Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

I miei martedì col professore

La lezione più grande: la vita, la morte, l'amore

By Mitch Albom

(251)

| Others | 9788817679947

Like I miei martedì col professore ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nel 1995 l'autore vede intervistato in TV un suo vecchio professore di collegecon cui ha perso i contatti e che ha avuto influenza sulla sua vita. Letrasmissioni riscuotono un successo enorme e migliaia di persone gli scrivonoper ricevere parole di s Continue

Nel 1995 l'autore vede intervistato in TV un suo vecchio professore di collegecon cui ha perso i contatti e che ha avuto influenza sulla sua vita. Letrasmissioni riscuotono un successo enorme e migliaia di persone gli scrivonoper ricevere parole di saggezza e di conforto. Scosso, vergognandosi delproprio lungo silenzio, Albom si decide infine ad andare a trovare l'anzianoprofessore, ormai gravemente malato. Insieme dibattono dei temi più vari:l'amore, il denaro, la morte, i valori, la famiglia, il perdono, e ogni voltal'autore esce arricchito da quelle chiacchierate illuminanti e rivelatrici.

603 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ho letto recensioni davvero contrastanti su questo libro e contrastanti sono state le emozioni che mi ha provocato.

    Protagonista del racconto è Morrie Schwartz, professore di sociologia che Albom ha conosciuto durante gli anni universitari. Nonosta ...(continue)

    Ho letto recensioni davvero contrastanti su questo libro e contrastanti sono state le emozioni che mi ha provocato.

    Protagonista del racconto è Morrie Schwartz, professore di sociologia che Albom ha conosciuto durante gli anni universitari. Nonostante sia stata una figura importante per il giovane studente, i due si perdono di vista dopo la laurea fino a quando, molto tempo dopo, Albom apprende per puro caso che Morrie è affetto da una malattia degenerativa che non gli lascia molto tempo da vivere.
    E’ così che i due si ritrovano e iniziano ad incontrarsi ogni martedì, giorno designato per l’ultimo corso tenuto dal professore al cospetto di un solo studente che registrerà i loro discorsi sugli argomenti più disparati: cultura, famiglia, emozioni, amore e ovviamente morte.
    Le parole del professore scuotono Albom, provocando in lui un profondo mutamento che lo porterà a guardare alla sua vita con occhi diversi e a riavvicinarsi al fratello malato col quale non ha più contatti da anni.

    Insomma, il messaggio alla base del libro è sicuramente da apprezzare, un messaggio che non è mai scontato perché, sebbene dovrebbe essere chiaro a tutti, troppo spesso dimentichiamo quali sono le cose davvero importanti e quali dovrebbero essere le nostre priorità, finché qualcosa di grave non capita a noi o alle persone care.

    Eppure l’insegnamento del professore si perde in questo libro che a mio avviso pecca dal punto di vista della qualità narrativa. A volte ho avuto l’impressione che gli spunti forniti dai ragionamenti di Morrie venissero banalizzati perché presentati come una rassegna di frasi ad effetto non ben contestualizzate. Persino il cambiamento dell’autore non viene descritto come meriterebbe e risulta in fin dei conti poco plausibile.

    Premio sicuramente le intenzioni di Albom, ma non lo stile che se curato un po’ in più avrebbe sicuramente conferito maggiore spessore a tutta la narrazione e all'ultimo insegnamento di Morrie Schwartz.

    Is this helpful?

    Fairies Wear Boots... said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mah...

    L'ho finito in mezza giornata, questo libro: volevo andare avanti veloce per vedere quando sarebbe iniziata la parte "vera", quando si sarebbe scesi un po' più in profondità...
    Mai.
    Non c'è una frase che meriti una citazione, non c'è un'idea che mer ...(continue)

    L'ho finito in mezza giornata, questo libro: volevo andare avanti veloce per vedere quando sarebbe iniziata la parte "vera", quando si sarebbe scesi un po' più in profondità...
    Mai.
    Non c'è una frase che meriti una citazione, non c'è un'idea che meriti di essere ricordata.
    Mi ha deluso, profondamente, la superficialità.
    Se invece si cerca una storia commovente, strappalacrime, una letturina per l'estate...vabbé, accomodatevi pure.

    Is this helpful?

    De Botolis said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Note:

    1.生死學。
    2.羈絆。
    3.好奇自己會以什麼樣的形式綴印在他人心裡。

    Is this helpful?

    搖滾屁屁 said on Jun 12, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Non leggete questa recensione... e non leggete nemmeno il libro!

    Attenzione spoiler

    Venite qui, ora vi svelo il segreto della vita.
    Shhhhh... avvicinatevi.
    Mi state ascoltando?
    Non sono i soldi lo scopo della vita. Shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!! Zitti.
    Nella vita non sono importanti i soldi, ma l'AMORE!

    (un coro d ...(continue)

    Attenzione spoiler

    Venite qui, ora vi svelo il segreto della vita.
    Shhhhh... avvicinatevi.
    Mi state ascoltando?
    Non sono i soldi lo scopo della vita. Shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!! Zitti.
    Nella vita non sono importanti i soldi, ma l'AMORE!

    (un coro di "oooooooooh" di meraviglia)

    Ma no? Dai?
    Machedavero?
    Porco cazzo, meno male che ho letto questo libro illuminante, da sola non ci sarei mai mai mai arrivata. No dico. Eh? Ammazza che scoperta. L'amore!

    Libri così, pieni di voti altissimi, mi fanno sempre chiedere: ma sono io che sono diventata una stronza insensibile o siete voi che avete letto libri di merda fino all'altro ieri. No, davvero, parliamone.

    Allora.
    Abbiamo tutti avuto un professore che ci ha cambiato la vita.
    Poteva essere un buono spunto per un buon libro.

    Ma.

    Ma qui navighiamo in un mare di banalità condito con un brodino di sfiga.
    Il professore morente (e i particolari della malattia abbondano) da bambino ha scoperto via telegramma che gli è morta la madre, padre anaffettivo, il fratello con la polio. Continuo?
    Ero qui che aspettavo gli morisse il cane davanti agli occhi colpito da un arto artificiale caduto da un'ambulanza.
    Eddai!

    Vogliamo parlare dello stile? Inesistente.
    Allora parliamo della scrittura? Da tema di terza media.

    L'ho finito solo perchè CORTO. Unico pregio.

    ---------------------

    L'ho appena iniziato e già mi pare un'accozzaglia di banalità per di più scritta col culo.

    Ma magari mi sbaglio.

    Is this helpful?

    LadyRock said on May 2, 2014 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Interesante reflexión sobre la vida y los diferentes puntos de vista...

    Is this helpful?

    Adrián GM said on Apr 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro insegnamento, struggente e che fa pensare/riflettere

    Is this helpful?

    Jekiss1984 said on Mar 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 71 , 89 , 46 , 109 , 131 , 133 , 195 , 47 , 54 , 58 , 68 , 70 , 72 , 86 , 88 , 121 , 152 , 157 , 197