Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I fuorilegge della montagna

Uomini, cime, imprese

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar scrittori moderni)

3.7
(18)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 582 | Formato: Cofanetto

Isbn-10: 8804603402 | Isbn-13: 9788804603405 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: L. Viganò

Genere: Non-fiction , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace I fuorilegge della montagna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    il più grande

    Sono due volumi, uno di racconti e pensieri, l'altro, quello che ho finito, di articoli, scritti negli anni 30 e 40 per il Corriere della sera e per altre testate. Sono articoli molto lunghi, che è raro incontrare oggi, perché oggi nessuno ha il tempo per leggerli: il lavoro, il disco orario, gli ...continua

    Sono due volumi, uno di racconti e pensieri, l'altro, quello che ho finito, di articoli, scritti negli anni 30 e 40 per il Corriere della sera e per altre testate. Sono articoli molto lunghi, che è raro incontrare oggi, perché oggi nessuno ha il tempo per leggerli: il lavoro, il disco orario, gli aggiornamenti di facebook. In quegli anni, invece, a quanto pare, erano frequenti. Ma sono certo che non fosse affatto frequente imbattersi in una penna di qualità come quella di Buzzati. Riporto le ultime 4 righe di un pezzo uscito su "Le vie d'Italia" nel 1948. Non è tutto così il libro, ma bastano poche righe ogni tanto per vivere la sensazione di respirare aria fresca.

    "Ma intanto, proprio adesso bianche nuvole passano lentamente sopra le cime senza eroi, spostando le loro ombre viola su e giù per i burroni. E mentre noi qui nella calda città scriviamo e il tram cigola malamente alla voltata, lassù i pallidi giganti misteriosi stanno in silenzio":

    ha scritto il 

  • 3

    Letto a spizzichi e bocconi. Adatto solo agli estimatori di Buzzati. Ricorrono i tipici motivi del nostro: il fantastico, la giovinezza che passa, la morte, la trascendenza (la realtà non si esaurisce nel visibile). Ho apprezzato molto le parti dedicate all'alpinismo.

    ha scritto il 

  • 3

    Essendo sia appassionato di montagna che di Buzzati, appena visto in libreria questo cofanetto (2 volumi) l'ho acquistato senza esitazioni. Si tratta di una raccolta degli scritti di Buzzati, essenzialmente articoli di giornale, sul tema della montagna, dell'alpinismo e degli sport invernali più ...continua

    Essendo sia appassionato di montagna che di Buzzati, appena visto in libreria questo cofanetto (2 volumi) l'ho acquistato senza esitazioni. Si tratta di una raccolta degli scritti di Buzzati, essenzialmente articoli di giornale, sul tema della montagna, dell'alpinismo e degli sport invernali più quei pochi dei suoi racconti di specifica ambientazione montana. La lettura è stata abbastanza deludente: gli articoli di giornale non hanno infatti la qualità e la preziosità dei racconti o dei romanzi di B. Sono forse più interessanti per l'appassionato di montagna che troverà documentata l'evoluzione nel corso dei decenni (si parte dagli anni 30 e si arriva ai primi 70) dell'alpinismo e dello sci. Probabilmente una selezione più restrittiva avrebbe giovato al godimento del lettore.

    ha scritto il