Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I kill giants

Di ,

Editore: BAO Publishing

4.3
(315)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 200 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8865430079 | Isbn-13: 9788865430071 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Caterina Marietti

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace I kill giants?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il mondo si è spaccato in due e solo una bambina straordinariamente fragile e caparbia può impedirgli di spezzarsi definitivamente. Barbara Thorson fa la quinta elementare, ama il fantasy e i giochi di ruolo, non ha molti amici e ha un segreto. È la custode del martello incantato Coveleski, il distruttore di giganti. Barbara dorme in cantina, perché al primo piano di casa sua si nasconde un orrore tanto terrificante che lei non osa salire quelle scale. È una ragazzina con troppa immaginazione, o sa qualcosa che noi ignoriamo? In una storia fatta di personaggi toccanti e veri, Joe Kelly, come solo i narratori di talento cristallino sanno fare, tinge la quotidianità di fantastico, regalando al lettore una lunga storia sospesa tra due mondi e allo stesso tempo sull'orlo di un baratro fatto di disperazione e incertezza nel domani. Disegnato dallo straordinario talento nippo-spagnolo Jm Ken Niimura, I kill giants è una storia che vi trasformerà.
Ordina per
  • 3

    I Kill Giants (2009)

    Mi aspettavo tantissimo, ma non ho trovato quello che mi aspettavo. Al di là dell'elemento fantastico, mi è sembrato tutto un po' inverosimile, soprattutto l'accettazione totale alla fine. Sì, ho pian ...continua

    Mi aspettavo tantissimo, ma non ho trovato quello che mi aspettavo. Al di là dell'elemento fantastico, mi è sembrato tutto un po' inverosimile, soprattutto l'accettazione totale alla fine. Sì, ho pianto, ma con quello che racconta è inevitabile. Mi ha dato l'impressione che gli autori stessero giocando con qualcosa che non capivano del tutto.
    Carina la parte finale sulle interazioni sceneggiatore-disegnatore

    ha scritto il 

  • 5

    e ho capito che la tua morte
    poi non è affatto la mia
    se si riesce ad accettare questo
    - posso accettarlo?
    sono più forte di quello che penso.

    http://cisiamopersimasiamoqui.it/i-kill-giants/ ...continua

    e ho capito che la tua morte
    poi non è affatto la mia
    se si riesce ad accettare questo
    - posso accettarlo?
    sono più forte di quello che penso.

    http://cisiamopersimasiamoqui.it/i-kill-giants/

    ha scritto il 

  • 3

    Bello, ma (per me) sopravvalutato

    Quante storie di dolore e sofferenza "mascherate" da avventure fantastiche o mostri raccapriccianti ho incontrato negli anni: parecchie.
    Non è certo l'originalità a fare di "I KILL GIANTS" un bel libr ...continua

    Quante storie di dolore e sofferenza "mascherate" da avventure fantastiche o mostri raccapriccianti ho incontrato negli anni: parecchie.
    Non è certo l'originalità a fare di "I KILL GIANTS" un bel libro, quanto piuttosto la capacità di trattare il tema con un'ambiguità notevole sempre sul filo del rasoio tra realtà e (forse) fantasia.
    A parte la fantastica protagonista e il "mistero" che fa da "deus ex machina" della storia, ho trovato decisamente stereotipati e scritti maluccio tutti i personaggi di contorno: la madre malata, la sorella che deve fare "la grande", l'amica del cuore, la bulla e le sue scagnozze, l'insegnante "illuminata" sembrano visti mille volte in altri fumetti/film/serie tv.
    Molto belli (ma strani) i disegni.
    Un libro carino e affascinante, ma (per me) NON il capolavoro che molti vogliono farci credere...

    ha scritto il 

  • 4

    A un passo dal capolavoro

    Bella storia, ai confini tra la fantasia e quella realtà che nessuno vede perché ce la portiamo dentro. Lo stile del disegno è originale, il che significa che non può trovare il favore di tutti i lett ...continua

    Bella storia, ai confini tra la fantasia e quella realtà che nessuno vede perché ce la portiamo dentro. Lo stile del disegno è originale, il che significa che non può trovare il favore di tutti i lettori, ma è efficace. Si fa confusionario per lasciare che sia la fantasia del lettore a interpretare le mostruosità anziché disegnarle in ogni particolare, e questo lo apprezzo.
    Nella trama si riservano sorprese e a ogni pagina viene voglia di procedere oltre, senza restare delusi. Il procedere della storia, i personaggi, il finale non scontato e il creare aspettative al lettore per poi soddisfarle sono degne di una narrazione come poche. La protagonista è una bambina asociale e questo sembra il cliché di un prodotto per lettori adolescenti, invece ho trovato questo fumetto molto adulto.
    Un ottimo fumetto.

    ha scritto il 

  • 3

    La sceneggiatura e la protagonista sono eccezionali, ma avrebbero funzionato di più con altri disegni. Tavole troppo confusionarie e dialoghi difficili da seguire. Un vero peccato, per una storia che ...continua

    La sceneggiatura e la protagonista sono eccezionali, ma avrebbero funzionato di più con altri disegni. Tavole troppo confusionarie e dialoghi difficili da seguire. Un vero peccato, per una storia che merita...

    ha scritto il