Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I Vivi

Di

Editore: Rizzoli (24/7)

3.0
(203)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 164 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817020478 | Isbn-13: 9788817020473 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature

Ti piace I Vivi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per spiegare l'amore che prova per la sua fidanzata, un ragazzo "strano" scrive ai genitori di lei una lettera che innesca una devastante reazione a catena. Un uomo chiuso in un ascensore precipita per tre giorni in un abisso senza fondo. In una giornata di caldo torrido, un'ossessione sessuale si impadronisce di un uomo che invita due prostitute nella sua stanza d'albergo. Una coppia si incontra su un ponte di Parigi, senza immaginare che diventerà protagonista di una delle foto più celebri della storia. Un artista maltratta un'intervistatrice arrogante e sventata, che troverà il modo di vendicarsi. Un uomo e una donna viaggiano per incontrarsi, si danno appuntamento in un albergo e solo a tarda notte scopriremo chi sono.
Ordina per
  • 2

    " nel suo cervello sfrecciano come fulmini i vettori impazziti delle impressioni, delle considerazioni, delle martorianti riflessioni, dei ricordi, dei disamori, dei disincanti, dei sensi di colpa, e un fragoroso tuono di avvilimento le fa rimbombare dentro una vibrazione di sconfitta schiacciant ...continua

    " nel suo cervello sfrecciano come fulmini i vettori impazziti delle impressioni, delle considerazioni, delle martorianti riflessioni, dei ricordi, dei disamori, dei disincanti, dei sensi di colpa, e un fragoroso tuono di avvilimento le fa rimbombare dentro una vibrazione di sconfitta schiacciante. "

    ha scritto il 

  • 2

    Un lavoro incostante.

    Libro:
    "Fidanzamento", il racconto iniziale è un viscerale sfogo dell'immaginazione piagnucolosa di un adolescente, "il desiderio dei poeti" è un lungo e malriuscito tentativo di mediazione di intenti ai confini tra Kafka e Bukowski.
    Fin qui abbiamo tratt ...continua

    Un lavoro incostante.

    Libro:
    "Fidanzamento", il racconto iniziale è un viscerale sfogo dell'immaginazione piagnucolosa di un adolescente, "il desiderio dei poeti" è un lungo e malriuscito tentativo di mediazione di intenti ai confini tra Kafka e Bukowski.
    Fin qui abbiamo trattato del peggio.
    "Puntino nell'oceano", per quanto breve appare più efficace, probilmente più sentito.
    "i vivi", racconto da cui prende il titolo la raccolta, nonchè il più lungo, ha una sua evoluzione. Convince sempre di più, pagina dopo pagina e ne risulta in complesso discreto.
    Infine "Terrore" risulta il migliore tra i racconti, basato su un'idea semplice ma stimolante di un ascensore coinvolto in una caduta senza fine.

    DVD allegato:
    Ho visto il reading di Terrore dal vivo e l'ho trovato molto appagante (specie per la chitarre di Tebesio). Quello che viene commercializzato insieme al libro invece è piuttosto ridicolo, perchè corredato da scenette mal recitate (e mal riprese) davvero inutili.

    Conclusione:
    Godano ti conviene tornare a scrivere canzoni.

    ha scritto il 

  • 2

    prolisso.

    sig. godano, lei sa scrivere, e nei primi racconti si vede che le piace. però... dio mio quante parole inutili, quanti giri per dire poco. troppe pagine fitte di niente, soprattutto nell'ultimo racconto.
    partito bene, finito male.

    è meglio se continua a scrivere solo canzoni.

    ha scritto il 

  • 2

    in basso a sinistra / cit.

    «"Vieni", gli dice, "camminiamo. Ho qualche giorno di tempo per decidere, abbiamo qualche giorno di tempo per parlarne. Ora ho solo voglia di girare un po' per le strade, di fare una passeggiata".
    Si immettono nel flusso scostante delle persone che animano la piazza con le loro facce spente ...continua

    «"Vieni", gli dice, "camminiamo. Ho qualche giorno di tempo per decidere, abbiamo qualche giorno di tempo per parlarne. Ora ho solo voglia di girare un po' per le strade, di fare una passeggiata".
    Si immettono nel flusso scostante delle persone che animano la piazza con le loro facce spente o assorte, lui le cinge la spalla col braccio destro, baciandola.
    Un fotografo, in quei paraggi da alcune ore e intento al suo lavoro di cattura di dettagli e quotidianità, da qualche minuto catturato a sua volta da quell'amore appassionato, si è nel frattempo deciso a spostare la sua attrezzatura per avvicinarsi con discrezione, aiutato da un assistente, alla splendida tenerezza dei due innamorati. Quando è pronto per la foto essi si sono già alzati e procedono verso di lui: lo scatto li riprende sul finire del bacio ed egli con un sospiro di sollievo si accinge con calma a tornare dove si trovava in precedenza.
    Anch'io ho osservato ogni cosa(...) e confesso a me stesso il piacere estetico-sentimentale dell'istante rapito ai più immediati capricci del tempo e immortalato a futura memoria. Quella coppia ha mostrato di sè un'immagine incantevole, e la contemplazione di un amore così denso e invidiabile ha sollecitato la mia emotività...»

    ha scritto il 

  • 0

    Su tutte altre note...

    E' su "Just like you imagined" dei Nine Inch Nails che sto scrivendo. Si, perchè nessuna delle canzoni dei Marlene Kuntz può intrecciarsi armonicamente con la scrittura di Godano. Lui nella musica è molto poetico, riflessivo, rabbiosamente introspettivo. Qui diventa uno scardinatore di narrativa, ...continua

    E' su "Just like you imagined" dei Nine Inch Nails che sto scrivendo. Si, perchè nessuna delle canzoni dei Marlene Kuntz può intrecciarsi armonicamente con la scrittura di Godano. Lui nella musica è molto poetico, riflessivo, rabbiosamente introspettivo. Qui diventa uno scardinatore di narrativa, dissonante, come le variazioni di piano che corrono nel bridge di ciò che sto ascoltando e anche più delle chitarre di Sonica, agghiacciante nelle sue visioni distorcenti (tanto per andare citando...), maniacalmente ossessivo in maniera quasi impercettibile...indescrivibile. Nel bene e nel male.
    Trame allucinatorie frenate da uno stile in SI minore.

    ha scritto il 

  • 2

    Godano, probabilmente il mio poeta preferito (perché le canzoni dei Marlene Kuntz sono poesia, cheddiamine), in questo libro mi appare pesante, pedante, logorroico e forse inadatto a ricoprire il ruolo di scrittore. Nonostante questo, due racconti su sei mi sono, se non piaciuti, sicuramente venu ...continua

    Godano, probabilmente il mio poeta preferito (perché le canzoni dei Marlene Kuntz sono poesia, cheddiamine), in questo libro mi appare pesante, pedante, logorroico e forse inadatto a ricoprire il ruolo di scrittore. Nonostante questo, due racconti su sei mi sono, se non piaciuti, sicuramente venuti a simpatia. "Puntino sull'oceano" e "I vivi" distolgono l'attenzione primaria dal raccontarsela, e la portano al raccontare, o quasi.

    ha scritto il