"Ecco, intanto che scrivevo 'I malcontenti' mi è venuto da pensare che io stavo cercando di raccontare la storia della relazione tra due quasi trentenni che provano a entrare, come si dice, nel mondo, e che questo tentativo, che ha a che fare con un ...Continua
lu.
Ha scritto il 13/07/18
Pagina 59.
Tramagliare significa letteralmente sgusciare, passare attraverso le maglie di una rete tese per la cattura, e, nell'accezione di mia nonna, significava deviare dalla strada maestra, fare qualcosa che non è la cosa che si sa fare, per la quale si è a...Continua
Splendini
Ha scritto il 10/04/18
Paolo Nori deve essere una persona gentile e gradevole e io mi sono avvicinata al suo libro con convinzione. Però io non posso proprio leggere uno che scrive ostinatamente e insistentemente in questo modo, paragrafo dopo paragrafo: "Sembra che sia st...Continua
Skop's
Ha scritto il 15/03/18
I malcontenti

Un buon libro, non mi sono pentito di dare a Nori una seconda possibilità, dopo il libro di Bassotuba che non mi era piaciuto.
Lettura leggera e piacevole.

zumurruddu
Ha scritto il 06/03/18
L'ineffabile disperazione quotidiana
Innanzitutto devo dire che mi è simpatico Paolo Nori, sin da quando tanti anni fa lessi “Bassotuba non c’è”, di cui ancora non so dire perché mi è rimasta un’impressione così intensa, visto che non è che ricordi bene di cosa parla. Poi lo stimo Paolo...Continua
Giglineri
Ha scritto il 27/02/18
Il romanzo più riuscito, complesso e maturo di Nori. Percorso da una vena di malinconia e tristezza che in altri lavori, ad esempio bassotuba, rimaneva in secondo piano e che emerge grazie al confronto con i due giovani condomini appartenenti a una g...Continua

Ilaria
Ha scritto il May 19, 2013, 15:12
[...]tra i cabarettisti dell'inizo di questo secolo e quelli dell'inizio del secolo scorso a lui sembrava ci fosse la stessa differenza che c'era tra un cubista, Picasso, per dire, e una cubista, una che ballava su un cubo, con tutto il rispetto per...Continua
Pag. 154
Ilaria
Ha scritto il May 19, 2013, 15:12
[...] non ci si può comportare sempre come si deve, altrimenti la vita sarebbe troppo faticosa, invece, dài, è così comodo, borbottare qualcosa a mezza voce e andar via ostentando un'indipendenza falsa come l'ottone, si arriva in casa che non ti serv...Continua
Pag. 15
Ilaria
Ha scritto il May 19, 2013, 15:12
La bambina di quattro anni mi aveva telefonato e mi aveva chiesto di andare da lei. Io le avevo detto che non potevo perché dovevo lavorare e poi avevo anche mal di testa. Lei mi aveva detto: Ma dài, lo sanno tutti come far passare il mal di testa, b...Continua
Pag. 46
Ilaria
Ha scritto il May 19, 2013, 15:12
Era come, non so se si capisce, era come quando una donna comincia a dirti che i tuoi comportamenti non van bene, ma non quelli di oggi, o non solo quelli di oggi, anche quelli di una settimana fa, o di due mesi fa, e tre anni fa poi tu avevi detto u...Continua
Pag. 72
Serena
Ha scritto il Mar 09, 2013, 21:15
Senta, mi aveva detto lei, anch'io per un certo periodo avevo provato a fare così: non leggere i giornali, non guardare la televisione, non sentire la radio. Ma poi mi hanno molto criticata e allora ho smesso. Come fai, mi dicevano, a sapere le cose?...Continua
Pag. 138

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi