Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I grandi condottieri che hanno cambiato la storia. Le imprese militari di cento straordinari generali

Di

Editore: Newton Compton

3.6
(63)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8854114413 | Isbn-13: 9788854114418 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: History

Ti piace I grandi condottieri che hanno cambiato la storia. Le imprese militari di cento straordinari generali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Non è un libro da leggere tutto d'un fiato come ho fatto io, è più un libro da spizzicare ogni tanto, un paio di biografie per volta, come intercalare di qualche altra lettura, oppure è ...continua

    Non è un libro da leggere tutto d'un fiato come ho fatto io, è più un libro da spizzicare ogni tanto, un paio di biografie per volta, come intercalare di qualche altra lettura, oppure è addirittura un libro da consultazione. Di seguito è massacrante e alla fine rompe proprio le scatole.

    Però rimane un'opera interessante. Una carrellata di personaggi e situazioni che hanno scritto la storia. Intelligente usare l'ordine alfabetico che fa rimbalzare avanti e indietro nel tempo, utile la struttura rigida, che aiuta anche nei momenti di tragici cali di attenzione.

    E' anche, secondo me, una lettura confortante. E' confortante che degli uomini nel momento giusto e la posto giusto abbiano potuto portare la storia da una parte piuttosto che da un'altra. Si, è vero, non erano tutti uomini buoni, molti di loro erano macellai e massacratori, ma preferisco pensare che la forza straordinaria del singolo possa fare concretamente qualcosa piuttosto che credere che tutta la nostra evoluzione sia in balia della massa.

    ha scritto il 

  • 0

    Andrea Frediani passa in rassegna cento personaggi, di ogni epoca e di ogni continente, in Oriente e in Occidente, che hanno fatto la storia dell'umanità con le loro gesta militari, dal primo ...continua

    Andrea Frediani passa in rassegna cento personaggi, di ogni epoca e di ogni continente, in Oriente e in Occidente, che hanno fatto la storia dell'umanità con le loro gesta militari, dal primo conquistatore di cui si abbia notizia,Sargon di Akkad, ai grandi comandanti della seconda guerra mondiale, passandoattraverso faraoni, imperatori romani, condottieri medievali, capitani diventura rinascimentali, samurai, nomadi delle steppe asiatiche, ammiragli,leader tribali, capi indiani, generali e sovrani dell'età moderna, conun'appendice sui condottieri contemporanei. Personaggi il cui nome è benconsolidato nell'immaginario collettivo, come Alessandro Magno, Giulio Cesare,Napoleone, Gengis Khan, Giovanna d'Arco, Cavallo Pazzo, Saladino, El Cid,Gustavo Adolfo, Federico II di Prussia, Eugenio di Savoia, Lawrence d'Arabia,Rornmel, Montgomery, e altri meno noti, come Ian Zizka, Tokugawa Ieyasu,Mahmud di Ghazni o Babur, senza dimenticare gli italiani più rilevanti, comeAndrea Doria, Garibaldi e Montecuccoli. Di ciascuno di essi, l'autore raccontala carriera e le campagne, aggiungendo una valutazione sulle capacità tattiche,strategiche, logistiche e di leadership, una descrizione della battaglia piùcelebre, una sintetica bibliografia e una cartina con lo scacchiere operativo.

    ha scritto il 

  • 4

    Per un appassionato di storia è un libro molto curato, interessante e che offre una panoramica di condottieri, famosi come anche poco conosciuti. Un buonissimo excursus tra variegati personaggi ...continua

    Per un appassionato di storia è un libro molto curato, interessante e che offre una panoramica di condottieri, famosi come anche poco conosciuti. Un buonissimo excursus tra variegati personaggi storici che hanno lasciato un'impronta sul corso degli eventi. La lettura non mi ha stancato più di tanto, forse 100 condettieri sono tanti ma in fin dei conti è giusto dar voce anche a quelli poco conosciuti. Mi hanno lasciato un po' perplesso alcune cartine poco chiare, ma è solo un dettaglio

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante

    Letto in una decina di giorni. Interessante per avere una veduta generale sui condottieri che hanno dato un contributo alla storia mondiale, cercando di non dare troppo peso ad un periodo storico e ...continua

    Letto in una decina di giorni. Interessante per avere una veduta generale sui condottieri che hanno dato un contributo alla storia mondiale, cercando di non dare troppo peso ad un periodo storico e ad un'area geografica. Sicuramente da leggere come piccola "biblioteca bigino", per poi approffondire con altri libri il condottiero che interessa.

    ha scritto il 

  • 3

    Per me è uno di quei libri necessari per riempire spazi altrimenti sconoscuti. In mancanza di opere monografiche almeno in traduzione che affrontino periodi come le guerre di Devoluzione del '700, o ...continua

    Per me è uno di quei libri necessari per riempire spazi altrimenti sconoscuti. In mancanza di opere monografiche almeno in traduzione che affrontino periodi come le guerre di Devoluzione del '700, o il conflitto anglo-olandese del '600, ben venga questo sommario dei maggiori generali della Storia. Speriamo che l'autore o l'editore sci regalino libri sui conflitti meno presenti nella lingua nostrana. Godibile.

    ha scritto il 

  • 5

    In questo libro si parla di cento guerrieri che, nel bene o nel male, verranno ricordati per sempre o per la loro dedizione o per il coraggio o per la loro determinazione nel conseguire gli ...continua

    In questo libro si parla di cento guerrieri che, nel bene o nel male, verranno ricordati per sempre o per la loro dedizione o per il coraggio o per la loro determinazione nel conseguire gli obiettivi. Vengono narrate le gesta di condottieri famosi come Alessandro Magno, Giulio Cesare, Attila, Annibale e Gengis Khan ma anche di quelli meno famosi come Tokugawa Ieyasu, Babur e Mahmud di Ghazna. Oltre ai condottieri antichi vengono menzionati anche personaggi più recenti come Washington, Montgomery e Rommel per finire con i condottieri del periodo medievale e successivo come Giovanna d'Arco, il Saladino ed El Cid.

    ha scritto il 

  • 3

    Le (essenziali) biografie di 100 grandi generali che hanno fatto la storia, ed una breve analisi della loro più grande vittoria. L'elenco può essere opinabile (manca, per esempio, Guderian), e le ...continua

    Le (essenziali) biografie di 100 grandi generali che hanno fatto la storia, ed una breve analisi della loro più grande vittoria. L'elenco può essere opinabile (manca, per esempio, Guderian), e le informazioni possono essere facilmente reperite in qualsiasi libro, ma qui sono comodamente raggruppate. Prosa scorrevole. In definitiva vale il prezzo di copertina ed è una lettura interessante, che può servire come punto di partenza per lo studio dei personaggi e dei periodi nei quali operarono, ma è appunto uno studio tutt'altro che esaustivo.

    ha scritto il 

  • 3

    Una sintetica rassegna dei più abili strateghi della storia; ogni biografia comprende la vita del condottiero, un capitolo sulla tattica e sulla strategia, una battaglia esemplificativa e delle ...continua

    Una sintetica rassegna dei più abili strateghi della storia; ogni biografia comprende la vita del condottiero, un capitolo sulla tattica e sulla strategia, una battaglia esemplificativa e delle mappe. Senza infamia e senza lode, comodo, ma per necessità anche non troppo approfondito.

    ha scritto il 

  • 3

    Cento grandi condottieri in 600 pagine. Per sua natura stessa il libro è ovviamente limitato (Perchè fosse completo il libro sarebbe dovuto essere un'enciclopedia!); una breve "scheda" del ...continua

    Cento grandi condottieri in 600 pagine. Per sua natura stessa il libro è ovviamente limitato (Perchè fosse completo il libro sarebbe dovuto essere un'enciclopedia!); una breve "scheda" del condottiero con quello che ha fatto in vita, la sua valutazione e una breve descrizione della battaglia principale o più nota sono comunque un ottimo spunto per conoscere generali poco noti o di cui le gesta non sono ben conosciute; il libro stesso è poi un ottimo spunto per approfondire successivamente la storia dei condottieri (bene qui le indicazioni bibliografiche), ed è lo stesso autore a ricordarlo nella prefazione.

    ha scritto il