I love Tiffany

Di

Editore: Newton Compton (Anagramma)

3.1
(166)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 271 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854139653 | Isbn-13: 9788854139657 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: A. Volta

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace I love Tiffany?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
New York, 1945. Marjorie Jacobson e la sua migliore amica, Marty Garrett, sono appena arrivate da una cittadina dello Iowa con la speranza di trovare un lavoretto estivo come commesse. Rifiutate dai più celebri grandi magazzini, quasi per miracolo riescono a ottenere un impiego da Tiffany & Co: saranno le prime donne in assoluto a far parte del personale addetto alle vendite, suscitando l'invidia di tutte le amiche. Le due ragazze si trovano gomito a gomito con personaggi ricchi e famosi e cominciano a trascorrere le loro serate al Martinique, ballando a più non posso con gli ufficiali della Marina. Da Tiffany incontrano Judy Garland e Marlene Dietrich, si trovano alle prese con famosi gangster e playboy e imparano lezioni indimenticabili. Finché Marjorie si innamora di un marinaio e a quel punto dovrà prendere la più importante delle decisioni.

Ordina per
  • 2

    Carino, ma niente di favoloso.
    La storia di due ragazze che dall'Iowa partono per un'estate a New York e lavorano tra i negozi più famosi del mondo (visti da lontano) mentre imperversa la guerra (vist ...continua

    Carino, ma niente di favoloso.
    La storia di due ragazze che dall'Iowa partono per un'estate a New York e lavorano tra i negozi più famosi del mondo (visti da lontano) mentre imperversa la guerra (vista da lontano).
    Nell'introduzione è scritto che l'autrice inizia a ricordare questa storia annotandola piano piano su ogni pezzetto di carta che trova e questo si sente tantissimo nella narrazione : sembra un quadernetto di appunti presi qua e la senza nessuna continuità, una specie di diario ma in realtà è un romanzo. A volte si salta di palo in frasca, sembra che stiano accadendo delle cose ("vengono le nostre amiche") e poi non succede nulla e il capitolo finisce. Che fanno queste amiche? Dove andate? chi incontrate? Non è dato sapere. La cosa che mi ha lasciata più male è che nella narrazione si parla di un ragazzo, Jim, che l'autrice ha conosciuto in quell'estate e tutto fa pensare che alla fine i due si sposeranno...e invece si lasciano. Perché inserire questa figura che sembra importantissima se poi la storia finisce ? Mi sembra poco rilevante, soprattutto perché si gira pagina sperando nel lieto fine e invece è tutto il contrario.
    Non che mi aspettassi un capolavoro, alla fine è un libro che si legge in un paio di giorni, ma l'ho trovato un po' banale.

    ha scritto il 

  • 2

    Ambientato in un luogo affascinante come Tiffany and Co. e in un periodo ricco di avvenimenti come la fine della seconda guerra mondiale, poteva essere molto più interessante ed avvincente di così! In ...continua

    Ambientato in un luogo affascinante come Tiffany and Co. e in un periodo ricco di avvenimenti come la fine della seconda guerra mondiale, poteva essere molto più interessante ed avvincente di così! Inutile spreco di inchiostro, carta e tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    piacevole ed originale

    Uno spaccato davvero molto interessante della Grande Mela nel 1945. Per me che sogno di visitare New York fin da bambina è stato abbastanza divertente immaginare il meraviglioso negozio di Tiffany con ...continua

    Uno spaccato davvero molto interessante della Grande Mela nel 1945. Per me che sogno di visitare New York fin da bambina è stato abbastanza divertente immaginare il meraviglioso negozio di Tiffany con gli occhi di Marjorie e Marty in quegli anni così affascinanti. Oltretutto il fatto che sia una storia vera, scritta dopo diversi decenni da una delle due ragazze, è un dettaglio che ho apprezzato. Tra l'altro scritto sicuramente meglio degli altri libri della stessa collana letti fin'ora.

    ha scritto il