Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I canti di Aradia

Il vangelo delle streghe italiane

Di

Editore: Aradia edizioni

3.7
(161)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 140 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8890150025 | Isbn-13: 9788890150029 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: History , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Ti piace I canti di Aradia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quest'opera, originariamente pubblicata a Londra nel 1899, ancora oggi rappresenta un raro quanto prezioso documento storico ed esoterico sulla stregoneria italiana. Un testo importante per qualsiasi serio studioso, ricercatore o praticante della Vecchia Religione, ma anche della Wicca. In essa sono infatti contenuti quelli che, probabilmente, sono stati alcuni degli insegnamenti più segreti che tanto gelosamente sono stati tramandati, all'interno di piccole congregazioni, nel corso dell'era oscura: il medioevo. Narrati oralmente per secoli, verso la fine del 1800, una strega fiorentina li racchiuse in un misterioso manoscritto.
Ordina per
  • 2

    Lo credevo più interessante.

    Pensavo fosse più articolato ed invece si tratta di poche pagine.
    Pagine impregnate di folklore italiano, a quanto pare.
    Mi aspettavo qualcosa di più da questo libro, anche se ammetto che numerosi aneddoti, scongiuri, invocazioni a Diana ed Aradia sono molto interessanti e curiosi.
    ...continua

    Pensavo fosse più articolato ed invece si tratta di poche pagine.
    Pagine impregnate di folklore italiano, a quanto pare.
    Mi aspettavo qualcosa di più da questo libro, anche se ammetto che numerosi aneddoti, scongiuri, invocazioni a Diana ed Aradia sono molto interessanti e curiosi.
    Da questo insieme di scritti si può afferrare il sentimento di una società oppressa dalla propria religione ufficiale troppo bigotta.

    ha scritto il 

  • 0

    libriccino piccolo,si legge velocemente e trovo sia unico nel suo genere..e'straordinario pensare a come sia sopravvissuta oralmente una cultura che il cristianesimo ha cercato per secoli di soffocare ,distruggere,annientare..avremmo dovuto pensarci noi italiani a mettere cio'che rimaneva per isc ...continua

    libriccino piccolo,si legge velocemente e trovo sia unico nel suo genere..e'straordinario pensare a come sia sopravvissuta oralmente una cultura che il cristianesimo ha cercato per secoli di soffocare ,distruggere,annientare..avremmo dovuto pensarci noi italiani a mettere cio'che rimaneva per iscritto ma meno male che almeno qualcuno l'ha fatto!bravo Leland..

    ha scritto il 

  • 4

    Un "must have" per chi si interessa di stregheria italiana. Viene chiamato il Vangelo delle Streghe proprio perchè la narrazione inizia con quella che è la genesi di Aradia, la dea figlia della notte e proettrice delle streghe e delle loro arti.
    Leland raccolse testimonianze, partiche folkl ...continua

    Un "must have" per chi si interessa di stregheria italiana. Viene chiamato il Vangelo delle Streghe proprio perchè la narrazione inizia con quella che è la genesi di Aradia, la dea figlia della notte e proettrice delle streghe e delle loro arti.
    Leland raccolse testimonianze, partiche folkloriche e racconti da una donna conosciuta durante un viaggio in Italia: attraverso le sue parole facciamo tesoro di una parte della nostra storia occultata dal cristianesimo ma ben viva, ancora, in un'ampia fetta della popolazione italiana. Una storia che dobbiamo assolutamente custodire.

    ha scritto il 

  • 4

    Un testo antropologico folkloristico che riesume i miti dell'antichità e il rapporto che intercorreva tra questi e l'uomo, o meglio, le donne. Donne che rivolgevano i propri riti a diana, la dea più venerata dalle streghe di ogni generazione. Un libro che potrebbe deludere quanti si aspettano un ...continua

    Un testo antropologico folkloristico che riesume i miti dell'antichità e il rapporto che intercorreva tra questi e l'uomo, o meglio, le donne. Donne che rivolgevano i propri riti a diana, la dea più venerata dalle streghe di ogni generazione. Un libro che potrebbe deludere quanti si aspettano un fantasy sulla stregoneria o una rilettura dell'argomento in chiave wiccan. Il fascino della dea diana e dell'aradia si insinua tra le formule degli incantesimi e gli antichi racconti senza false mitizzazioni. La magia non è mai stata così reale.

    ha scritto il 

  • 4

    Il viaggio di Leland e della sua fedele Maddalena nella stregheria italiana ci porta ancora più lontano, ad assaporare influssi romeni, ebraici e zingari. La storia di Aradia, della sua nascita, dei riti ha evidenti somiglianze con le credenze cristiane, i vari volti della Dea della luna sono div ...continua

    Il viaggio di Leland e della sua fedele Maddalena nella stregheria italiana ci porta ancora più lontano, ad assaporare influssi romeni, ebraici e zingari. La storia di Aradia, della sua nascita, dei riti ha evidenti somiglianze con le credenze cristiane, i vari volti della Dea della luna sono diventati i mille nomi della Madonna cristiana e anche gli scongiuri in cucina, nel bosco, alle fate per ottenere la grazia contengono quella minaccia alla divinità che si ritrova oggi negli stornelli religiosi dialettali. Affascinante e ricco di spunti, con le scoperte di Leland si va a conoscere le streghe toscane di un tempo, attraverso la loro vera voce raccolta con pazienza e curiosità.

    ha scritto il 

  • 5

    Un testo ottimo, di enorme interesse culturale e storico, consigliato a tutti coloro che si avvicinano al mondo dell'occulto e si trovano ad affogare nei meandri della fin troppo presente Wicca, che nulla ha a che vedere con l'antica religione del nostro paese.

    ha scritto il 

  • 5

    Questo è un libro contrastato, narra la leggenda che Leland ricevette questo libro a seguito di un'iniziazione alla stregoneria degli appennini Tosco Emiliani da una strega di nome Maddalena.
    Studi storici hanno poi evidentemente negato l'esistenza di Maddalena e la scrittura probabilmente d ...continua

    Questo è un libro contrastato, narra la leggenda che Leland ricevette questo libro a seguito di un'iniziazione alla stregoneria degli appennini Tosco Emiliani da una strega di nome Maddalena.
    Studi storici hanno poi evidentemente negato l'esistenza di Maddalena e la scrittura probabilmente di invenzione dello stesso Leland dell'intero libro.
    Ma tralasciando la veridicità storica o meno di questo testo bisogna esaltarne l'importanza che ha avuto nella rivalutazione della Stregoneria e nella nascita, o meglio sviluppo, della Wicca.
    Infatti parte dei rituali Gardneriani hanno avuto influenza da questo testo grazie all'intervento della Valiente.

    ha scritto il 

Ordina per