Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

I detective selvaggi

By Roberto Bolaño

(384)

| Paperback | 9788838916670

Like I detective selvaggi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una specie di falso poliziesco, o di sarcastico on the road, a cavallo di due tempi in cui avrebbe potuto succedere tutto, il tempo delle avanguardie artistiche e il tempo della gioventù «alternativa» anni Sessanta Settanta. Arturo Belano e Ul Continue

Una specie di falso poliziesco, o di sarcastico on the road, a cavallo di due tempi in cui avrebbe potuto succedere tutto, il tempo delle avanguardie artistiche e il tempo della gioventù «alternativa» anni Sessanta Settanta. Arturo Belano e Ulises Lima, sedicenti poeti e piccoli trafficanti, adepti di un'improbabile ed estrema avanguardia, il «realvisceralismo», cercano attraverso l'America Latina la mitica fondatrice della loro avanguardia, Cesárea Tinajero, creatrice di un'unica composizione inedita e scomparsa nel nulla in anni distanti. Vita e opinioni raccontate, avanti e indietro nel tempo. Due momenti si incardinano l'uno nell'altro: al presente dei due detective che inseguono le tracce di Cesárea, in compagnia di un diciassettenne alla scoperta del sesso e di una prostituta adolescente in fuga dal suo protettore, seguono (o precisano, o correggono, o approfondiscono), gli indiretti resoconti, vent'anni dopo, di testimoni che conobbero Arturo e Ulises e sanno che fine fecero. Ma questi sono in realtà narratori egocentrici che si perdono in grottesche avventure di ogni genere, in cui si inseguono fugaci indizi sino a disperare che si possa davvero sapere qualcosa di Cesárea. Un vagabondare irrequieto in cui ogni evento ogni personaggio sembrano sdoppiare indefinitamente le possibilità della vita, senza che nessuno riesca alla fine ad afferrarne alcuna. E si può leggere come la metafora di una generazione, ma anche come l'epica iconoclasta e feroce di un continente il cui spirito si esprime al meglio nelle finzioni borgesiane e nelle desolate solitudini dei macondo. E finzioni e macondo sembrano vivere entrambi nelle invenzioni di Bolaño - premiato col massimo riconoscimento letterario del continente per questo romanzo -, fatte di apocrifi e verità storiche indistinguibili, di congetture e cronache, di giustificazioni di personaggi limite, di futili grandezze e magnifiche miserie.

200 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    No me gusta Bolaño

    Después de leer 2666 y de que no encontrara gusto en su lectura, un amigo me recomendó esta novela. Y tampoco ha sido de mi gusto.
    Reconozco la calidad literaria y la originalidad narrativa, pero en ningún momento me ha cautivado. Me ha resultado, ad ...(continue)

    Después de leer 2666 y de que no encontrara gusto en su lectura, un amigo me recomendó esta novela. Y tampoco ha sido de mi gusto.
    Reconozco la calidad literaria y la originalidad narrativa, pero en ningún momento me ha cautivado. Me ha resultado, además, innecesariamente extenso.
    No a todos nos tienen que gustar los grandes autores, y éste es mi caso con Bolaño.

    Is this helpful?

    betv said on Jul 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Simone Darrieux disse che lasciare le sue memorie non gli sarebbe bastato…si chiedeva cosa ne avrebbero fatto della sua biografia, tutti intenti come erano al pane quotidiano e agli amori e ai decessi di contorno.

    Una volta a casa, Luis Sebastian Rosado e sua moglie Cecilia
    ammirarono i suoi scrupoli sull’esistenza, ma non li imitarono nemmeno per sogno,e non se ne vergognarono affatto a
    quattr’occhi,da uomo amato a donna amata, in famiglia!
    Più tardi lo accus ...(continue)

    Una volta a casa, Luis Sebastian Rosado e sua moglie Cecilia
    ammirarono i suoi scrupoli sull’esistenza, ma non li imitarono nemmeno per sogno,e non se ne vergognarono affatto a
    quattr’occhi,da uomo amato a donna amata, in famiglia!
    Più tardi lo accusarono d’aver fatto scuola.

    Is this helpful?

    l'ultima da parte di said on Jul 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    finalmente dopo un paio d'anni dall'uscita dal catalogo sellerio, Adelphi presenta questa nuova edizione di detective selvaggi.
    La narrazione è affidata a quello che definirei un diario collettivo, nel quale i personaggi-testimoni si raccontano e ci ...(continue)

    finalmente dopo un paio d'anni dall'uscita dal catalogo sellerio, Adelphi presenta questa nuova edizione di detective selvaggi.
    La narrazione è affidata a quello che definirei un diario collettivo, nel quale i personaggi-testimoni si raccontano e ci fanno vivere gli eventi che ruotano attorno ai protagonisti; ogni vicenda, ogni testimonianza, ci fornisce un pezzo, un punto di vista, un nuovo anello della catena che ci porta a ricercare la verità, a 'chiudere un caso'. Siamo sempre lì a chiederci cosa è successo, perchè e dove; in questo senso non c'è niente di più giallo. E' un romanzo liquido: incomincia dall'inizio passa per la fine, si concede flashback apparentemente assurdi e momenti apparentemente incongruenti; eppure nulla è a caso, tutto ci porta a comprendere chi, come, dove, quando e perchè!
    finendo questo libro capisco che quando lo rileggerò, cercerò i particolari che mi sono sfuggiti, e so che ad ogni lettura ne troverò di nuovi

    Is this helpful?

    Michele Masetti said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    sento addosso la polvere che la Ford Impala ha raccolto attraversando i deserti di Sonora.

    Is this helpful?

    Gnapppo said on Jun 14, 2014 | Add your feedback

  • 17 people find this helpful

    Senza la grande letteratura e le nuove idee siamo destinati a correre come dei criceti in una ruota, dentro un ciclo senza fine. Come tutti gli altri. Ma pensandoci bene, facciamo inevitabilmente la fine di tutti gli altri. La vita è parole e le par ...(continue)

    Senza la grande letteratura e le nuove idee siamo destinati a correre come dei criceti in una ruota, dentro un ciclo senza fine. Come tutti gli altri. Ma pensandoci bene, facciamo inevitabilmente la fine di tutti gli altri. La vita è parole e le parole sono il dolore e il dolore è la bellezza e la bellezza è un viaggio in Messico.
    Ho bisogno di leggere ancora Bolano.

    Is this helpful?

    Luca G said on May 15, 2014 | 10 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    c'è voluto quasi un mese e mezzo per arrivare alla fine delle più di 800 pagine del libro.
    in proporzione per "2666" c'era voluto meno tempo.
    ma ne è valsa la pena: il romanzo è densissimo di idee, situazioni, personaggi, tanto che è difficile muover ...(continue)

    c'è voluto quasi un mese e mezzo per arrivare alla fine delle più di 800 pagine del libro.
    in proporzione per "2666" c'era voluto meno tempo.
    ma ne è valsa la pena: il romanzo è densissimo di idee, situazioni, personaggi, tanto che è difficile muovercisi dentro rapidamente, devi prenderti ogni tot pagine qualche momento per assimilare quello che si è letto.
    la storia? semplicemente la nascita, lo sviluppo e la scomparsa di una scena letteraria, il realismo viscerale, e -soprattutto- le vicende umane dei poeti che ne fanno parte.
    bolano non ci spiega mai davvero che cosa è il realismo viscerale, lo lascia impalpabile, vago, addirittura alcuni suoi membri forse non sono neppure poeti, sono solo affascinati dall'idea di esserlo: quello che noi sappiamo lo apprendiamo dalle parole di juan garcia madero (giovane poeta che entra quasi per caso nel movimento per poi forse restarne l'unico vero membro, seppur non riconosciuto)nella prima e nell'ultima parte, e dal mosaico di storie raccontate dalle più diverse persone nella parte centrale, quella che da il titolo al libro. ed è in questa parte che bolano da sfoggia di bravura assoluta: decine di toni e caratteri diversi, tutti assolutamente credibili e tutti gestiti perfettamente, che finiscono per rendere assolutamente credibile il racconto fino quasi a far domandare al lettore se certi artisti, certi movimenti letterari, certe situazioni siano creazioni dell'autore o siano se non vere quantomeno ispirate a situazioni reali.

    bolano era uno scrittore eccezionale, e questo libro è un capolavoro.

    Is this helpful?

    intortetor said on May 14, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book