Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I guardiani del giorno

Di ,

Editore: Mondadori

3.9
(722)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 462 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8804574666 | Isbn-13: 9788804574668 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace I guardiani del giorno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tra le Forze della Luce e quelle delle Tenebre per centinaia di anni, forse per millenni, si è combattuta una battaglia senza esclusione di colpi, senza né vinti né vincitori. Ora si è giunti a un Grande Patto, una tregua che i corpi speciali degli Altri lottano per far rispettare: i Guardiani della Notte vegliano sui loro avversari nel buio, mentre i seguaci delle Tenebre sono costretti a sorvegliare di giorno gli adepti della Luce. Tra i Guardiani del Giorno vi sono la giovane strega Alisa, che ha perso i suoi poteri ma ha deciso di recuperarli nutrendosi degli incubi dei bambini di un campeggio; il mago Vitalij, che non ricorda più nulla, ma vede crescere il suo potere di giorno in giorno; Edgar, avvocato per le Forze delle Tenebre, costretto a giocare il tutto per tutto in un processo dove è in ballo non solo la sua vita, ma il destino dell'intero genere umano.
Creata dallo scrittore definito "lo Stephen King dell'Est", ambientata in una Russia affascinante e misteriosa, la saga dei "Guardiani" di cui questo romanzo è il secondo capitolo (il primo era I Guardiani della Notte) ha cambiato per sempre i confini del fantasy.
Ordina per
  • 4

    Intrighi

    Secondo libro della saga. Letto d'un fiato.
    Col primo ho fatto un po' fatica. Con questo, conoscevo già i personaggi e le dinamiche , ho seguito con trepidazione le vicende dell'eterna competizione tra Luce e Tenebre.
    Mi e' piaciuto. Corro a cercare il prossimo....Credo siano quattro ...continua

    Secondo libro della saga. Letto d'un fiato.
    Col primo ho fatto un po' fatica. Con questo, conoscevo già i personaggi e le dinamiche , ho seguito con trepidazione le vicende dell'eterna competizione tra Luce e Tenebre.
    Mi e' piaciuto. Corro a cercare il prossimo....Credo siano quattro in tutto.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi e' piaciuto molto di piu' del primo libro (che pure era bello). Nel primo all'inizio si e' "ostacolati" da una serie di nozioni e concetti che non si capiscono immediatamente: la vicenda comincia in medias res, e spesso le spiegazioni necessarie arrivano solo molto dopo. In questo secondo libr ...continua

    Mi e' piaciuto molto di piu' del primo libro (che pure era bello). Nel primo all'inizio si e' "ostacolati" da una serie di nozioni e concetti che non si capiscono immediatamente: la vicenda comincia in medias res, e spesso le spiegazioni necessarie arrivano solo molto dopo. In questo secondo libro, ora che le nozioni di Crepuscolo, Tenebre, Luce, Altri e Guardie sono state assimilate, la lettura procede di gran lunga piu' spedita.
    Gli intrighi delle due Guardie tengono con il fiato sospeso fino all'ultima pagina, e il punto di vista delle Tenebre e' quanto mai interessante. Nel libro precedente scoprivamo che gli appartenenti alle Forze della Luce non sono affatto angeli immacolati e perfetti paladini della giustizia, ma tessono intrighi, ingannano per raggiungere il proprio scopo, scendono a compromessi con le Tenebre; tanto che a un certo punto anche il protagonista Anton si poneva dubbi sulla legittimita' delle azioni del proprio schieramento. Qui invece la prospettiva si ribalta, e gli Altri delle Tenebre si rivelano non mostri senza cuore assetati di potere o brutali adepti del caos, ma persone che soffrono, sperano, amano. Persone normalissime, forse anche piu' umane dei maghi della Luce, che alla fine si rivelano decisamente fondamentalisti nel loro odio assoluto e senza appello verso le Tenebre; odio spesso non ricambiato dagli avversari, non con tale intensita' almeno.
    Bella soprattuttto la prima storia, dove gli intrighi passano per un momento in secondo piano per dare spazio alla potenza dei sentimenti. Tra l'altro e' l'unica storia con un punto di vista femminile (almeno per il momento), e trovo che Luk'janenko se la cavi in modo egregio a scrivere "nei panni" di una donna. La terza storia risente un po' della necessita' di tirare le fila e dare spiegazioni dei punti lasciati in sospeso dalle altre due: per la maggior parte e' costituita da dialoghi e riflessioni che, seppur molto interessanti, rallentano molto la vicenda.
    L'unico difetto veramente grosso tuttavia e' questo: perche' in un libro chiamato "I Guardiani del Giorno" (ovvero le forze delle Tenebre) ci ritroviamo anche (e nella terza storia in modo eccessivo) il punto di vista delle Forze della Luce? Anton mi piace, per carita', ma avrei preferito una versione ribaltata della struttura del primo libro, narrato interamente dal punto di vista della Luce. Un peccato.
    Sono comunque molto ansiosa di vedere quali sorprese ci riservera' il terzo, "I Guardiani del Crepuscolo". :)
    Ah, sono felice di non aver riscontrato anche in questo libro i problemi di stile/traduzione che mi avevano lasciata perplessa nel primo: a parte un errore di stampa non ho trovato problemi di sorta :)

    ha scritto il 

  • 4

    I guardiani del giorno, ovvero dall'altra parte della barricata, il mondo visto dalle forze delle tenebre, che poi non si rivelano molto diverse, in opinioni e atteggiamenti, dalle forze della luce.
    In fin dei conti, nonostante i loro poteri magici, la vita quasi eterna e bagatelle simili, ...continua

    I guardiani del giorno, ovvero dall'altra parte della barricata, il mondo visto dalle forze delle tenebre, che poi non si rivelano molto diverse, in opinioni e atteggiamenti, dalle forze della luce.
    In fin dei conti, nonostante i loro poteri magici, la vita quasi eterna e bagatelle simili, non sono altro che uomini e donne, e in loro il bene e il male non sono così inscindibilmente divisi come vorrebbero.
    E poi c'è l'amore, che spariglia sempre ...

    ha scritto il 

  • 3

    Obiettivamente a questa saga non manca nulla: idee originali, stupenda ambientazione, personaggi non banali.. eppure non riesce a catturarmi :( La finirò lo stesso ma ci sono rimasta un pò male.

    ha scritto il 

  • 4

    Si tratta del secondo volume della Saga dei Guardiani. Dopo aver letto il primo romanzo, mi ero fatta un'idea di cosa avrei potuto trovare in questo libro. Ovviamente mi aspettavo nuove vicende legate al Crepuscolo e alle due guardie che vigilano sull'Equilibrio. Speravo di trovare però il ...continua

    Si tratta del secondo volume della Saga dei Guardiani. Dopo aver letto il primo romanzo, mi ero fatta un'idea di cosa avrei potuto trovare in questo libro. Ovviamente mi aspettavo nuove vicende legate al Crepuscolo e alle due guardie che vigilano sull'Equilibrio. Speravo di trovare però il punto di vista esclusivo della Guardia del Giorno. Devo ammettere che vi sono in effetti molte parti narrate da un agente di questo schieramento, Edgar. Vi sono però anche alcuni episodi raccontati da entrambe le guardie e infine anche vicende narrate dal protagonista del primo romanzo e cioè da Anton Gorodeckij, appartenente alla Guardia della Notte. Sono rimasta leggermente delusa, avrei preferito che l'autore avesse adottato anche qui lo stesso metodo, di modo che il lettore potesse avere solo il punto di vista di una delle due parti. E' per questo motivo che ho deciso di non attribuire il massimo punteggio a questo romanzo. Tralasciando infatti questo piccolo dettaglio, il libro è ben scritto, la storia rimane sempre molto interessante, originale e molto complessa. Sarebbe infatti troppo semplicistico affermare che i Guardiani del Giorno appartengono alle forze del Male, le loro azioni non si possono giudicare così superficialmente. Possiamo però tranquillamente affermare che i componenti di questa guardia agiscono per i propri interessi e non si fanno troppi scrupoli quando c'è da attingere forza dai poveri esseri umani. In ogni caso però, a modo loro, cercano di mantenere il famoso equilibrio tra le due forze, facendo sì che il mondo, così come tutti lo conoscono, continui a esistere anche in futuro. In realtà i nuovi personaggi che incontriamo per la prima volta e quelli che ritroviamo anche in questo romanzo, sono solo delle pedine utilizzate dai grandi capi delle due guardie, Geser e Zavulon, in questa lunga partita a scacchi.
    Sono proprio curiosa di scoprire come proseguirà la storia e quali nuovi colpi di scena ci potrà ancora riservare.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo. Nuovo come idea fantastica e avvincente da leggere. Lo scrittore non lo conoscevo e sono stato particolarmente soddisfatto.
    Un nuovo modo di narrare storie di maghi.

    ha scritto il 

Ordina per