I bambini pensano grande

Cronaca di una avventura pedagogica

Voto medio di 49
| 13 contributi totali di cui 11 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nel diario di un anno di scuola, in cui ciascun allievo è protagonista di una ricerca comune, si mostra il cuore del dialogo didattico: «provare a dare forma al mondo». E una proposta pedagogica nuova, evidentemente capace di cercare un senso all’esi ...Continua
CristinaFabbri
Ha scritto il 14/05/17

Poesia pedagogica! Ciò a cui tutti gli insegnanti dovrebbero ispirarsi!

Crisalidea
Ha scritto il 19/12/16
Indugiare nell'urgenza
La lettura di un'esperienza di relazione nell'apprendimento viva e densa, capace di suscitare emozioni che smuovono davvero qualcosa, che invitano alla ricerca, all'amore per le domande con cui bisogna avere il coraggio di stare insieme. L'importanza...Continua
Masetto
Ha scritto il 29/10/16
Eccezionale e meravigliosamente poetico per i non addetti ai lavori, infonde speranza nello scoprire che in Italia esistono maestri di scuola elementare come Franco, che tutti vorremmo aver avuto, che tutti vorremmo per i nostri figli, che ci ricorda...Continua
Groucho
Ha scritto il 10/05/16
Una pedagogia vissuta in classe
L'avventura pedagogica di cui parla il titolo è la storia dell'ultimo anno di elementari di una delle classi di Lorenzoni, che in questo modo fa una cosa molto importante e probabilmente più efficace di un trattato di pedagogia: ci fa entrare nella...Continua
Mariolino
Ha scritto il 23/11/15
Magico

Bellissimo! Riporta a quella magia delle scuole elementari che abbiamo vissuto tutti nella speranza che ancora oggi la scuola sia immaginata così!


CFF
Ha scritto il Nov 09, 2016, 17:59
"I pensieri infantili sono sottili. A volte sono così affilati da penetrare nei territori più impervi arrivando a cogliere, in un istante, l'essenza di cose e relazioni. Ma sono fragili e volatili, si perdono già nel loro farsi e non tornano mai indi...Continua
Enricogr
Ha scritto il Apr 14, 2016, 16:31
La cultura è una cosa viva, si può fare a pezzi e afferrare ciascuno a modo suo, perché si costruisce in una relazione intensa e personale, che poi si è in grado di condividere con altri.
Pag. 49

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi