I Principi d'Irlanda

Voto medio di 391
| 67 contributi totali di cui 64 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Sangue, acciaio, magia. questo il mondo di Ibernia, come veniva chiamata l'Irlanda dagli antichi romani. Davanti ai lettori sfilano le favolose divinità pagane, i bardi, i druidi, le terre remote e selvagge dell'estremo Nord. Fatti e leggende si ... Continua
Ha scritto il 19/01/17
Un viaggio attraverso XIX secoli di storia irlandese.Dalle tradizioni druidiche e guerriere delle popolazioni celtiche all’invasione vichinga e danese, dai primi contatti con la Britannia alle ingerenze sempre più massicce di Enrico VIII.Il ritmo ..." Continua...
Ha scritto il 17/06/16
Lento lento lento e non entusiasmante...........
Ha scritto il 29/02/16
Devo ammettere che sono rimasta molto delusa da questo romanzo. Non nego che sia stata in parte anche colpa mia: avendo bramato a lungo questa lettura, le mie aspettative su Rutherford si erano fatte altissime; impossibile riuscire a soddisfarle. ..." Continua...
Ha scritto il 04/01/16
e un giorno da te tornerò
Ho letto "La Foresta" prima di questo, e ne rimasi piuttosto incantata. Questo libro è altrettanto buono, sebbene a mio avviso leggermente inferiore. Non vi è una grande - chiamiamola così - emotività empatica nello stile dell'autore, cosa che ..." Continua...
Ha scritto il 07/09/15
Atmosfere fantastiche. Personaggi particolareggiati. Rutherfurd si conferma un eccezionale scrittore.
  • 1 mi piace

Ha scritto il Mar 17, 2013, 17:21
Il luogo era quasi deserto, salvo per le fattorie sotto la potestà di suo padre.C'erano tuttavia due piccole presenza, ognuna della quali aveva dato un nome al luogo.Una, collocata poco prima che il fiume si aprisse nel paludoso estuario che aveva ... Continua...
Pag. 32
Ha scritto il Mar 17, 2013, 17:16
Ed erano i biondi vichinghi della Norvegia che, giunti alla bella isola a ovest della Britannia, ne avevano esplorato gli approdi naturali e, mutatone il nome celtico Eriu, che loro pronunciavano "Eire" nella loro lingua, per primi le avevano ... Continua...
Pag. 211
Ha scritto il Mar 17, 2013, 17:15
Saputo che lo scuro stagno era chiamato Dubh Linn, i norreni ne avevano ricavato la loro versione del nome: Dyflin.
Pag. 212

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi