I grandi romanzi

Di

Editore: Newton Compton

4.0
(25)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1056 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8854135534 | Isbn-13: 9788854135536 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace I grandi romanzi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Piccole donne • Piccole donne crescono • Piccoli uomini • I ragazzi di Jo • Un lungo, fatale inseguimento d’amore

Intorno al 1860, più o meno quando l’americana Louisa May Alcott cominciava la sua carriera letteraria, gli Stati Uniti venivano chiamati ancora il Nuovo Mondo, e da questo grande Paese la vecchia Europa si aspettava molte cose veramente nuove. Forse l’autrice non immaginava che Piccole donne, dedicato alle adolescenti del proprio tempo, diventato subito e rimasto per sempre famoso, avrebbe rappresentato una di queste novità, scavalcando i confini della nazione e dell’epoca in cui la scrittrice visse per trasmetterci intatti il fascino della sua vicenda e il messaggio della sua forza educatrice. La Alcott seppe dimostrare, col suo primo romanzo, con quanta vitale energia anche le ragazze fossero capaci di affrontare le difficoltà della famiglia e i disagi e le perturbazioni dell’età; ma fu una novità anche leggere un libro per fanciulle tanto aderente alla realtà in pieno secolo romantico; un’epoca in cui le giovani donne in età da marito, almeno nei romanzi, dovevano svenire per un’emozione e accogliere lo sguardo di un ragazzo come pegno di amore eterno. Un lungo, fatale inseguimento d’amore, uno dei suoi primi scritti, è ancora più trasgressivo dei capolavori: racconta infatti certamente e soprattutto una storia romantica ma torbida e sensuale, fatta di fughe, sospetti e colpi di scena. Piccole donne e Piccole donne crescono usciranno con grande successo a breve distanza l’uno dall’altro; seguirà Piccoli uomini, scritto a Roma; ultimo della serie, I ragazzi di Jo.

Ordina per
  • 0

    Piccole donne 30/10/14 - 04/11/14 ***

    Come molti sanno, quando la Alcott scrisse questo libro per ragazzi prese ispirazione proprio dalla sua quotidianità: i luoghi, la casa e le sorelle, fu tutto ...continua

    Piccole donne 30/10/14 - 04/11/14 ***

    Come molti sanno, quando la Alcott scrisse questo libro per ragazzi prese ispirazione proprio dalla sua quotidianità: i luoghi, la casa e le sorelle, fu tutto frutto della sua esperienza e quando “sentiamo” parlare Jo di libri e del suo desiderio di diventare scrittrice ci viene naturale pensare alla scrittrice americana. E' fuor di dubbio che con questo lavoro la Alcott si insinuò nella letteratura del tempo con una grande novità e che ci rimase per i secoli a venire, fece una cosa straordinaria per i suoi tempi: introdusse protagoniste femminili nei classici per ragazzi.
    Di questo ovviamente dobbiamo renderle merito: ha creato quattro protagoniste eccezionali e diversissimme per carattere e desideri.
    Purtroppo però il libro non mi è entrato nel cuore, probabilmente, anzi quasi sicuramente, dovuto al fatto di essere un po' troppo cresciuta per apprezzare a dovere questo classico per ragazze; capisco i messaggi positivi, i valori espressi e gli insegnamenti ma purtroppo ho visto anche troppo buonismo (che mi dà sui nervi) e confesso che Amy e Meg le ho trovate insopportabili, ovviamente Jo rientra nei miei personaggi preferiti come del resto Laurie...come non potrebbe??!!

    ha scritto il 

  • 5

    Un grande classico che spero non tramonti mai

    Sarà la decima volta che leggo Piccole donne e mi emoziona e commuove sempre come la prima volta! Resta uno dei miei libri preferiti in assoluto, benché rientri tra la letteratura per ragazzi..anzi pe ...continua

    Sarà la decima volta che leggo Piccole donne e mi emoziona e commuove sempre come la prima volta! Resta uno dei miei libri preferiti in assoluto, benché rientri tra la letteratura per ragazzi..anzi per ragazze. E' un romanzo ricco di spunti di riflessione e buoni sentimenti, che a tratti sa anche divertire. Alcuni ne criticano l'eccessivo moralismo, ma a me piace che sia così fresco e "pulito". Non sono una bigotta, ma trovo che Piccole donne sia molto più adatto alle ragazzine dei libri per teenager che sono oggi in commercio, romanzi che parlano di vampiri e di sesso, oppure di reality fratricidi, dove ci si uccide a vicenda in modo cruento (Hunger games)!
    Piccole donne resta il mio preferito, gli altri tre mi piacciono un po' meno ma meritano sempre quattro stelle direi.
    Mi è piaciuta molto anche la prefazione di questo volume (ebook per me) della Newton Compton, che mi ha fatto scoprire cose interessanti, come il fatto che Piccole donne sia stato il primo libro per ragazzi di successo con protagonisti femminili.
    Da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta la cui lettura è molto piacevole

    Ho trovato questa raccolta dei cinque più bei romanzi della Alcott molto piacevole. In particolare, i primi quattro libri (che raccontano la vita delle quattro sorelle March e, più approfonditamente n ...continua

    Ho trovato questa raccolta dei cinque più bei romanzi della Alcott molto piacevole. In particolare, i primi quattro libri (che raccontano la vita delle quattro sorelle March e, più approfonditamente negli ultimi due, di Jo) sono un grande classico della letteratura per ragazzi. Le avventure di Meg, Jo, Beth e Amy, infatti, inquadrano personaggi con caratteri molto delineati e differenti tra loro, sogni diversi ed evoluzioni inaspettate nelle loro vite. In particolar modo, ho apprezzato più di tutti 'Piccole donne crescono', in cui, alle fanciullesche speranze e aspettative delle piccole protagoniste del primo libro, fanno da contraltare le prime disillusioni e i primi dolori della vita, cui nessuna si sottrae, affrontando ogni prova con determinazione e coraggio.
    'Piccoli uomini' e 'I ragazzi di Jo' sono testi esemplificativi di quanto l'innovativo sistema educativo sperimentato dal padre della scrittrice (qui fedelmente descritto) fosse rivoluzionario per l'epoca e molto attuale persino ai giorni nostri (classi miste, educazione propositiva e non coercitiva, ecc...); è molto piacevole, poi, continuare a seguire la storia di Jo e delle sorelle che, ormai cresciute, hanno famiglie, figli e allievi da seguire, con un conseguente intrecciarsi di storie e relazioni.
    Infine, ho trovato l'ultimo romanzo della raccolta, intitolato 'Un lungo, fatale inseguimento d'amore', piuttosto strano: è, infatti, un mix tra un romanzo d'amore e un noir: vengono descritte le peripezie della bella Rosamund, in fuga dall'uomo amato, il quale si rivela possessivo, violento e per nulla affidabile. Poco credibile la trama, certamente molto meno efficace rispetto a quella tessuta nei libri che hanno reso la Alcott una scrittrice amatissima in tutto il mondo.

    Questi i miei giudizi per ognuno dei cinque romanzi:

    Piccole donne ****
    Piccole donne crescono *****
    Piccoli uomini ****
    I ragazzi di Jo ****
    Un lungo, fatale inseguimento d'amore ***

    ha scritto il 

  • 4

    ok sarà la terza volta che leggo qst romanzo, da qui si capisce che ho una certa predilizione per qst romanzi. scrittura fluida a tratti divertente è il classico romanzo per ragazze (Piccole donne), è ...continua

    ok sarà la terza volta che leggo qst romanzo, da qui si capisce che ho una certa predilizione per qst romanzi. scrittura fluida a tratti divertente è il classico romanzo per ragazze (Piccole donne), è il classico romanzo che una madre regala alla propria figlia è un regalo d'obbligo ma fantastico, perchè la famiglia March è così attuale che nn puoi nn volerle bene. e poi se leggete un libro ridendo per le scene divertenti, sorridendo per la quotidianeità descritta e piangendo per le partenze allora è un signor libro!

    Piccole Donne: merita 5 stelle. la parte più bella parte dal capitolo telegramma quando arriva la notizia della malattia del signor March e Jo (il mio personaggio preferito) si taglia i capelli per dare i soldi alla madre). unica pecca (ma qst è solo un'opinione personale che nn va ad inficiare sul giudizio... troppo credere nel signore dei cieli, ma è il periodo storico e cm vedete ho dato cmq il max)

    Piccole Donne Crescono: alti e bassi noiosi i capitoli di sole lettere e pagine di diario, bellissimi i capitoli dedicati a beth in particolare qnd jo si rende conto che una forza che nn si può fermare le stava portando via la sua beth, bellissime le descrizioni sui turbamenti del cuore mai pesanti. 5 stelle.

    Piccoli Uomini - La vita a Plumfield con i ragazzi di Jo: se piccole donne è il classico libro da regalare alle proprie figlie Piccoli uomini si può perfettamente regalare ai propri figli. è un interessante elenco di marachelle e giochi vecchia maniera (magari si riesce ad allontanare i figli dalla psp o dalla tv!) ma soprattt di metodi educativi divertenti e non è necessario leggere per forza piccole donne, infatti qst libro anche se ha per protagonista Jo nn mette al centro la famiglia March, ma le piccole pesti di Plumfield e poi l'autrice dedica qst libro ai suoi due nipotini quindi è stato scritto per ragazzi fino ai 14 anni. 5 stelle.

    I Ragazzi di Jo: come per piccole donne qst è la continuazione di piccoli uomini ed è la storia dei primi 12 ragazzi di mamma Jo. in qst libro le tre sorelle march contribuiscono ttt e tre alla scuola messa su da Jo e dal marito anche se i protagonisti nn sono i nuovi alunni, ma i primi 12. le vite si separano e ognuno comincia a fare progetti per il futuro ma ttt vogliono il consenso di mamma Jo e il consiglio di ttt la famiglia "March" e dei fratelli e delle sorelle che hanno ttt trovato nella scuola dieci anni prima. confesso che la fine è un pò troppo riassuntiva e forse a qst punto era meglio che qst romanzo nn venisse proprio fatta. 3 stelle.

    Un lungo, fatale inseguimento d'amore: a parte i romanzi di jane austen nn gradisco molto i romanzi d'amore, e qst oltre ad avere una storia d'amore ha anche tinte gialle. nn so nn sembra nemmeno la alcott. certo lo stile è sempre semplice, ma cn i romanzi educativi qst nn c'entra niente e che ttt possano essere redenti cn la fede, bè e una favola a cui è davvero difficile a credere. è praticamente la storia di una ragazzina che incontra un uomo che la vince ad un gioco d'azzardo, che le mente sul matrimonio, e la perseguita minacciandola di uccidere ttt gli uomini che si innamorano di lei e fa il vuoto intorno a lei dicendo che è pazza! sembra una moderna storia di stalking, di qll che si sentono al telegiornale, l'unica differenza è che nel 1800 veniva considerato corteggiamento... davvero poco educativo! 1 stella.

    nel complesso il voto finale perde a causa degli ultimi 2 romanzi perciò 4 stelle.

    ha scritto il