Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I guerrieri d'argento

Di

Editore: Sensoinverso

3.2
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 164 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8896838258 | Isbn-13: 9788896838259 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace I guerrieri d'argento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un nemico da anni celato riemerse dalle tenebre, si impossessò di un segreto libro di incantesimi, stravolse le regole, indusse il lato oscuro di ogni individuo a riemergere. Un potere enorme che creò caos e assoggettamento; Nayla, Elamar e Gotland furono scelti per contrastare tale forza, inconsapevoli dei loro poteri dovettero imparare a dominarli, sconosciuti tra loro divennero amici, uniti da un insolito destino.
Una stirpe di immortali guidata da sette re, un popolo autoesiliato in un bosco arcano e un'etnia rinchiusa da ere nelle viscere della terra, formeranno un esercito unito contro l'oscura minaccia. Ma sarà qualcos'altro a indurre il male all'eterno oblio.
Un racconto appassionante nel quale fantasy e supereroi troveranno un filo di congiunzione forgiando un genere diverso in cui una narrazione avvincente darà vita alla vostra immaginazione.

il blog http://iguerrieridargento.blogspot.com/
Ordina per
  • 1

    buona idea ma...

    ... troppi refusi, stile a volte approssimativo, personaggi scialbi e trama poco originale. Una stellina in meno per il volersi rifugiare dietro la motivazione "è un libro per bambini", che mi sembra offensivo per i bambini. La buona letteratura adatta ai giovanissimi c'è, eccome. Una stellina in ...continua

    ... troppi refusi, stile a volte approssimativo, personaggi scialbi e trama poco originale. Una stellina in meno per il volersi rifugiare dietro la motivazione "è un libro per bambini", che mi sembra offensivo per i bambini. La buona letteratura adatta ai giovanissimi c'è, eccome. Una stellina in meno perché tutti questi entusiastici commenti (da parte di gente che legge molto poco, che guarda caso legge sempre gli stessi libri e che guarda caso sceglie di recensire questo guarda caso col massimo dei voti) puzzano di fake lontano un chilometro.

    ha scritto il 

  • 2

    poteva essere meglio

    Purtroppo questo è l'ennesimo esempio di sfruttamento di bravo scrittore: l'editing assente ha rovinato un libro che sarebbe potuto essere una vera perla della narrativa fantasy per bambini.

    ha scritto il 

  • 2

    Poteva essere speciale

    La nostra lettura ci porta a queste conclusioni.
    Per leggere la recensione, seguite il link!

    http://demiurghiracconti.blogspot.com/2012/09/biblioteca-i-guerrieri-dargento.html

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia concepita per la figlia, adatta anche a chi bimbo non lo è più. Il linguaggio è molto semplice e la vicenda così coinvolgente che si legge tutta d'un fiato! Ottimo libro e consigliatissimo.
    P.S.: alcuni errori sono presenti ma non sono in quantità disastrosa, non concepisco le cr ...continua

    Una storia concepita per la figlia, adatta anche a chi bimbo non lo è più. Il linguaggio è molto semplice e la vicenda così coinvolgente che si legge tutta d'un fiato! Ottimo libro e consigliatissimo.
    P.S.: alcuni errori sono presenti ma non sono in quantità disastrosa, non concepisco le critiche così pesanti fatte a questo proposito!

    ha scritto il 

  • 3

    Buono, ma breve!

    Si tratta di un bel libro fantasy di stampo classico con una trama piacevole e ben studiata, personaggi ben caratterizzati e molteplici (i luv omini). L'unico problema è la brevità del romanzo che ne pregiudica la qualità, rendendo la narrazione troppo veloce e la storia troppo condensata.

    ha scritto il 

  • 4

    I Guerrieri d'Argento dal Blog www.ilrifugiodeglielfi.blogspot.com

    Ho trovato piacevole la lettura di questo libro. Una avventura molto simile al fantasy vecchio stile.
    Alla base c’è una storia lineare e chiara adatta al pubblico di ragazzi per cui è stata creata. L’autore ha scritto infatti questo libro per avvicinare la sua giovane figlia alla lettura. ...continua

    Ho trovato piacevole la lettura di questo libro. Una avventura molto simile al fantasy vecchio stile.
    Alla base c’è una storia lineare e chiara adatta al pubblico di ragazzi per cui è stata creata. L’autore ha scritto infatti questo libro per avvicinare la sua giovane figlia alla lettura.
    Io personalmente, che amo il fantasy, ho cercato di leggere questo libro con lo spirito di una ragazzina (ragazzina che cerco di tenere viva in mè …….)
    Credo che Elvio sia sicuramente riuscito a raggiungere il risultato che voleva ed a creare una bella storia fantasy che sicuramente può avvicinare i ragazzi alla lettura ma che trovo sia apprezzabile anche dagli adulti amanti del genere.
    Intanto i miei complimenti ad Elvio per la sua capacità di creare un mondo fantasy tutto suo senza fare ricorso ai più conosciuti abitanti di questi mondi: Elfi, Nani, Goblin, Orchi Etc.
    Ha creato una serie di popolazioni nuove con le loro caratteristiche e peculiarità. Credo che i popoli più riusciti siano gli Emidi del Bosco senza tempo e gli Omini, stirpe creduta estinta da parecchie ere. Il popolo degli Omini sotto alcuni punti di vista sembra simile ai nani – piccoli, agili saltatori, molto coraggiosi e fieri ma altrettanto permalosi ed irascibili.
    Gli Omini non sono soli in quanto custodi e compagni dei piccoli draghi muschiati, per salvare i quali si sono ritirati tanto tempo prima nelle viscere della terra.

    Anche qui come in molti libri fantasy si trova come motivo di fondo il viaggio dei protagonisti, un viaggio sia fisico che psicologico dove i giovani eroi possono sviluppare le loro capacità magiche e migliorare le loro doti di forza morale e di tenacia.

    Mi è piaciuto il mondo inventato dall’autore che esso riesce a dipingere agli occhi del lettore con poche precise descrizioni. Si nota che c’è stata nella creazione di questo universo una certa attenzione ai particolari che ha fatto inventare all’autore perfino unità di misura del tempo e dello spazio diverse per ogni etnia.

    Le formule magiche sono pronunciate in una lingua fantastica in un linguaggio diverso per ogni pololo.

    Tra viaggio affascinante che conduce alla crescita, magia, amore, coraggio e segreti, questa nuova lotta tra il bene ed il male non potrà che affascinare tutti i giovani lettori, far provare loro emozioni che forse non conoscono ancora e fare nascere in essi la cosa più importante, la scintilla iniziale dell’amore nei confronti dei libri.

    Il libro è autoconclusivo ma essendo il primo di una trilogia lascia aperto uno spiraglio per continuare la storia nel prossimo libro della serie. Ammetto che essendo i personaggi ben descritti mi piacerebbe sapere di più di loro e conoscere il seguito della storia.
    Devo fare un piccolo appunto; in questo caso non all’autore, ma all’editore, in quanto anche in questo libro, come in quasi tutti quelli recenti che per ora ho potuto leggere, ho trovato qualche refuso un errore grammaticale e tre frasi non completate.
    Errori formali che sono brutti da trovare in un libro e che denotano la poca cura dell’editore.
    Non posso tuttavia mancare di fare all’autore un altro complimento per la decisione di aggiungere all’interno del libro diverse immagini fantastiche che possono di sicuro aiutare la fantasia del giovani e rendere la storia più palpabile. Sono disegni in bianco e nero che permettono ai lettori di non doversi immaginare i protagonisti ma di vederli disegnati davanti ai propri occhi. Peccato per il bianco e nero. Nella versione e-book di questo libro potete trovare le stesse immagini a colori che riescono ad essere ancora più coinvolgenti.
    Io consiglio questo libro a tutti i ragazzi ed anche agli adulti amanti del fantasy – perché non fare un bel viaggio ed addentrarci in questo mondo?

    ha scritto il 

  • 2

    "I Guerrieri d'Argento" è un libro la cui trama mi aveva catturata e su cui, da buona amante del genere, avevo subito messo gli occhi. Peccato che la lettura non sia stata una conferma della prima impressione.
    Va detto che è un libro pensato per bambini e ragazzini, questo sì, ma purtroppo ...continua

    "I Guerrieri d'Argento" è un libro la cui trama mi aveva catturata e su cui, da buona amante del genere, avevo subito messo gli occhi. Peccato che la lettura non sia stata una conferma della prima impressione.
    Va detto che è un libro pensato per bambini e ragazzini, questo sì, ma purtroppo questo non giustifica i difetti. Tanto per fare un paragone illustre, anche Harry Potter è nato come romanzo per bambini, ma ha affascinato anche gli adulti.
    I difetti che non mi hanno permesso di arrivare a dare più di due stelline a questo libro, sono essenzialmente due:
    -il primo: i refusi, gli errori ortografici e grammaticali. A mio modo di vedere, ce ne sono un pochino troppi, per un libro sottoposto ad un lavoro di editing completo. Avrei apprezzato una maggior cura a questo proposito. Mi è stato detto dall'autore che la versione in mio possesso non è l'ultima stampata, dunque non posso che sperare che questo problema sia stato risolto.
    -il secondo: la brevità. In questo libro è tutto molto frettoloso e non c'è il tempo di gustarsi gli avvenimenti e appassionarsi. Appena sorge un problema, subito c'è qualcuno che lo risolve, senza creare un minimo di suspance e di intreccio. Solo nella battaglia finale si intravede un po' di slancio, ma ahimè, troppo poco. Anche la caratterizzazione dei personaggi è sommaria e con scarso spessore, secondo me, a cominciare da quella dei protagonisti e dei Guerrieri che danno il titolo al libro, per non parlare di quella dei draghi. Tutto ciò che accade è troppo, troppo schematico.
    Per contro, ho invece apprezzato la storia in sè, classica ma non priva di potenzialità, se fosse stata sviluppata meglio.
    Un altro punticino a favore, sono le illustrazioni veramente molto belle, apprezzabili dai bambini quanto dagli adulti.
    Che altro dire?! Essendo un romanzo di esordio, la speranza che con un buon editor le cose possano migliorare c'è. Sarebbe un peccato altrimenti.

    ha scritto il 

  • 0

    Da leggere

    Ho acquistato questo libro a San Remo prima di Natale scambiando due chiacchiere con l'autore, di lavoro faccio il grafico e mi ha colpito la copertina. L'impaginazione interna è ineccepibile, alcune accortezze non si riscontrano facilmente in libri di case editrici più note. Questo signor Buono ...continua

    Ho acquistato questo libro a San Remo prima di Natale scambiando due chiacchiere con l'autore, di lavoro faccio il grafico e mi ha colpito la copertina. L'impaginazione interna è ineccepibile, alcune accortezze non si riscontrano facilmente in libri di case editrici più note. Questo signor Buono nominato in quarta di copertina sa il fatto suo, non è certo un improvvisato, il lavoro di qualità si riconosce. Non scrivo recensioni di libri ma ho letto quanto scritto prima di me riguardo I Guerrieri d'Argento. Prima di esprimere la mia semplice opinione, che va presa come tale, tengo a far notare che l'edizione che ho io ha il logo dell'editore in copertina diverso da quella della pagina anobii quindi deduco che sia una ristampa rivista e corretta. Dico questo perché non ho riscontrato nessuno degli errori nominati in queste due "recensioni" così negative. Io ho trovato il libro piacevole, una scrittura mai prolissa, essenziale ma efficace. Una bella avventura per ragazzi con illustrazioni interne bellissime. Di solito non leggo un libro andando a cercare l'errorino o l'incongruenza, ce ne sono un po' ovunque ma valuto se la storia mi prende e mi viene voglia di andare avanti a leggere. Così è stato per I Guerrieri d'Argento quindi i miei complimenti all'autore.
    Dato che questa, come scritto sopra, è una mia semplice opinione non metterò stellette vuole solo essere un invito alla lettura di questo piacevole libro per ragazzi.

    ha scritto il 

  • 0

    Categoria NARRATIVA


    Il genere fantasy è assai difficile da trattare senza scadere nel già letto. Nonostante il supporto figurativo in stile fumettistico che i lettori hanno apprezzato, l’insieme pare condotto frettolosamente, con troppi elementi paesaggistici e troppi personaggi per una tr ...continua

    Categoria NARRATIVA

    Il genere fantasy è assai difficile da trattare senza scadere nel già letto. Nonostante il supporto figurativo in stile fumettistico che i lettori hanno apprezzato, l’insieme pare condotto frettolosamente, con troppi elementi paesaggistici e troppi personaggi per una trattazione di due centinaia di pagine.

    Il commento è una sintesi delle valutazioni effettuate dai lettori della Rete Bibliotecaria Bresciana e dalla Giuria del Premio di Qualità nell’ambito della 9° Rassegna di Microeditoria Italiana, 11-13 novembre 2011, Chiari.

    ha scritto il