Ha scritto il 02/07/17
Una delusione rispetto all'altro che avevo letto della stessa autrice, un libro abbastanza pasticciato e confuso. Non si capisce cosa vuole essere, all'inizio ( lento e trascinato) sembra piuttosto che voglia descrivere la vita degli ebrei ucraini ...Continua
Ha scritto il 30/05/17
Il peso delle convenzioni e l’ineluttabilità del destino sono al centro del romanzo. L’importanza attribuita al denaro e alla posizione sociale permea tutta la storia e indirizza le scelte dei protagonisti. Ancora una volta, l'autrice declina, ...Continua
  • 8 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 24/05/17
Due premesse alle righe che scriverò. La prima riguarda l'autrice, la cui bravura e capacità non si discutono, ma che genera dubbi quanto a modalità: venti, venticinque romanzi e lavori vari concepiti in una ventina d'anni, poco meno dopo la sua ...Continua
  • 22 mi piace
  • 8 commenti
Ha scritto il 11/05/17
I cani, i lupi, gli amori, gli ebrei.
Questo libro racconta, sostanzialmente, una storia d'amore. Ada Sinner è una bambina di sei anni che vive con il padre in una grande città ucraina. A casa Sinner vengono a vivere la zia Raissa e i suoi due figli, Lilla e Ben. Durante un pogrom Ben ...Continua
  • 4 mi piace
Ha scritto il 22/04/17
Partendo dal presupposto che amo Irène Némirovsky, i miei voti sulle sue opere variano semplicemente in base al mio gusto personale. Questo romanzo si colloca sicuramente dietro Jezabel.

Ha scritto il Dec 07, 2016, 11:51
Sono andata avanti per anni senza vederti, quasi senza conoscerti, e tu eri mio esattamente come adesso. Io, che sono abituata ad aspettarmi il peggio, non ho paura di perderti. Puoi dimenticarmi, abbandonarmi, lasciarmi, sarai sempre e solo mio. Ti ...Continua
Ha scritto il Nov 23, 2016, 17:08
La realtà corrispondeva alle sue aspettative? Forse mai niente è come si spera.
Pag. 144
Ha scritto il Jun 07, 2014, 16:07
"Dio mio, perché non me l'hai dato? Era fatto per me, destinato a me, e io a lui... Dammelo! Accetto tutto: il suo abbandono quando si sarà stancato di me, il dolore, la vergogna, tutto quello che vuoi, ma dammelo! Non è possibile che io l'abbia ...Continua
Pag. 129
Ha scritto il Jun 07, 2014, 16:02
"Amerò solo te per sempre" pensò con un senso di frustrazione, come quando ci si rende conto di essere predestinati alla miseria o alla disgrazia. "Potrei trascorrere la mia esistenza nell'atelier della zia Raisa, diventare vecchia senza aver più ...Continua
Pag. 96
Ha scritto il Oct 25, 2013, 11:34
[...]il suo corpo[...] si era affrancato dalla sua schiavitù; era dissociato, costituito da mille piccole Ada che conservavano tutte la loro libertà, e ciascuna si rallegrava senza preoccuparsi delle altre, senza preoccuparsi, soprattutto, della ...Continua
Pag. 186

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jun 16, 2015, 15:58
e-book

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi