I fratelli Karamazov

2 voll.

Di

Editore: Garzanti (I grandi libri)

4.6
(5202)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1069 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Svedese , Francese , Olandese , Portoghese , Catalano , Polacco , Finlandese

Isbn-10: 8811370108 | Isbn-13: 9788811370109 | Data di pubblicazione:  | Edizione 9

Traduttore: Maria Rosaria Fasanelli ; Prefazione: Fausto Malcovati

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Cofanetto , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida , Rilegato in pelle , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Religione & Spiritualità

Ti piace I fratelli Karamazov?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
I tre figli di Fedor Karamazov, un vecchio malvagio e dissoluto, sono molto diversi tra loro. Dmitrij, detto Mitja, odia il padre perché vuole conquistare col suo denaro Grusenka, una bella mantenuta da lui amata. Ivan è un filosofo dell'ateismo e un raffinato intellettuale. Alesa, il più giovane, è novizio in un convento e si trova costretto a tornare a casa per il precipitare degli eventi. Infine un quarto figlio illegittimo è Smerdiakov, epilettico e tenuto in casa come un servo. Il vecchio viene ucciso, è accusato del delitto Mitja, ma Smerdakov confessa a Ivan di essere lui il colpevole, poi si impicca. Mitja viene condannato ai lavori forzati, Ivan è colpito da una febbre cerebrale, Alesa riprende con alcuni giovani la via della spiritualità.
Ordina per
  • 4

    La storia di tre (quattro?) fratelli che insieme riescono a sintetizzare gli aspetti peculiari dell'universo di Dostoevskij, e forse della natura umana.
    I fratelli Karamazov è quasi un manifesto dell ...continua

    La storia di tre (quattro?) fratelli che insieme riescono a sintetizzare gli aspetti peculiari dell'universo di Dostoevskij, e forse della natura umana.
    I fratelli Karamazov è quasi un manifesto della produzione letteraria dell'autore. Ma, pur essendo considerata la sua massima opera, a mio avviso cede il passo a Delitto e castigo, il cui Raskolnikov racchiude in sè le varie anime chiaramente espresse dai Karamazov.

    ha scritto il 

  • 4

    Posso definire questo romanzo con una sola parola: intenso. Dopo mesi di dura lettura posso dire di avercela fatta! Un libro che nonostante la lunghezza non si può non terminare.

    ha scritto il 

  • 0

    Perché, Dosto, non ti ho incontrato prima, perché???
    Incontrare Te e le tue nevrosi, svelatemi alla fine del libro dal caro Sigmund!
    Ti avrei amato alla follia da adolescente, come ti amo ora? Forse ...continua

    Perché, Dosto, non ti ho incontrato prima, perché???
    Incontrare Te e le tue nevrosi, svelatemi alla fine del libro dal caro Sigmund!
    Ti avrei amato alla follia da adolescente, come ti amo ora? Forse no. Forse non avrei apprezzato il tuo stile e il tuo talento, stupida ancor più di adesso.
    Mi dichiaro karamazoviana, Fedor! solo così posso essere umana ...

    ha scritto il 

  • 3

    Il genio non si discute, chi siamo noi per poterlo fare? Giusto. Tant'è che solo tentare di recensirlo su anobii significa già di per sè svilire l'opera stessa e rimanere comunque aggrappati a un abbo ...continua

    Il genio non si discute, chi siamo noi per poterlo fare? Giusto. Tant'è che solo tentare di recensirlo su anobii significa già di per sè svilire l'opera stessa e rimanere comunque aggrappati a un abbozzo superficiale di idea che si trasforma in un'opinione un filino arrogante di fronte alla monumentalità dell'autore...però, quel finale da "Tutti insieme appassionatamente" da Dostoevskij non me lo sarei proprio aspettato.

    ha scritto il 

  • 5

    Imperdibile

    Diciamo che è uno di quei libri che bisogna leggere almeno una volta nella vita, non se ne può davvero fare a meno. Certo è un libro impegnativo, non solo per la mole, ma soprattutto per lo spessore d ...continua

    Diciamo che è uno di quei libri che bisogna leggere almeno una volta nella vita, non se ne può davvero fare a meno. Certo è un libro impegnativo, non solo per la mole, ma soprattutto per lo spessore dell'argomento. Non è certo una lettura da ombrellone. Pensatelo come una montagna da scalare: tanta fatica ma tanta soddisfazione.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro sacro, come qualcuno giustamente l'ha definito. il MIO libro, aggiungo io. Dopo averlo letto, è impossibile essere gli stessi e non fare paragoni. C'è tutto quello che siamo. grazie Fedor. ...continua

    Un libro sacro, come qualcuno giustamente l'ha definito. il MIO libro, aggiungo io. Dopo averlo letto, è impossibile essere gli stessi e non fare paragoni. C'è tutto quello che siamo. grazie Fedor.

    ha scritto il 

  • 5

    Epocale

    Letto quest'anno per la prima volta (lo leggerò molte altre volte). Non basterebbero altre 1000 pagine per descrivere la bellezza di questo romanzo filosofico dal quale porto ancora dentro dei segni i ...continua

    Letto quest'anno per la prima volta (lo leggerò molte altre volte). Non basterebbero altre 1000 pagine per descrivere la bellezza di questo romanzo filosofico dal quale porto ancora dentro dei segni indelebili. L'ho letto in quattro mesi, con fame controllata, non volevo finisse mai. Ha scavato la mia anima e ha estrapolato cose bellissime dentro di me. Amo questo capolavoro. Lo consiglio veramente a tutti, anche ai giovani (ho 23anni).

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per