Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

I love mini shopping

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.7
(1993)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 379 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Olandese

Isbn-10: 8804602074 | Isbn-13: 9788804602071 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Paola Frezza Pavese , Adriana Colombo

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Romance

Ti piace I love mini shopping?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Sono la Madre con la Bambina più Favolosa del Mondo. E insieme faremo faville. Lo so." E che faville! Becky Brandon (nata Bloomwood) era convinta che essere madre fosse una passeggiata, ma naturalmente deve ricredersi. Ora che la piccola Minnie ha due anni è a dir poco un uragano, specie quando entra nei negozi afferrando tutto ciò che vede al grido di "Miiiio!", e sembra avere già le idee molto chiare in fatto di shopping. Da qualcuno deve avere pur preso... Becky esclude che sua figlia sia una bambina viziata, anche se in realtà non sa come fare con lei. In fondo il mestiere di mamma non si improvvisa e deve ammettere che forse ha ragione suo marito Luke: c'è proprio bisogno di una supertata come quelle dei reality televisivi. D'altra parte, è un momento un po' delicato per tutti: Becky e Luke vivono ancora a Oxshott nella casa dei genitori di lei, la convivenza forzata alla lunga pesa e la crisi finanziaria si fa sentire, causando ogni genere di preoccupazione in famiglia. Una cosa è certa: Becky si deve dare una regolata con le spese - a modo suo, però -, e lei è animata dalle migliori intenzioni. Questo comunque non le impedisce di organizzare (molto in economia!) una strepitosa festa a sorpresa per il compleanno di Luke. In effetti le sorprese non mancheranno, soprattutto perché mantenere il segreto non si rivelerà affatto facile...
Ordina per
  • 3

    Leggere la Kinsella per svagarsi un pò...

    Meglio di "I love shopping con mia sorella" e di "I love shopping con il baby", ma ormai risulta chiaro che negli ultimi 3 libri della saga le idee si erano esaurite. Non mancano le situazioni divertenti, ma avrei preferito che la saga si fosse interrotta al terzo libro, con il matrimonio di Luke ...continua

    Meglio di "I love shopping con mia sorella" e di "I love shopping con il baby", ma ormai risulta chiaro che negli ultimi 3 libri della saga le idee si erano esaurite. Non mancano le situazioni divertenti, ma avrei preferito che la saga si fosse interrotta al terzo libro, con il matrimonio di Luke e Becky.
    Leggerò altri libri della Kinsella comunque, è ottima per svagarsi un po'.

    ha scritto il 

  • 3

    Oh, Sophie.

    Con tutta la stima che ho per la Kinsella - e credetemi, è molta: non ne ho ancora trovata un'altra che riesca a farmi leggere una chick-lit senza desiderare di aver dedicato il mio tempo ad altro - non pensavo sarebbe arrivato il giorno in cui avrei criticato un suo libro, ma eccomi qui: questo ...continua

    Con tutta la stima che ho per la Kinsella - e credetemi, è molta: non ne ho ancora trovata un'altra che riesca a farmi leggere una chick-lit senza desiderare di aver dedicato il mio tempo ad altro - non pensavo sarebbe arrivato il giorno in cui avrei criticato un suo libro, ma eccomi qui: questo libro non ha trama, neanche lontanamente. Quasi 300 pagine e tutto quello che succede è che Becky organizza una festa a sorpresa per Luke? Davvero? Stavo a pagina 200 e ancora aspettavo che la vera vicenda iniziasse - e poi ho capito. Era tutto lì.

    Il talento della Kinsella è intatto, e sicuramente non mancano gli sketch divertenti, ma la mancanza di idee per questo libro è così lampante che non posso fare a meno di pensare che abbia dovuto scriverlo, per obblighi contrattuali o altro. E francamente, dopo sei romanzi, le panzane di Becky (ormai mamma) iniziano a essere ridondanti e a esasperare un pochino (me, almeno). A questo punto spero che i suoi prossimi libri siano dedicati a nuovi progetti - è sempre un errore protrarrre una saga per troppo tempo, ad un certo punto la perdita di qualità è quasi inevitabile - e questo libro ne è la dimostrazione.

    ha scritto il 

  • 3

    Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiio mamma Becky, miiiiiiiiiiiiiiiiio :D

    Non è il migliore della serie ma è anche vero che comunque ad un certo punto magari le idee si esauriscono e un personaggio esplosivo e incontenibile come Becky che fino ad ora ne ha fatte e dette di cotte e di crude, arrivi ad un momento di stallo. Mi sono divertita lo stesso a leggerlo ma alcun ...continua

    Non è il migliore della serie ma è anche vero che comunque ad un certo punto magari le idee si esauriscono e un personaggio esplosivo e incontenibile come Becky che fino ad ora ne ha fatte e dette di cotte e di crude, arrivi ad un momento di stallo. Mi sono divertita lo stesso a leggerlo ma alcuni passaggi sono stati veramente un filino esagerati. Secondo me doveva essere anche sfoltito di un bel pò di pagine. Ma tant'è :D. In questo episodio conosciamo Minnie una figlia viziatissima (è inutile che dici di no Becky)e vivace, tanto da pensare di ricorrere alla tata Sue dei reality. Ma oltre che con la bambina pestifera, Becky ha anche il suo bel da fare! C'è il lavoro come personal shopper (geniale l'idea per lo shopping discreto in un momento di crisi per il fallimento della banca di Londra), c'è la festa a sorpresa da organizzare per il compleanno di Luke, tanti saldi perchè siamo a Natale, l'apertura di un nuovo centro commerciale che non si può mancare. E cosa fa andare più fuori di testa Becky se non spendere soldi per se e in questo caso per la figlia e il marito?!!? E' pur sempre shopping no?!

    ha scritto il 

  • 3

    A tratti molto irritante il personaggio di Becky: negli altri romanzi almeno un minimo di 'ravvedimento' per il suo shopping compulsivo lo dimostrava. Qua invece zero. E ora pure la figlia!
    3 stelline solo per l'affezione alla Kinsella.

    ha scritto il 

  • 3

    e 1/2

    Sicuramente non è uno dei capitoli più brillanti della saga di I love shopping, ma avendolo letto a diversi anni di distanza dagli altri ammetto di aver riso, e parecchio (e ad alta voce!). Quindi missione compiuta: l'ultima avventura di Rebecca Brandon (nata Bloomwood) ha lasciato una scia di bu ...continua

    Sicuramente non è uno dei capitoli più brillanti della saga di I love shopping, ma avendolo letto a diversi anni di distanza dagli altri ammetto di aver riso, e parecchio (e ad alta voce!). Quindi missione compiuta: l'ultima avventura di Rebecca Brandon (nata Bloomwood) ha lasciato una scia di buonumore che mi accompagnerà per giorni.

    ha scritto il 

  • 4

    Breve, essenziale:
    Fantastica, Becky, e Brava Sophie.

    Terminati i sei libri, sono in impaziente attesa del prossimo capitolo della serie.

    Perché leggere chick lit vuol dire indossare divertenti lenti rosa! :-)

    ha scritto il 

Ordina per