I giullari di Dio

Di

Editore: Club del Libro

4.0
(61)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 360 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000036537 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberta Pollini Rambelli ; Editore: Club del libro ; Illustrazione di copertina: Elio Silvestri

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Ti piace I giullari di Dio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Carl Mendelius, pastore protestante e insigne studioso di Teologia, riceve una lettera riservatissima da un suo vecchio compagno di studi, Jean Marie Rivette, già papa Gregorio XVII. Il papa si è dimesso da pochi mesi e ritirato in convento, ufficialmente per motivi di salute mentale. Naturalmente la vicenda ha suscitato il generale sgomento, ma ciò che Mendelius trova nella lettera va oltre ogni immaginazione. Gregorio XVI racconta a Mendelius di aver ricevuto da Dio l'incarico di annunciare la imminente fine del mondo e il Giudizio Universale. L'enciclica papale sull'argomento è stata però 'intercettata' dalle autorità vaticane e bloccata, e il Papa costretto al silenzio. Spetta ora a Mendelius recarsi a Roma e fare in modo che il messaggio di Dio venga a conoscenza delle masse. Ma si tratta della verità o del vaneggiamento di un pazzo? Morris West, mago della fantapolitica, è qui al suo capolavoro. Incarnando la plumbea atmosfera della fase finale della Guerra Fredda, lo scrittore ci regala una vicenda incalzante, sospesa tra la spy-story, l'apologo cristiano e la fantascienza catastrofica. La figura del papa che deve lottare contro l'intera gerarchia vaticana semplicemente per affermare uno dei dogmi essenziali del Cristianesimo e che viene sconfitto e ridotto al silenzio è ricca di simbolismi: misticismo contro realpolitik, fede contro cinismo, l'antica contraddizione lacerante tra potere spirituale e temporale all'interno della Chiesa, insomma. Una gemma da riscoprire. [david frati]
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ho preso in mano questo 'I Giullari di Dio" per caso, ricordando vagamente l'onda di scalpore che sollevò venticinque anni fa alla sua pubblicazione ma senza sapere niente né della trama né dell'autor ...continua

    Ho preso in mano questo 'I Giullari di Dio" per caso, ricordando vagamente l'onda di scalpore che sollevò venticinque anni fa alla sua pubblicazione ma senza sapere niente né della trama né dell'autore. A dire la verità pensavo che Morris West fosse una specie di Ken Follett, dalla scrittura viva ma anonima da master in scrittura creativa post-laurea e insomma, mi aspettavo un thriller fanta-politico standard, dal contenuto magari originale ma uguale a tanti altri dal punto di vista del contenitore.

    Così la prima sensazione che mi ha provocato la sua lettura è stata la sorpresa. "I Giullari di Dio" è un romanzo dai tempi dilatati come un film di Ingmar Bergman, con moltissimi dialoghi, quasi solo dialoghi direi, e pochissima azione. Una scrittura molto spessa, che richiede una discreta concentrazione e una conoscenza di argomenti biblici superiore alla media.

    Un romanzo parecchio invecchiato o piuttosto un romanzo per vecchi, da degustare come un pranzo di cibi dai gusti complessi, non da mandare giù come una fettina di vitello alla griglia. I personaggi sono spessi, con storie pesanti alle spalle, responsabilità, dubbi, pensieri. I dialoghi tra loro sono ricchissimi, persino troppo, si svolgono su più livelli tra il detto, difficile, e il non detto ancora più difficile.

    Il giudizio morale dell'autore si vede in chiusura: Satana è un agente segreto americano mentre Dio si reincarna in un fisioterapista.

    Sono molto indeciso sul giudizio complessivo. Onestamente mi aspettavo un terzo atto diverso, più veloce, più drammatico, dalle tinte più forti, ed è vero che è invecchiato tanto, nella struttura, nello stile di scrittura ma anche nella situazione geopolitica, nel mito della comune hippy evidentemente ancora valida nel 1981. Ma è anche un'opera troppo complessa per essere liquidata con qualche stellina o semplicemente rifugiandosi nel sempre comodo "irrisolto" perché merita rispetto e riflessione.

    Insomma, alla fine a me è piaciuto e stringi stringi è la sola cosa che conta.

    ha scritto il 

  • 5

    Trovato per caso in una bancarella quando avevo quindici anni ho letto e riletto più volte questo magnifico romanzo. Storicamente datato ma non vecchio, tornerà senz'altro di moda dopo le dimissioni d ...continua

    Trovato per caso in una bancarella quando avevo quindici anni ho letto e riletto più volte questo magnifico romanzo. Storicamente datato ma non vecchio, tornerà senz'altro di moda dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Un plot tra suspence e teologica apocalittica con un finale sorprendente e mistico.

    ha scritto il 

  • 4

    Insieme a "Nei panni di Pietro", il più bel romanzo di West, un romanzo popolare (siamo in piena e ottima trivial-literature, ma chi dice che la trivial-literature è cattiva letteratura?) sulla fine d ...continua

    Insieme a "Nei panni di Pietro", il più bel romanzo di West, un romanzo popolare (siamo in piena e ottima trivial-literature, ma chi dice che la trivial-literature è cattiva letteratura?) sulla fine del mondo, su un possibile disastro nucleare e sulla lettura dell'Apocalisse che poi qualcuno ha tentato di recuperare senza avere capacità narrativa e finezza.

    ha scritto il 

  • 4

    Un thriller fanta-politico costruito con metodo e perizia, anche se oggi lo scenario d'ambientazione appare un po' datato. Però l'aumento del prezzo dei cereali ha delle corrispondenze con la realtà a ...continua

    Un thriller fanta-politico costruito con metodo e perizia, anche se oggi lo scenario d'ambientazione appare un po' datato. Però l'aumento del prezzo dei cereali ha delle corrispondenze con la realtà attuale per lo meno curiose.

    ha scritto il 

  • 4

    Morris West quando parla della Chiesa è sempre coinvolgente. Il papa ha avuto una visione sulla fine del mondo e di conseguenza si dimette per andare in giro per il mondo a comunicarla. Uno dei libri ...continua

    Morris West quando parla della Chiesa è sempre coinvolgente. Il papa ha avuto una visione sulla fine del mondo e di conseguenza si dimette per andare in giro per il mondo a comunicarla. Uno dei libri fondamentali di Morris West

    ha scritto il