Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I gemelli di Kuma

La ragazza Drago vol. 4

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.9
(378)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804608447 | Isbn-13: 9788804608448 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustrazione di copertina: Paolo Barbieri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace I gemelli di Kuma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Accompagnata dal bizzarro professor Schlafen e dai suoi compagni, Sofia parte alla volta di Edimburgo. Ha infatti percepito nella capitale scozzese la nascita di uno dei Frutti dell’Albero del Mondo, e deve riuscire a trovarlo prima che le malvagie viverne riescano a impossessarsene. A Edimburgo Sofia dovrà anche salvare una Dormiente che ha in sé lo spirito di Kuma, un valoroso guerriero Drago, e ne condivide i poteri con il fratello gemello. Quello che Sofia non sa è che sul campo di battaglia di Edimburgo è presente anche il mostruoso Nidhoggr, che per la prima volta è riuscito a rompere il Sigillo che lo imprigiona ed è riuscito a impossessarsi del corpo di un essere umano. Se la ragazza Drago non riuscirà a fermarlo, sarà la fine del nostro mondo!
Ordina per
  • 4

    Tra alti e bassi questa serie riesce sempre a stupire. I gemelli di Kuma costituiscono il capitolo che,emotivamente parlando, regala le emozioni più forti: basti pensare all'incontro tra Sofia e Beatrice e al successivo chiarimento con Fabio. La Troisi riesce a trasmettere al lettore tutta l'insi ...continua

    Tra alti e bassi questa serie riesce sempre a stupire. I gemelli di Kuma costituiscono il capitolo che,emotivamente parlando, regala le emozioni più forti: basti pensare all'incontro tra Sofia e Beatrice e al successivo chiarimento con Fabio. La Troisi riesce a trasmettere al lettore tutta l'insicurezza della protagonista, la sua paura di non essere accettata e la capacità, alla fine, di accertarsi . La sola pecca é lo stile un pó semplice ma é un libro per ragazzi...

    ha scritto il 

  • 2

    Premessa importante: La Troisi mi piace assai e ho apprezzato veramente tanto Le Cronache e Le guerre del mondo emerso, nonché "I dannati di Malva", forse addirittura il mio preferito..
    Però a tutto c'è un limite!
    Questa serie non doveva proprio vedere la luce, a mio parere.. Innanzit ...continua

    Premessa importante: La Troisi mi piace assai e ho apprezzato veramente tanto Le Cronache e Le guerre del mondo emerso, nonché "I dannati di Malva", forse addirittura il mio preferito..
    Però a tutto c'è un limite!
    Questa serie non doveva proprio vedere la luce, a mio parere.. Innanzittutto è pensato per un pubblico (molto) più giovane, e fin qui posso starci: la semplicità della narrazione, degli eventi, i dialoghi banali e imbarazzanti (Non so quante volte viene ripetuto "Cavolo", quasi fosse un intercalare..) e un linguaggio piuttosto elementare (anche se poi la Licia ci spara parole come "Sinusoidale" e mantiene alcune frasi in inglese SENZA traduzione dando per scontato che bè, sì, tutti lo parlando..).
    Però la storia è veramente debole e cinque volumi eccessivi.. Forse l'intera questione si sarebbe potuta risolvere al secondo volume e via, stando pure comodi!
    Poi il pathos qui la Troisi non sa dove è di casa: cercano qualcuno? Lo incontrano nel primo luogo che visitano. La madre di Sofia l'ha abbandonata alla nascita e dove si trova ora? Proprio ad Edinburgo in cui, guarda un po', c'è Sofia.. La battaglia finale poi.. No ma dico, ma dove sono finiti gli assi nella manica dei cattivi? Possibile che siano tutti idioti e che un branco di ragazzini smidollati riesca sempre a farla franca in tutti i modi?!
    Poi niente, io lo dico dal primo volume.. Sofia è veramente un personaggio sgradevole che fa prudere le mani.. Lagnosa, paurosa, inutile e PURE lamentosa!! Altro?
    La sua "storia d'amore" con Fabio è patetica. E soprattutto sono patetiche tutte le pippe mentali che Fabio si fa.. Non stanno in piedi nemmeno con l'Attac..

    Ormai sono in ballo e balleremo leggendo l'ultimo libro.. Ma la Troisi ha fatto decisamente di meglio.. Sarà anche lei offuscata dalla gloria da non cogliere quando è il momento di fermarsi?!

    ha scritto il 

  • 3

    nulla di nuovo

    ennesimo capitolo di una saga che non puo' che essere apprezzata dagli appassionati ... non noioso ma neanche esaltante .. adolescenziale direi nei toni e nei contenuti

    ha scritto il 

  • 3

    Anche tenendo presente che la serie della Ragazza Drago è evidentemente destinata ad un pubblico più giovane rispetto al Mondo Emerso, lo stile di scrittura mi sembra davvero troppo superficiale.
    Personalmente, non amo i continui riferimenti a elementi attuali come cantanti e canzoni, che s ...continua

    Anche tenendo presente che la serie della Ragazza Drago è evidentemente destinata ad un pubblico più giovane rispetto al Mondo Emerso, lo stile di scrittura mi sembra davvero troppo superficiale.
    Personalmente, non amo i continui riferimenti a elementi attuali come cantanti e canzoni, che sembrano messi lì solo per incantare qualche fan.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    " Stavolta fu Nida a sorridere con ferocia, un sorriso che il suo signore non le aveva mai visto e che si trasformò in un ghigno demoniaco."

    Mi è molto piaciuto proprio grazie a Nida !
    Che personaggio ! Ovviamente è sempre malvagia, sempre opportunista, però quando c'è lei è tutta un'altra cosa..
    Stiamo arrivando alla fine anche con la Ragazza Drago che a me non è dispiaciuta, anzi continua a migliorare col tempo!
    A ...continua

    Mi è molto piaciuto proprio grazie a Nida !
    Che personaggio ! Ovviamente è sempre malvagia, sempre opportunista, però quando c'è lei è tutta un'altra cosa..
    Stiamo arrivando alla fine anche con la Ragazza Drago che a me non è dispiaciuta, anzi continua a migliorare col tempo!
    Anche se..
    insomma questa storia che Thuban e Nidhoggr alla fine siano fratelli non è che mi piaccia molto..mi ricorda quasi Ido e il suo gemello malefico...( Nei Regni di Nashira, la protagonista è Nihal reincarnata, non è che ti stanno finendo le idee eh Licia?)

    Nuovi personaggi ! Cloe ed Ewan, i due ragazzi che ospitano lo spirito di Kuma ( a cui di spazio è stato dedicato veramente poco).
    Sofia si bacia con Fabio, ma non è proprio una bella esperienza !
    E Fabio abbandona il gruppo di nuovo e beh lasciamo perdere perché dopo un po' o ti arrabbi o ti rassegni..

    Attendo ora la lettura della battaglia finale !

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    La RAgazza drago vol IV

    Bel volume, scorrevole. éeccato alla fine scoprire che ce ne sarà un quinto. Con la Troisi mi ero abituata a trilogie,però un quarto volume in questo caso poteva starci. MA se non avessi letto pure l'epilogo, avrei potuto pensare che la storia era finita. Non benissimo ma in maniera accettabile ...continua

    Bel volume, scorrevole. éeccato alla fine scoprire che ce ne sarà un quinto. Con la Troisi mi ero abituata a trilogie,però un quarto volume in questo caso poteva starci. MA se non avessi letto pure l'epilogo, avrei potuto pensare che la storia era finita. Non benissimo ma in maniera accettabile. Infatti i personaggi sono cresciuti molto a livello personale come di abilità e sono sempre più consapevoli di sè e della missione di recuperare i Frutti dell'Albero e sconfiggere Nihdoggr. Bello anche il modo in cui Sofia affronta il professore, fà scelte sbagliate ma poi torna sui suoi passi. E lodevole anche l'iniziare a prendere decisioni e l'affrontare i fantasmi del passato suoi e di Thuban.
    Anche scoprire che Nida era in fondo un pò umana mi ha affasacinato.
    Forse Fabio mi ha deluso, ma non mi era mai stato nemmeno simpatico. Troppo volubile benchè ne abbia tutte le ragioni.
    Insomma volume non brillantissimo, ma davvero gradevole e sorprendente.ò Ciò che mi ha deluso è stato scoprire che non fosse l'ultimno benchè le premsse ci fossero tutte.

    ha scritto il 

  • 5

    Dopo averla letta tutta mi sono convinto che questa e' una delle serie migliori scritte da licia... si e' vero e' molto piu' consigliata x i ragazzi x via della struttura narrativa simile in ogni capitolo (citta' nuova, nuovo personaggio introdotto etc...) xo' io la consiglio a tutti gli amanti d ...continua

    Dopo averla letta tutta mi sono convinto che questa e' una delle serie migliori scritte da licia... si e' vero e' molto piu' consigliata x i ragazzi x via della struttura narrativa simile in ogni capitolo (citta' nuova, nuovo personaggio introdotto etc...) xo' io la consiglio a tutti gli amanti dei fantasy. Mi sono sentito trasportare come poche altre letture e alla fine della lettura mi mancava stare "in compagnia " dei personaggi... mi sarebbe piaciuto confrontarmi personalmente cn loro, mi ci sono affezionato. Molto brava licia complimenti.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    2/10

    Un libretto ridicolo, che si legge in due ore a essere generosi; d'altra parte l'autrice sforna libri al ritmo di minimo due l'anno, è dottoranda in astrofisica e ha una famiglia con tanto di bimba infante da mandare avanti, con ritmi del genere è già tanto se l'opera è stata rivista (e non ci sc ...continua

    Un libretto ridicolo, che si legge in due ore a essere generosi; d'altra parte l'autrice sforna libri al ritmo di minimo due l'anno, è dottoranda in astrofisica e ha una famiglia con tanto di bimba infante da mandare avanti, con ritmi del genere è già tanto se l'opera è stata rivista (e non ci scommetterei). Proseguendo in questa serie sono sempre più certa della mia idea secondo la quale questa pentalogia sarebbe comodamente entrata in tre libri soltanto, ma è stata spezzata perché con un libro a copertina rigida - indipendentemente dal numero di battute, che vengono stiracchiate all'inverosimile con font 15pt e interlinea autostradali - si spillano almeno quindici euro, in questo caso la bellezza di diciassette.
    Quanto al libro in sé, ci muoviamo ben poco dai precedenti. Dopo la bellezza di tre volumi identici l'uno all'altro l'autrice sembra essersi resa conto che il formato a episodi "manga di terza categoria" forse (forse) ha stufato anche il tostapane, quindi ha deciso di introdurre delle Incredibili Innovazioni: lo scontro non è più con uno sgherro ma con il Boss di Fine Livello (o quasi), lo sgherro in questione decide di passare dalla parte dei buoni ma non vuole rinunciare alla vendetta su chi gli ha ammazzato l’amichetto (tutto ciò si indovina più o meno a pagina 5)… uh, basta con le novità, non sia mai che qualcuno possa trovare originale questo libro. Qui e lì ci sono dei rigurgiti di indagine morale che ormai sono un must nelle opere troisiane, “è giusto o sbagliato uccidere i nemici”, “la vita mi ha deluso ora non voglio più amare” e via discorrendo. Sì, gli stessi identici temi dei quindici romanzi precedenti e che erano banali già allora, ormai le riflessioni raschiano il fondo del barile dell’ovvio e non fanno altro che rendere stucchevole il libro, invece di donargli la profondità che l’autrice sperava. Per non parlare del momento c’è posta per te in cui la protagonista ritrova la sua mamma perduta! Chiaramente solo una becera scusa per far capire a Sofia che la vera famiglia sono le persone che ti amano eccetera eccetera, sembra quasi una risposta per le rime al Libro del Destino.
    Gli adolescenti dipinti dalla Troisi sono difficilmente inquadrabili (leggere: caratterizzati con la coda). Sofia ha vissuto delle peripezie che avrebbero dovuto donarle una certa maturità e invece un attimo parla di Veri Valori, l’attimo dopo si comporta come una dodicenne tarda; le piace Harry Potter ma questa cosa emerge così, quando l’autrice se ne ricorda, a cavolo proprio come tutte le altre sue “passioni”. Sofia è la solita piagnona che finge di avere un carattere ma da sola non è capace di fare un accidenti, è perfettamente consapevole di tutto ciò e cosa fa? Frigna e si autocommisera! Applausi. Gli altri personaggi non meritano nemmeno menzione. Il professore ha perso l’amore della sua vita poche settimane prima ma chissenefrega, pensate che qualcuno se ne preoccupi nel libro? Lui per ultimo.
    In generale l’autrice pare trattare i suoi libri come fossero i suoi diari segreti: si sposa et voilà, la prima delle sue eroine che si sposa! E’ diventata mamma et voilà, libri pieni di mamme! Fa un viaggio et voilà, i suoi personaggi vanno proprio in quella città [segue riproposizione ad minchiam della gita dell'autrice]! Vengono citati in pratica solo autori, di libri o di musica, che piacciono all’autrice – il che è vagamente imbarazzante, se uno segue un minimo il suo blog e poi scopre che ha fatto citazioni come nemmeno se la pagassero, stile adolescente esaltata.
    Il mezzo punto in più che ho dato rispetto al romanzo precedente dipende da una sola cosa: le paturnie d’amore di Sofia sono verosimili, terribilmente stupide e vagamente fastidiose ma credibili e in linea con il personaggio, che è già di più di quel che è lo standard dell’autrice. Qualcuno ci ha messo del suo?

    ha scritto il 

Ordina per