Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I fiori del tempio

Di

Editore: Mondolibri

3.3
(109)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 391 | Formato: Copertina rigida

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Adriana Colombo , Paola Frezza

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace I fiori del tempio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Bellissime e innocenti, uguali come due gocce d'acqua, le giovani sorelle Nutan e Zeenat vivono indisturbate sull'isola di Bali immerse in una natura rigogliosa, nell'incanto di colori e profumi esotici. La vita scorre tranquilla sotto la protezione dell'adorata nonna Nenek, che tutti al villaggio considerano una strega perché parla con gli spiriti e cura con gli incantesimi; finché all'improvviso, dopo la morte della madre, le due ragazze sono costrette a trasferirsi a Londra. Una sera, durante l'inospitale inverno cittadino, la loro vita si incrocia quasi per caso con quella di Ricky, un uomo enigmatico e trasgressivo che le trascina in un suo mondo fatto di eccessi e decadenza. Ricky ha stretto un patto di sangue con un'implacabile dea, con la promessa di erigere un tempio dove condurre le anime perdute in cambio di potere e ricchezza. Un luogo in cui il destino di Nutan e Zeenat si unisce fatalmente a quello di altri personaggi fragili e dissoluti: Elizabeth, algida bellezza che custodisce un tremendo segreto; Anis, pittore tormentato che sa penetrare nell'animo delle persone ritratte più di quanto sappiano fare loro stesse; Maggie, giovane prostituta che non rinuncia a inseguire il sogno dell'amore romantico... Ciascuno si affaccia a turno sulla pagina per raccontare in prima persona, con una sincerità disarmante, la propria discesa agli inferi in un mondo parallelo in cui nulla è come sembra e tutto è concesso in un conturbante gioco specchi. E niente sarà più come prima.
Ordina per
  • 4

    E’ un libro strano. Niente a che fare con il precedente dell’autrice “Madre del Riso”. Diversissimo. Pervaso da un’atmosfera maledetta e decadente. Il fascino del male e della perdizione. Personaggi tratteggiati come angeli maledetti. Alcuni meravigliosi …e tra tutti svetta Anis. Alcuni aprono le ...continua

    E’ un libro strano. Niente a che fare con il precedente dell’autrice “Madre del Riso”. Diversissimo. Pervaso da un’atmosfera maledetta e decadente. Il fascino del male e della perdizione. Personaggi tratteggiati come angeli maledetti. Alcuni meravigliosi …e tra tutti svetta Anis. Alcuni aprono le ali e riescono a volare via ad altri invece le ali vengono bruciate. Un libro che a volte fa male. E trovo la scrittura di Rani Manika davvero molto delicata ed evocativa

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo aver letto "Madre del riso" sono rimasta scioccata da questo.
    Però devo ammettere che è bello.Troppo crudo.Quello che ti lascia,che senti è il senso di squallore e di rassegnazione.Droga e sorelle perdute.

    ha scritto il 

  • 4

    Non è all'altezza di Madre del riso, ma mi è comunque piaciuto. Al di là dell'aspetto più sordido della vicenda, tra sesso, droga e perversioni varie, la vicenda è coinvolgente e a tratti commovente. Non tutti i personaggi si salvano, anzi, è vero il contrario, ma la vita è così, non tutti ...continua

    Non è all'altezza di Madre del riso, ma mi è comunque piaciuto. Al di là dell'aspetto più sordido della vicenda, tra sesso, droga e perversioni varie, la vicenda è coinvolgente e a tratti commovente. Non tutti i personaggi si salvano, anzi, è vero il contrario, ma la vita è così, non tutti hanno la forza di dire basta...

    ha scritto il 

  • 2

    Che fatica finire questo libro, decisamente mi aspettavo di più dopo aver sentito decantare Madre del Riso, della stessa autice, che non ho ancora letto.

    Spero di rifarmi con quello.

    ha scritto il 

  • 4

    ....

    Allora...sono combattuta nel dare un giudizio...mi aspettavo un libro più incentrato su Bali e i suoi misteri, mentre dopo le prime pagine ci spostiamo in una Londra degradante e puzzolente dove comincia un viaggio pericoloso per due gemelle. Non credo sia un libro dedicato all'innocenza...di inn ...continua

    Allora...sono combattuta nel dare un giudizio...mi aspettavo un libro più incentrato su Bali e i suoi misteri, mentre dopo le prime pagine ci spostiamo in una Londra degradante e puzzolente dove comincia un viaggio pericoloso per due gemelle. Non credo sia un libro dedicato all'innocenza...di innocenza non c'è proprio niente. Ogni personaggio sa quel che fa, è cosciente che si sta distruggendo ma non riesce a venirne fuori. Non mi è affatto dispiaciuto...molto curati i personaggi in sè e non mi è sembrato un libro banale, in quanto scritto con ferma lucidità e senza compassione nei confronti dei personaggi.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro molto ben scritto che descrive impietosamente il processo di degrado in cui gli uomini, vuoi per disperazione, vuoi per vizio, si autodistruggono. Una bella lettura.

    ha scritto il 

  • 1

    Un turbinio di emozioni iniziali e poi un deludente ritratti di troppi personaggi in cerca di cosa?Non è stato un libero di mio gradimento.Cosa c'entra l'autrice nel finale?Chi l'ha letto me lo sa spiegare?
    Grazie

    ha scritto il