dove suo figlio Serse è impegnato. A giungere, invece, sono notizie di distruzione e totale disfatta, nonchè di grande umiliazione, dal momento che Serse è fuggito. ...continua

    Persiani, tragedia datata 472 a.C. La regina Atossa attende accanto alla tomba del coniuge Dario buone nuove dal fronte di guerra dove suo figlio Serse è impegnato. A giungere, invece, sono notizie di distruzione e totale disfatta, nonchè di grande umiliazione, dal momento che Serse è fuggito.
    Dopo l'apparizione lo spirito di Dario a preannunciare ulteriori sconfitte per i Persiani, ritorna alla reggia Serse, emblema del vinto e per questo degno solo di scherno.

    ha scritto il