Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I due matrimoni

Di

Editore: Tre60

2.9
(57)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8867020536 | Isbn-13: 9788867020539 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace I due matrimoni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
PROLOGO Littlehampton, Sussex, 29 luglio 1981 Quella mattina del 29 luglio, quando le due bambine si svegliarono nella roulotte, provarono la stessa eccitazione del giorno di Natale. Le regole quotidiane erano sospese, dal momento che ...
Ordina per
  • 2

    Ho cominciato a leggere questo romanzo perché mi aspettavo una storia frizzante sullo stile kinsella invece l'ho trovato molto noioso e prevedibile ed ho fatto parecchia fatica a finirlo.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho visto in super offerta al supermercato e ho detto "perché no?!?" E ho fatto bene... libro simpatico sxorrevole divertente. Perfetto quando si ha voglia di liberare la mente con qualcosa di leggero e frizzante

    ha scritto il 

  • 4

    scorrevole,davvero piacevole e dal finale non scontato!

    lettura che non scade mai nel noioso e che concepisce due modi differenti di sposarsi...si sa che in inghilterra tengono molto ad allestire un matrimonio piu' di quanto ci teniamo noi in italia...questo libro sa ben alternare le vicende di queste due ragazze, indaffarate dal giorno piu' important ...continua

    lettura che non scade mai nel noioso e che concepisce due modi differenti di sposarsi...si sa che in inghilterra tengono molto ad allestire un matrimonio piu' di quanto ci teniamo noi in italia...questo libro sa ben alternare le vicende di queste due ragazze, indaffarate dal giorno piu' importante e dai loro problemi quotidiani, senza scadere mai fino all'ultima pagina...anzi,sa finire in un modo che nessuno si aspetterebbe!!e quindi non è neppure scontata come tanti altri libri che ho letto! non gli ho dato 5 stelle perchè non lo considero un capolavoro, ma se lo mettiamo al cospetto di altri pubblicati ultimamente, banali e per niente meritevoli,glielo si potrebbe anche dare...

    ha scritto il 

  • 4

    Bella storia ambientata in Inghilterra sui differenti
    modi di preparare e concepire un matrimonio.
    Ciò che ne risulta però è che molte volte si crede
    che sposarsi sia solo il giorno in cui si svolge la ceri-
    monia e quindi si fanno sforzi anche enormi per ba-
    dare alle apparenze e al risultato fi ...continua

    Bella storia ambientata in Inghilterra sui differenti modi di preparare e concepire un matrimonio. Ciò che ne risulta però è che molte volte si crede che sposarsi sia solo il giorno in cui si svolge la ceri- monia e quindi si fanno sforzi anche enormi per ba- dare alle apparenze e al risultato finale della giornata in sé, quando invece si dovrebbe pensare a quello che si vuole veramente sia dall’altra persona, sia da se stessi ma soprattutto su che basi nasce la vita in comu- ne che si sta per affrontare. Indicato a tutte le età questo libro affronta anche varie tematiche riguardanti la salute, la vita in famiglia e anche un pochino di sano gossip principesco.

    ha scritto il 

  • 1

    Confesso che ho un debole per i matrimoni. Per le proposte di matrimonio. Per i fidanzamenti che terminano con un bel "Sì, lo voglio".
    Vado pazza per tutto quel che l'organizzazione di un matrimonio comporta, per tutti i piccoli dettagli che contribuiscono a rendere quel giorno unico e speciale. ...continua

    Confesso che ho un debole per i matrimoni. Per le proposte di matrimonio. Per i fidanzamenti che terminano con un bel "Sì, lo voglio". Vado pazza per tutto quel che l'organizzazione di un matrimonio comporta, per tutti i piccoli dettagli che contribuiscono a rendere quel giorno unico e speciale. In un'epoca in cui anche questo legame è vissuto come temporaneo, come usa e getta, come qualcosa di facilmente dissolubile, io credo nella sua forza, nella sua bellezza e nella sua, anatema degli anatemi, eternità! Mi piace pertanto ritrovarlo nei libri, nei film o telefilm: I due matrimoni della Manby mi è apparso come il romanzo ideale per immergermi un po' in una romantica atmosfera d'amore, che ben si concilia con l'estate e la sua voglia di leggerezza. Mi son convinta a leggerlo anche a causa della cover che richiamava gli stessi sposini che avrei scelto per la mia Wedding Cake (ma che all'epoca non sono riuscita a trovare...), grazie a una trama ingannevolmente carina e che sapeva tanto di chick-lit: proprio quello che cercavo. Eppure questo romanzo si è rivelato la delusione delle delusioni. Dopo averlo letto, non posso continuare a definirlo chick-lit perché farei un dispetto a quel genere narrativo: la storia che la Manby sviluppa è piatta, prevedibile, noiosa. Inutile forse è l'aggettivo che la definisce in maniera migliore. Mi dispiace andarci giù pesante, ma non son riuscita a salvare nulla. Si assiste parallelamente alla storia delle due protagoniste e al loro opposto modo di affrontare le nozze: in maniera semplice e silenziosa l'una, ostentata e esagerata l'altra. Le protagoniste stesse non sono altro che la rappresentazione di due stereotipi portati all'eccesso: ad agire secondo giustizia e nel rispetto degli altri c'è Kate, a comportarsi egoisticamente, calpestando chiunque si trovi a portata c'è Diana. Ovviamente ognuna delle due avrà il finale che, moralisticamente e prevedibilmente, questo tipo di personaggi merita. Non si ride, non ci si emoziona, non si viene coinvolti. Sono due matrimoni a cui i lettori non si sentono invitati, ma si ritrovano ugualmente ad assistere freddamente allo svolgersi degli eventi. Per ravvivare la storia è stato introdotto il triangolo amoroso, ma nessuno dei due uomini che ne fa parte è all'altezza del ruolo. Per far commuovere i lettori l'autrice ha aggiunto lo spauracchio del tumore, ma neanche la malattia riesce a dare un tono alla storia. E neanche i parallelismi con Lady D o Kate Middleton svolgono la loro funzione: risulta tutto costruito a tavolino, cercando di inserire in maniera furba quegli elementi che avrebbero potuto toccare le corde giuste delle lettrici, soprattutto. Purtroppo, l'unico meccanismo che riescono ad innescare è un bello sbadiglio e nulla più. Se avete voglia di leggere qualcosa di carino, leggero ed estivo, non buttatevi su questo romanzo: vi farà solo venire voglia di abbandonare il libro e pentirvi di averlo iniziato.

    http://cuoredinchiostro.blogspot.it/2012/06/recensione-i-due-matrimoni-di-chrissie.html

    ha scritto il 

  • 4

    Non metto la quinta stellina solo perchè, ancora una volta, si parla di malattie, ci sono pagine che se lette sono angoscianti, io le ho solo scorse, non leggo di certo un libro sui matrimoni per poi trovarmi storie di cancro e malattie varie.
    Comincia in modo carino ma finisce in modo frizzate, ...continua

    Non metto la quinta stellina solo perchè, ancora una volta, si parla di malattie, ci sono pagine che se lette sono angoscianti, io le ho solo scorse, non leggo di certo un libro sui matrimoni per poi trovarmi storie di cancro e malattie varie. Comincia in modo carino ma finisce in modo frizzate, bello, romantico, spettacolare e pure comico in certi momenti.

    ha scritto il 

  • 3

    Un po' stupido e un po' da orticaria: avrei ammazzato Diana Ashcroft con le mie stesse mani. Certo che fare tutto quel caos per un matrimonio a me pare un po' esagerato. E poi, infilare dappertutto il matrimonio di Carlo&Diana e di Will&Kate non è stata una grande idea, a metà mi ero già s ...continua

    Un po' stupido e un po' da orticaria: avrei ammazzato Diana Ashcroft con le mie stesse mani. Certo che fare tutto quel caos per un matrimonio a me pare un po' esagerato. E poi, infilare dappertutto il matrimonio di Carlo&Diana e di Will&Kate non è stata una grande idea, a metà mi ero già stufata. (Per qualche strano motivo mi sono immaginata per tutto il libro Ben come George di Grey's Anatomy)

    Penso che mi sposerò con le scarpe da ginnastica e via.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Ho odiato Diana dal primo momento!! Diciamo che la fine si addice alla sua strafottenza e superficialità! Storia noiosetta, niente di che..!

    ha scritto il