I dispiaceri del vero poliziotto

Voto medio di 200
| 40 contributi totali di cui 36 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il sogno di ogni vero lettore non è forse di ritrovare, anche solo per poco, i personaggi di un libro che ha appassionatamente amato? Ebbene, lo vedrà realizzarsi, per la prima volta, in questo romanzo, dove riappaiono alcuni dei personaggi di ...Continua
Ha scritto il 25/07/17
Stiamo solo sognando.
Ora chi si prenderà cura di tutti questi destini “(…) nel furibondo e moribondo paese delle lettere”?La tertulia e la mimosa spinosa, soprattutto la catafora.Qualche tempo fa uno sconosciuto mi ha scritto. Mi ha chiesto: Perché parli tanto ...Continua
  • 6 mi piace
Ha scritto il 12/06/17
Oppressione e Poesia
Non il miglior Bolaño, ma forse uno dei suoi romanzi più misteriosi, impenetrabili. Spesso, ho avuto l'impressione che questo non fosse altro che la collezione di note più o meno casuali prese dal Cileno durante la preparazione di 2666 - note che ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 31/08/15
La truffa dello stile e i polizieschi che si risolvono in fuga. Una miniatura di 2666.
  • 2 mi piace
Ha scritto il 15/06/15
EL LUGAR DEL AMOR
Ho finito oggi pomeriggio, verso sera. Da ieri è freddissimo, ci sono albe e tramonti così secchi e glaciali. Mattine di vetro, così pulite, nette, precise. I contorni delle cose sono più affilati di luce ed è bellissimo leggere così. Leggere ...Continua
  • 13 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 28/12/14
I nomi, i luoghi, i temi sono quelli di 2666 e degli altri testi di Bolano. In più, come tutti i libri postumi, questo è stato collazionato da mani altrui, in forma certamente non definitiva. E tuttavia è un romanzo strepitoso, come lo sono certi ...Continua
  • 6 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Mar 08, 2016, 15:09
Una volta, dopo aver discusso con Castillo dell'identità peregrina dell'arte, Amalfitano gli raccontò una storia che aveva sentito a Barcellona. La storia riguardava una recluta della Divisione Blu spagnola che aveva combattuto nella seconda ...Continua
Ha scritto il Jul 22, 2012, 19:10
E cos’è che impararono gli allievi di Amalfitano? Impararono a recitare a voce alta. Mandarono a memoria le due o tre poesie che più amavano per ricordarle e recitarle nei momenti opportuni: funerali, nozze, solitudini. Capirono che un libro era ...Continua
Pag. 137
Ha scritto il Jan 23, 2012, 07:01
http://www.quarterlyconversation.com/TQC_8/art/triangle.jpg
Pag. 2666
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 15, 2012, 16:45
...Capirono che un libro era un labirinto e un deserto. Che la cosa più importante al mondo era leggere e viaggiare, forse la stessa cosa, senza fermarsi mai. Che una volta letti gli scrittori uscivano dall'anima delle pietre, che era dove vivevano ...Continua
Pag. 137
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi