I fiumi della guerra

Le cronache del ghiaccio e del fuoco - Vol. 6

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

4.4
(4345)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 457 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804463325 | Isbn-13: 9788804463320 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Sergio Altieri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace I fiumi della guerra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un autunno di brutali tempeste flagella città distrutte e campi devastati. Nelle terre dei fiumi, nella pericolosa regione delle paludi, ovunque nei Sette Regni dilaga la "Guerra dei Cinque Re". Robb Stark, il giovane re del Nord, pianifica un assalto per riconquistare la terra che è sempre stata della sua stirpe, mentre sua sorella Arya lotta ferocemente per la sopravvivenza. A molte leghe di distanza, invece, Jaime Lannister è costretto a fare i conti con l'atroce mutilazione inflittagli dalla barbarica compagnia di ventura dei Guitti Sanguinari. Nuovi intrighi, nuovi inganni e nuove turpitudini vengono tessuti all'ombra della Fortezza Rossa, mentre nell'estremo nord il colossale esercito del popolo libero cala verso la mastodontica Barriera di ghiaccio.
Ordina per
  • 5

    Eccezionale! Quello che il libro precedente iniziava a narrare, trova ampio (e inaspettato) compimento in questo capitolo. Colpi di scena senza sosta. Appassionante. Ho idea che ciò che è ancora rimas ...continua

    Eccezionale! Quello che il libro precedente iniziava a narrare, trova ampio (e inaspettato) compimento in questo capitolo. Colpi di scena senza sosta. Appassionante. Ho idea che ciò che è ancora rimasto in sospeso, vedrà la luce nel settimo volume.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Recensione unita 3° capitolo della saga: Tempesta di spade + I fiumi della guerra + Il portale delle tenebre

    Il terzo capitolo della saga si apre con l’attacco degli Estranei e dei loro non morti al Pugno dei Primi uomini dove sono accampati i Guardiani della notte, un inizio promettente per un libro che non ...continua

    Il terzo capitolo della saga si apre con l’attacco degli Estranei e dei loro non morti al Pugno dei Primi uomini dove sono accampati i Guardiani della notte, un inizio promettente per un libro che non delude. Se infatti il secondo capitolo era stato una sorta di romanzo ponte in questo le basi che lì erano state gettate qui si concretizzano in una serie continua di colpi di scena e morti illustri in gran quantità. Si può dire che questo è lo spartiacque della saga, prima la storia era sostanzialmente proseguita seguendo un tracciato abbastanza lineare, qui invece ci sono dei veri e propri deragliamenti, costituiti dal voltafaccia di alcuni tra i personaggi principali, come ad esempio Tyrion, o intere casate, come quella dei Frey. C’è veramente “tanta roba” in questo terzo romanzo che vede un nuovo entrato di peso tra la voci narranti, nientemeno che lo Sterminatore di Re Jaime Lannister, che prima era poco più di una sagoma e di cui invece scopriamo finalmente la complessità, e finalmente assistiamo a qualcosa di concreto anche nell’est, dove Daenerys diventa regina e condottiera anche di fatto oltre che di nome, mettendo a ferro e fuoro la Baia degli Schiavisti, palestra per la futura riconquista del Trono di Westeros, dove conquista due città ottenendo la resa incondizionata di una terza.
    “Tanta roba” anche se in tutto ciò uno dei miei personaggi preferiti, Brandon Stark, purtroppo compare molto poco, ma sono capitoli molto ricchi e promettenti per gli sviluppi futuri. L’epilogo con l’inizio della vendetta per il tradimento dei Frey da parte di un fantasma redivivo è poi una vera chicca, non da meno della conclusione del primo romanzo.

    ha scritto il 

  • 5

    Un altro capitolo della saga è andato!...male, molto male.

    Avete presente quando Arya ripete la lista delle persone che vuole morte? bene, se ci provate con i personaggi del libro, non funziona. George uccide chiunque per il puro piacere di farlo.
    Recensione ...continua

    Avete presente quando Arya ripete la lista delle persone che vuole morte? bene, se ci provate con i personaggi del libro, non funziona. George uccide chiunque per il puro piacere di farlo.
    Recensione qui:http://lamenteaffilata.blogspot.it/2015/10/recensione-i-fiumi-della-guerra-got-6.html

    ha scritto il 

  • 4

    Di notte, giaceva nudo sul terreno, fra i tentacoli di un incubo ad occhi aperti da cui era impossibile risvegliarsi.i

    Un cavaliere è una spada in sella a un cavallo. Tutto il resto - i giuramenti, gli unguenti sacri, i pegni delle dame - non è altro che un nastro di sera legato alla lama della spada. Può darsi che qu ...continua

    Un cavaliere è una spada in sella a un cavallo. Tutto il resto - i giuramenti, gli unguenti sacri, i pegni delle dame - non è altro che un nastro di sera legato alla lama della spada. Può darsi che quella lama sia più bella con un nastro attorno, ma vi uccide nello stesso identico modo. Ebbene, all'inferno i vostri nastri. Ficcatevi le vostre spade su per il culo. Voi e io siamo la stessa cosa. C'è un'unica differenza: io non mento sulla mia identità. E allora uccidetemi pure ma non chiamate me assassino mentre voi ve ne state lì a dirvi gli uni agli altri che la vostra merda non puzza di merda. Avete capito?

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per