Testo francese a fronte

La prima edizione dei "Fiori del male" (giugno 1857) fu sottoposta a processo per oltraggio alla pubblica morale: sei poesie furono condannate ed espunte dal testo. Seguirono altre due edizioni, una nel 1861, l'altra, po

La prima edizione dei "Fiori del male" (giugno 1857) fu sottoposta a processo per oltraggio alla pubblica morale: sei poesie furono condannate ed espunte dal testo. Seguirono altre due edizioni, una nel 1861, l'altra, postuma, nel 1868. Il libro di Baudelaire, compendio ed emblema della poesia moderna, giunge, con intatta fragranza, nel cuore della nostra epoca. Atroce e dolcissimo, nei suoi versi accoglie il profumo degli angeli e il suono della metropoli, la seduzione della bellezza e la miseria del declino, l'azzurro di lontananze inattingibili e il tedio della ripetizione. In un ventaglio straordinario di registri e di toni, dà forma al grido delle passioni e al gelo dell'esilio, alle ferite dell'amore e al sapere amaro del viaggio. La traduzione di Prete, con testo originale a fronte, è condotta all'ombra delle forme metriche baudelariane e del loro ritmo. In un lavoro ventennale, di testo in testo, il traduttore ha cercato ogni volta la forma che meglio potesse corrispondere con il testo originale e che fosse, allo stesso tempo, in sintonia con la tradizione poetica italiana, con la sua lingua. Una nuova traduzione di "Les Fleurs du mal", condotta sulla più moderna edizione critica dell'opera di Charles Baudelaire, che tiene conto, per ricostruire la vicenda testuale, anche dei volumi della "Correspondance". ...Continua

Ha scritto il 14/12/17
I Fiori del Male, Charles Baudelaire.
Raccolta di liriche scritte dal poeta francese Baudelaire.
Diversi sono i temi affrontati: dalla morte all'amore, dalla religione al satanismo, per la trattazione delle quali l'opera fu accusata di oscenità e censurata al punto che il poeta non
...Continua
Ha scritto il 12/11/17
Partiamo dal presupposto che Baudelaire debba essere letto in lingua originale, soprattutto quando si parla di poesia, dove le parole sono scelte con una certa perizia. E ancor più per il caso di Baudelaire in cui ogni poesia è frutto di un lavoro di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/11/16
Non amo particolarmente il genere letterario della poesia, per cui ho letto poche raccolte in vita mia. Mi piace invece, ogni tanto, recuperare qualche classico della letteratura mondiale che non avevo mai letto da cui la mia scelta di procurarmi “I ...Continua
Ha scritto il 31/10/16
Altrove, lontano da qui! Troppo tardi! Forse mai più! dove fuggi non lo so, dove vado non lo sai, o tu che avrei amato, o tu che lo sapevi!
  • 4 mi piace
Ha scritto il 12/10/16
E' considerato una delle più significative raccolte di poesie dell'Ottocento,
ponendosi come la base della poesia moderna. I temi trattati all'interno di essa vanno dalla religione alla morte, all'onore e perfino al satanismo; secondo Baudelaire l'opera è da considerare un viaggio personale ed immaginario attraverso la sua vit ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Apr 02, 2016, 13:11
Elevazione
"Al di sopra degli stagni, al di sopra delle valli,

delle montagne, dei boschi, delle nubi, dei mari,

oltre il sole e l’etere, al di là dei confini delle sfere stellate,

spirito mio tu ti muovi con agilità, ...Continua
Ha scritto il Dec 26, 2015, 15:49
Però a Voce mi consola e mi dice: " Tienti i tuoi sogni: i saggi non ne hanno di così bellicome ne hanno i pazzi!"
Ha scritto il Nov 13, 2015, 01:06
"così, regina delle grazie, tu finirai,
dopo i sacri estremi dettami,
allor che sotto l'erbe grasse te ne starai
a marcire in mezzo agli ossami.
Allora, mia bellezza, diglielo al verme, intento
coi baci a morderti il cuore,
ch
...Continua
Ha scritto il Dec 25, 2014, 22:17
UN VIAGGIO A CITERA "Gaio come un uccello si librava il mio cuore, planando in libertà sopra il cordame; nell'aria immacolata scivolava la nave, angelo ebbro d'un radioso sole." [...]
Pag. 193
Ha scritto il Dec 25, 2014, 22:16
LA DISTRUZIONE

"Sempre mi sta alle costole il Demonio;
mi gira,impalpabile arie,tutt’intorno,
e se l’inghiotto brucia i miei polmoni
d’una brama colpevole,in eterno

prende a volte,sapendo che amo l’arte,
d’una do
...Continua
Pag. 183

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Sep 05, 2016, 15:55
841.8 BAU 4521 Letteratura Fracese
Ha scritto il Sep 02, 2016, 07:58
Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi
Ha scritto il Dec 25, 2014, 22:23
UN VIAGGIO A CITERA "Gaio come un uccello si librava il mio cuore, planando in libertà sopra il cordame; nell'aria immacolata scivolava la nave, angelo ebbro d'un radioso sole." [...]
Pag. 193

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi