I giorni del potere

Di

Editore: Rizzoli (BUR)

4.3
(333)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 879 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8817114049 | Isbn-13: 9788817114042 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Adriana Dell'Orto

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Politica

Ti piace I giorni del potere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Roma, primo secolo a.C., ultimi anni della Repubblica. In un clima politico incerto, tra lotte sociali e guerre civili, si fronteggiano due grandi personaggi, due brillanti generali: Caio Mario e Lucio Cornelio Silla. Sono l'opposto l'uno dell'altro, ma entrambi lottano per il potere. La McCullough, l'indimenticabile autrice di "Uccelli di rovo", ripercorre un periodo decisivo della storia di Roma, confermando la sua maestria nel descrivere i più grandi avvenimenti e i più profondi sentimenti.
Ordina per
  • 0

    Romanitas in presa diretta

    Per capire che cosa fosse Roma antica, i suoi valori culturali e i complicati meccanismi di funzionamento della sua politica, dai senatoconsulti ai comizi centuriati alle regole di attribuzione delle ...continua

    Per capire che cosa fosse Roma antica, i suoi valori culturali e i complicati meccanismi di funzionamento della sua politica, dai senatoconsulti ai comizi centuriati alle regole di attribuzione delle cariche, vale più la lettura di questa serie di sette romanzi che 5 anni di liceo classico! L'opera, che parte da qui con l'ascesa di Caio Mario (110 a.C.) e si dilunga poi con precisione, anno dopo anno, fino alla morte di Cleopatra, grosso modo ottant'anni dopo, descrive minuziosamente la vita quotidiana dell'alta società romana (cerimonie di culto e toponomastica della città incluse), le sue complicate consuetudini e alleanze matrimoniali, le tante tragedie collettive e individuali e, sovrapposti ad esse, i valori fondanti, ma oramai in crisi, della declinante repubblica patrizia, tra eserciti di nullatenenti, spartizione di terre e politiche di conquista. La narrazione, all'inizio un po' faticosa, si snoda poi abilmente nella descrizione delle vicende pubbliche e private delle principali famiglie di Roma e del loro intrecciarsi alle grandi campagne militari (all'inizio, qui, la guerra in Africa contro Giugurta, poi le campagne di Mario contro i Cimbri e i Teutoni ai confini settentrionali della penisola). Già in questo primo libro, tanto per fare un esempio, vengono bene messe in luce le cause più profonde di quella che passerà poi alla storia come "guerra sociale", dal 91 all'88 avanti Cristo (narrata però nel romanzo successivo). L'opera finisce insomma per veicolare, senza infastidire, una grandissima quantità di informazioni e curiosità storico-archeologiche, talune addirittura erudite, che arricchiscono davvero il lettore e gli forniscono un quadro minuzioso dell'antica Roma che non riuscirebbe nemmeno a ricostruirsi, a mio modesto parere, con la lettura di un bel po' di libri di storia antica. Dove mai sta scritto chiaro e tondo, per esempio, che Mario e Silla erano tra loro cognati, avendo sposato le due figlie del nonno di Giulio Cesare? E che un altro figlio di questi era stato adottato dalla famiglia di Lutazio Catulo, priva di discendenti? Oppure che gli abitanti di Alba Fucens avevano ancora solo la cittadinanza latina e non romana - e gli abitanti là attorno nemmeno quella - dopo un paio di secoli di militanza piena negli eserciti di Roma? Divulgazione alta, insomma, e intriganti capacità narrative. La purtroppo recentemente scomparsa Colleen McCullough - che è stata poi l'autrice anche del più famoso "Uccelli di rovo" - scrive giustamente nell'introduzione che la sua preparazione culturale "risulterà evidente a chi è qualificato a giudicare" e la cosa non può che essere condivisa, rammaricandoci solo un po' per la mancata bibliografia finale. Consiglio questo primo volume (e magari l'intera serie) a studenti in difficoltà col latino: impareranno ad amarlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante ma lunghino!

    Ho in cantiere questa saga da circa due anni, ma sono libri molto lunghi e la prosa non è delle più scorrevoli! Ma amo i romanzi storici per cui l'ho finito e sono passata agli altri libri della saga! ...continua

    Ho in cantiere questa saga da circa due anni, ma sono libri molto lunghi e la prosa non è delle più scorrevoli! Ma amo i romanzi storici per cui l'ho finito e sono passata agli altri libri della saga!
    Darei 3 stelline!

    ha scritto il 

  • 3

    Allora: il libro non è male, ma secondo me la narrazione risente di un'eccessiva lunghezza di fondo, che lo rende pesante in alcuni punti.
    Ciò non toglie che al suo interno si trova un buon approfondi ...continua

    Allora: il libro non è male, ma secondo me la narrazione risente di un'eccessiva lunghezza di fondo, che lo rende pesante in alcuni punti.
    Ciò non toglie che al suo interno si trova un buon approfondimento del periodo storico.
    Non lo so, non mi ha convinta del tutto. Se prenderò il secondo, sarà solo fra un po' di tempo.

    ha scritto il 

  • 5

    ¡Viva Roma!

    Ameno y muy bien documentado. Un libro excelente. Desde las intrigas políticas a la vida cotidiana, de las campañas militares a las diferencias sociales, todo sirve para pintar un gran fresco que perm ...continua

    Ameno y muy bien documentado. Un libro excelente. Desde las intrigas políticas a la vida cotidiana, de las campañas militares a las diferencias sociales, todo sirve para pintar un gran fresco que permite conocer la Roma republicana sin dejar de ser una novela entretenida siempre y emocionante por momentos. Muy recomendable. De hecho, no creo que tarde en volver a Roma de la mano de McCullough.

    ha scritto il 

  • 4

    Si te gusta la historia de Roma, tienes aquí un gran libro de un gran rigor que gustará, he notado alguna licencia narrativa pero minúscula, no le pongo 5 estrellas porque no narra importantes batalla ...continua

    Si te gusta la historia de Roma, tienes aquí un gran libro de un gran rigor que gustará, he notado alguna licencia narrativa pero minúscula, no le pongo 5 estrellas porque no narra importantes batallas, pero a puntito de 5 estrellas

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro bellissimo, nonostante la sua mole molto impegnativa, si legge con entusiasmo.... un libro storico ma anche un bellissimo romanzo, che descrive in maniera magistrale personaggi storici... mi ...continua

    Un libro bellissimo, nonostante la sua mole molto impegnativa, si legge con entusiasmo.... un libro storico ma anche un bellissimo romanzo, che descrive in maniera magistrale personaggi storici... mi sono sentita catapultata nell'antica roma, ed è stata un'esperienza davvero fantastica....

    ha scritto il 

  • 5

    Lo terminé hoy mismo y me ha gustado mucho. El único inconveniente, por sacarle algún defecto, es lo bien documentado que está todo y que a veces te hace perder un poco el hilo entre nombres, leyes... ...continua

    Lo terminé hoy mismo y me ha gustado mucho. El único inconveniente, por sacarle algún defecto, es lo bien documentado que está todo y que a veces te hace perder un poco el hilo entre nombres, leyes...etc. Sin embargo, los personajes principales se siguen bien y se disfruta con ello. Los romanos, unos artistas del trapicheo político y social, hubo momentos en los que me recordó a "Los Soprano". Habrá que descansar antes de pasar a "La corona de hierba".

    ha scritto il 

  • 5

    Historia, señores, historia

    Y eso me gusta, me gusta que la historia sea historia incluso novelada, que el escritor pueda integrar las partes y te las explique en boca de los personajes, dándole vida a los hechos.

    Que te suelte ...continua

    Y eso me gusta, me gusta que la historia sea historia incluso novelada, que el escritor pueda integrar las partes y te las explique en boca de los personajes, dándole vida a los hechos.

    Que te suelte datos sin tú percatarte de que en unos cuantos diálogos te ha contado tal y tal batalla o tal y tal intriga política.

    Y que haya de todo un poco, porque la vida y la historia son así: un poco de romance, un poco de política, un poco de sentimientos humanos como la venganza, los celos, la amistad, el interés, etc.

    ha scritto il 

Ordina per