I demoni

Con il saggio "Il male in Dostoevskij" di Luigi Pareyson

Voto medio di 3109
| 413 contributi totali di cui 267 recensioni , 145 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Suppl. a: QN Quotidiano Nazionale, Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione.
Ha scritto il 05/10/17
É stato il mio secondo romanzo di Dostoevskij e ho notato come in entrambi i casi la narrazione parta a pieno ritmo per poi subire una brusca frenata a metà del libro. La trama é molto coinvolgente fin dalle prime pagine e incredibilmente non ho ...Continua
Ha scritto il 11/09/17
Che dire, ancora una volta FD ci porta nel suo mondo, mondo che può sembrare pieno di incomprensioni e pazzia ma che in realtà visto più attentamente non è nient'altro che il mondo dell'uomo o per meglio dire dell'anima. In questo suo romanzo ...Continua
Ha scritto il 30/08/17
Il 2001: Odissea nello spazio/Electric Ladyland della letteratura tutta
Ha scritto il 30/08/17
Ha scritto il 20/06/17
Uno dei romanzi migliori del caro D. Pregevolissimo il saggio finale sul male di Pareyson: il male viene visto come principio ribelle all'essere assoluto e come puro non-essere. Dal momento che non può scalfire l'assoluto del bene, in quanto puro ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Sep 19, 2017, 13:04
"La vita è dolore, la vita è paura e l'uomo è infelice. Ora tutto è dolore e paura. Ora l'uomo ama la vita, perché ama il dolore e la vita. E così hanno fatto. La vita si concede oggi in cambio di dolore e paura, e qui sta l'inganno. Oggi ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il Sep 14, 2017, 06:47
Ci sono strane amicizie: i due amici vogliono quasi divorarsi l'un l'altro, e vivono così tutta la vita, ma nello stesso tempo non si possono lasciare. Lasciarsi anzi è assolutamente impossibile: l'amico che si impunta e rompe la relazione, si ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il Mar 10, 2013, 09:44
"Si può attraversare un fiume su una trave, ma su una scheggia no."
Pag. 656
Ha scritto il Jul 15, 2012, 11:03
Posso desiderare di fare un'azione buona e ne provo piacere; insieme desidero ance il male, e ne provo pure piacere. Ma l'uno e l'altro sentimento sono, come anche prima, sempre troppo meschini: grandi non sono mai. I miei desideri sono troppo poco ...Continua
Pag. 493
Ha scritto il Jul 15, 2012, 10:58
Se Dio c'è, tutta la volontà è sua, e dalla sua volontà io non posso uscire. Se non c'è, allora tutta la volontà è mia, e io sono obbligato a dichiarare la libertà d'arbitrio, perché tutta la volontà è diventata mia.
Pag. 454

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 24, 2017, 09:44
Rispetto alle altre letture, questo romanzo parte disorientandoti, senz'altro vero è che solitamente i romanzi di Dostojevski sono sempre un po' confusionari, vuoi per la presenza di molti personaggi, vuoi perché la storia parte sempre lentamente, ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi