Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I dieci comandamenti nel XXI secolo

Di

Editore: Mondadori

3.5
(15)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804555815 | Isbn-13: 9788804555810 | Data di pubblicazione: 

Ti piace I dieci comandamenti nel XXI secolo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quale è il senso di "Non desiderare la roba d'altri" oppure "Onora il padre e la madre" all'interno della civiltà contemporanea? Che cosa può significare per chi, oggi, si professa laico, se non addirittura ateo, un principio come "Non avrai altro Dio all'infuori di me"? Il filosofo Fernando Savater ripercorre il più antico codice morale che l'Occidente conosca: i dieci comandamenti che Dio affidò a Mosè. E ci dimostra come i dieci comandamenti, asse portante della nostra civiltà, abbiano conservato tutta la loro forza anche per la società occidentale del ventunesimo secolo.
Ordina per
  • 3

    Savater è un grande scrittore di filosofia per tutti, ma in questo caso la sensazione è quella di un libro molto forzato, priva di vera ispirazione, piuttosto raccogliticcio. certamente non tra le sue opere migliori.

    ha scritto il 

  • 3

    Fernando Savater - I dieci comandamenti nel XXI secolo

    Savater, con il suo solito stile sobrio e misurato, fa, in questo libro, un’analisi delle leggi che sono alla base della cristianità. In ogni capitolo, ognuno dedicato a un comandamento il filosofo inizia con una ironica conversazione (unilaterale) tra lui stesso e Yahvè, sull’utilità di simili r ...continua

    Savater, con il suo solito stile sobrio e misurato, fa, in questo libro, un’analisi delle leggi che sono alla base della cristianità. In ogni capitolo, ognuno dedicato a un comandamento il filosofo inizia con una ironica conversazione (unilaterale) tra lui stesso e Yahvè, sull’utilità di simili regole. E poi spiega quali siano i diversi campi di applicazione, nei giorni nostri, delle “frustrazioni necessarie”. I Dieci Comandamenti, a ben vedere, risultano, nella loro forma, superati e anacronistici. Però se si considerano sotto un punto di vista più ampio non hanno perso la loro validità. Per cui “Non mentire” è ancora oggi molto attuale, così come “Non uccidere”, dove però se si considerano gli orizzonti odierni in fatto di scienza (vedi gli ultimi referendum), c’è molto da discutere. Invece “Non desiderare la donna d’altri” è considerato dall’autore decisamente offensivo e ingiusto nei confronti della donna, per ovvi motivi.

    Il libro, rispetto ad altri di Savater, mi è sembrato un minimo sotto tono, molte cose sembrano assodate, ma rifletterci sopra in fondo non fa mai male, per esempio su “Non desiderare la roba d’altri”, c’è una disamina interessante sulla brama di potere e di possesso che negli ultimi dieci anni ci ha assalito un po’ tutti. Insomma è un libro da leggere ogni tanto, per rinfrescarsi le idee, pur partendo da concetti che un non credente potrebbe considerare non suoi

    ha scritto il