Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I guardiani della notte

Di

Editore: Mondadori

3.8
(1080)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 496 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804546999 | Isbn-13: 9788804546993 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Cristina Moroni , Nadia Cicognini

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace I guardiani della notte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La notte di Mosca è pericolosa. Criminali e assassini si aggirano per lestrade e si mescolano agli Altri: vampiri e mutanti, stregoni e fattucchiereche escono in caccia dopo il tramonto. La loro forza è immensa, ma non bastanole armi tradizionali per combatterli. Solo Anton e quelli come lui possonoriconoscerli, perché compito dei guardiani è quello di far rispettare l'anticatregua stipulata tra le Forze della Luce e le Forze delle Tenebre. Ma qualcosanella pace millenaria che divide il popolo della notte da quello del giorno siè incrinato, e il destino dell'umanità ora è legato a quello di un ragazzo chenon sa di possedere un enorme potere.
Ordina per
  • 4

    "A un uomo non credere che per metà, a un agente della Luce per un quarto, a un agente delle Tenebre per niente... "


    Confesso che mi aspettavo qualcosa di molto diverso. Le idee ci sono, e sono quelle giuste, ma il risultato è ben lontano da quel che viene inizialmente proposto e so ...continua

    "A un uomo non credere che per metà, a un agente della Luce per un quarto, a un agente delle Tenebre per niente... "

    Confesso che mi aspettavo qualcosa di molto diverso. Le idee ci sono, e sono quelle giuste, ma il risultato è ben lontano da quel che viene inizialmente proposto e soprattutto lanciato dall'opinione pubblica (?), presentandolo come incrocio particolarissimo tra horror e urban fantasy. Piuttosto, mi è sembrato di aver letto le gesta della divisione Fringe sovietica.
    L'intero setting è lodevole per profondità, lucidità, originalità e visionarietà. Tanto per il livello più superficiale, con tutte le sfumature di grigio sovietico, quanto per il livello via via più fantastico: lo scontro tra il Bene e il Male ridotti a una mera partita in stallo tra parti uguali, il Crepuscolo e i suoi livelli di profondità, e ancora Libri del Destino, Vortici di malasorte e via dicendo.
    La storia, ahimé, perde un po' nella divisione in tre episodi singoli, sebbene intrecciati, che fa tanto serie televisiva; un'impressione fortificata dall'intreccio fondamentalmente poliziesco. Saranno pure maghi e mutaforma, Anton e i suoi colleghi, ma le loro gesta sono quelle di una squadra di polizia. Una scelta singolare, abbastanza originale, ma che perde un po' per l'eccessivo restringimento di focalizzazione. Sullo sfondo ci sono intrighi e interessi che si intrecciano, rivelazioni e colpi di scena: ma quello che dovrebbe essere il filone principale, di maggiore interesse per il lettore, è in realtà soffocato dai predominanti subplot, per cui c'è sempre un caso da risolvere, una serie di omicidi misteriosi da illuminare, un ricercato da fermare.
    Come se non bastasse, alla trama fortemente procedurale si affianca una narrazione sorprendentemente introspettiva: un'altra scelta originale, ma calibrata in modo non soddisfacente, sicché il lettore arriva al punto da averne abbastanza delle paturnie di Anton, desiderando piuttosto un più accelerato dispiegamento della trama.
    Tre e stelle mezzo, a voler essere precisi: ovvero, l'impressione che ci siano gli elementi giusti, ma la scrittura procede ancora a tentoni, zoppica tra scelte narrative che solo una maggiore esperienza può affinare. E' comunque un buon inizio, e sono sicuro che i libri a venire mi riserveranno grandi e piacevoli sorprese.

    ha scritto il 

  • 0

    IN EQUILIBRIO TRA BENE E MALE (di Alessandro Auriemma)

    http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/1162-in-equilibrio-tra-bene-e-male


    A che tipo di fantasy siete abituati? Scontri magici cappa e spada o bacchetta tra il bene e il male, dove le conseguenze sono un dettaglio trascurabile? Lasciatelo a casa. In Russia, il fantasy, è tutta ...continua

    http://www.ilpickwick.it/index.php/letteratura/item/1162-in-equilibrio-tra-bene-e-male

    A che tipo di fantasy siete abituati? Scontri magici cappa e spada o bacchetta tra il bene e il male, dove le conseguenze sono un dettaglio trascurabile? Lasciatelo a casa. In Russia, il fantasy, è tutta un'altra storia.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro mi è piaciuto un saaaaaaaaaaaaacco!! Mosca si offre come palcoscenico su cui le forze della Luce (i guardiani della notte) e quelle delle Tenebre (i guardiani del giorno) combattono ogni giorno cercando di sfruttare un passo falso dell'altra fazione per rompere il Patto che li unisce ...continua

    Questo libro mi è piaciuto un saaaaaaaaaaaaacco!! Mosca si offre come palcoscenico su cui le forze della Luce (i guardiani della notte) e quelle delle Tenebre (i guardiani del giorno) combattono ogni giorno cercando di sfruttare un passo falso dell'altra fazione per rompere il Patto che li unisce (e li costringe al perenne equilibrio) e scatenare la guerra per vincere definitivamente questa secolare battaglia. Ammetto che ho tifato un pò per i cattivi visto che, il punto di vista dei Guardiani della notte, non era poi tanto facile da capire o da accettare. Comunque bellobello <3 non vedo l'ora di prendere il secondo capitolo di questa saga tutta made in Russia.

    ha scritto il 

  • 4

    ho iniziato questa trilogia con un po' di titubanza poiché avevo visto il film e mi aveva lasciato con un gran punto interrogativo...invece l'ho trovata una lettura molto interessante...in alcuni tratti non mi sembrava neanche più di stare leggendo un fantasy...veramente una bellissima sorpresa!! ...continua

    ho iniziato questa trilogia con un po' di titubanza poiché avevo visto il film e mi aveva lasciato con un gran punto interrogativo...invece l'ho trovata una lettura molto interessante...in alcuni tratti non mi sembrava neanche più di stare leggendo un fantasy...veramente una bellissima sorpresa!!!devo leggere gli altri due ma sono soddisfattissima di questo...consigliato!|!!

    ha scritto il 

  • 2

    Insomma

    Trama molto carina, però si poteva sviluppare meglio. Molte parti noiosette e confuse, scritte maluccio. Ho fatto fatica a finirlo, sono sempre stata sul punto di lasciarlo in sospeso. Peccato perché l'idea era originale.

    ha scritto il 

  • 4

    Non c'è bisogno di castelli

    né di draghi o di sconfinate brughiere. Un fantasy lo puoi ambientare anche in squallidi palazzoni sovietici, tra mafia russa, ubriaconi e fiumi di vodka. Di sicuro le eterne forze della Luce e delle tenebre non sono tanto schizzinose, e riescono a lottare tra di loro ovunque.

    ha scritto il 

  • 4

    Lo scontro tra il bene e il male, uno dei temi forse più abusati di tutta la letteratura mondiale.
    Ma qui, in una Mosca che ricorda molto quella di Bugakov, nonostante gli anni passati e la caduta dell'impero sovietico, il bene rischia di essere scambiato per cinismo, e il male per qualosa ...continua

    Lo scontro tra il bene e il male, uno dei temi forse più abusati di tutta la letteratura mondiale.
    Ma qui, in una Mosca che ricorda molto quella di Bugakov, nonostante gli anni passati e la caduta dell'impero sovietico, il bene rischia di essere scambiato per cinismo, e il male per qualosa che difende la libertà da esperimenti di rivoluzione globale discutibili e pericolosi.
    E soprattutto, il bene, attraverso il suo agente Anton, si fa domande su se stesso e sulla sua possibilità di rimanere umano.
    Una lettura molto divertente e solo apparentemente di pura evasione.

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelle dovute più al mio gusto personale che all'effettiva validità del libro, che oggettivamente si merita una stella in più anche solo per un paio di trovate veramente interessanti.
    Purtroppo però, non ci posso fare niente, certe scelte non mi sono piaciute. Quindi in tutta onestà, ba ...continua

    Tre stelle dovute più al mio gusto personale che all'effettiva validità del libro, che oggettivamente si merita una stella in più anche solo per un paio di trovate veramente interessanti.
    Purtroppo però, non ci posso fare niente, certe scelte non mi sono piaciute. Quindi in tutta onestà, basandomi anche sul mio livello di gradimento del libro, non me la sento di dare di più.

    ha scritto il 

Ordina per